Diletta donna e amata

Io sono grande e poeta
da che piccoli poeti non sussistono.
Danzano loro avanzando sul vento,
- Baudelaire donò grandi ali bianche all’albatro,
ma non l’oro o banderali d’argento-.

Lacera, vulnerabili alle lacrime,
le loro mani e l’anima l’anile
che turba il cielo al sangue delle folle.

Il loro urlo abita bufera e nubi,
ma nella brezza s’inebriano di sole.
Così sono io, che dall’avita casa,
di fra gli adagiati affetti indugiando,
verso il cielo protendo labbra e braccia,

mentre per te adagiate su corolle
stille odorose intonano parole
e con la pura luce del silenzio
le colorate musiche degli angeli.

E il cielo a noi mostra il suo splendore.
Ed è per te, diletta donna e amata,
il nostro canto dove le parole
sono corona e stelle del Signore.

Francesco Ballero

Immagine: Thira table and chairs di George Meis

***

Per commentare
clicca qui.

Commenti

  1. scrive:

    La donna è la destinataria delle tue liriche parole; una donna, diletta, prediletta. Ogni donna vorrebbe esserlo! Non so se te l’ho già detto o se lo hai letto; Chopenauer ha scritto: “Il poeta non ha il diritto d’essere umile” ed il perchè già lo sai. Ciao mi piace molto leggerti. Dorella Dignola

  2. sergio doretti scrive:

    hai colto in pieno con la dolcezza del poeta i segreti dell’amore , della gioia di vivere.
    ed il profumo della vita,
    complimenti e auguri
    sergio doretti.,

  3. ALBA VENDITTI scrive:

    C’è l’angelo custode dei nostri sogni ma anche l’angelo che protegge l’amore conquistato con la diletta amata finchè non viene meno la speranza.

  4. scrive:

    Ringrazio commosso per i vostri commenti così benevoli, che mi emozionano sino a farmi un tantino arrossire. Chiedo scusa per il ritardo con cui raccolgo le parole dela vostra stima ed amicizia, (sono stato via alcuni giorni), e mi scuso anche per la scarsa partecipazione alla vita del blog in questi ultimi tempi; spero di riuscire in futuro ad essere più presente anche io con l’esprimere il mio parere sulle stupende composizioni, (da me comunque lette), accanto alle quali mi sento lusingato di essere annoverato.
    Ancora grazie e sentirci presto
    Francesco

  5. scrive:

    Caro Francesco,
    una “costruzione” di versi molto raffinata.. Dovessi farne un ritratto sarebbe come un castello avente fondamenta larghe per sorreggerne l’altezza delle torri, le quali, però, mano a mano che s’innalzano si svasano aprendosi verso l’alto e facendo volare le pietre come fossero piume…
    Ecco, così ho dipinto pure la stupenda chiusa

    “E il cielo a noi mostra il suo splendore.
    Ed è per te, diletta donna e amata,
    il nostro canto dove le parole
    sono corona e stelle del Signore.”

    Complimenti!
    Ars

  6. Laura Tonti Parravicini scrive:

    La tua lirica, carissimo Francesco, assomiglia a un’acqua sorgiva che prorompe dal cuore della terra e segue il suo corso attraverso sinuosi avvallamenti, ma, non riuscendo a trovare uno sbocco verso il mare, si trasforma in un lago tranquillo la cui superficie, sempre più vasta, riflette il luccicchio dello splendore della luna.

    Come un letto riarso di un torrente gioisce all’arrivo della pioggia, la fiaccola del divino amore illumina il tuo cuore.

    Non c’è altro enigma che gioca un ruolo tanto grande nella nostra vita, se non l’amore.

    Laura Tonti Parravicini

  7. scrive:

    Nella borsa di un poeta

    Che cosa c’è
    nella borsa di un poeta,
    forse pensieri vagabondi,
    impressioni,
    gabbiani in volo
    verso orizzonti sconosciuti,
    o forse
    un libro di poesie
    da sfogliare in silenzio
    lentamente,
    a catturarne ogni parola
    nella magia della sera,
    o grani di pazzia
    per afferrare questa vita,
    che ci sfugge
    e che possiamo riprenderci
    soltanto
    con l’astronave
    della fantasia.
    Lenio Vallati

    Bellissima poesia,Francesco, che unisce sapiente costruzione letteraria e genuino sentimento d’amore per la donna amata. Lenio.

  8. scrive:

    Incantata dalla potenza espressiva di questa lirica pregevolissima e di altissimo valore poetico. Un’altra perla di Francesco Ballero, autore che seguo e che apprezzo da tempo, affascinata ogni volta dal suo talento autentico e profondo.
    Originalissimo il riferimento a Baudelaire in quest’opera ove si narra d’amore in senso direi trasversale, parlando di poesia. Poesia che man mano che i versi scorrono, ci conduce per mano verso il sentimento più alto fra suggestioni ed immagini di grande impatto.
    Un canto alla Poesia in senso lato questa sua e alla Donna che ne è musa ispiratrice.

    “mentre per te adagiate su corolle
    stille odorose intonano parole
    e con la pura luce del silenzio
    le colorate musiche degli angeli”.

    Una quartina questa che, merita un applauso, come tutta la composizione. Eccellente partecipazione in questa bella edizione del Concorso.

    Complimenti vivissimi a Francesco Ballero, ancora una volta mi ha colpito ed emozionato oltre ogni dire
    Maya

  9. scrive:

    Una bella poesia, un inno all’amore. Note del cuore che spaziano nel cielo dei sogni e corrono là, oltre le nubi inebriate di sole, mentre adagiate su corolle “stille odorose intonano parole”.
    Parole d’amore per l’amata, mentre il cielo mostra tutto il suo splendore.
    In questa luce si dipana e si erge la figura del poeta che “dall’avita casa, di fra gli adagiati affetti indugiando, verso il cielo protende labbra e braccia”. Ed è una preghiera. E’ amore.

    Nicla Morletti

  10. LUCIANA scrive:

    Una poesia dotta, sapientemente costruita, dove ogni verso s’inanella nell’altro in un crescendo fino al coinvolgimento del cielo “e il cielo a noi mostra il suo splendore” nell’amore che diventa canto corale.
    “Ed è per te, diletta donna e amata,
    il nostro canto dove le parole
    sono corona e stelle del Signore.” Il canto dell’amato è canto dell’universo che porge tributi alla diletta donna, unica rispetto al tutto.
    Mi piacciano queste liriche intrise di passato e gonfie dell’eternità che si nutre d’Amore.

    Lucia Sallustio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine -