Il fantasma del tuo amore

Il fantasma del tuo amore

Gli omicidi più mostruosi non saranno mai scoperti ma avranno ugualmente la grave sanzione dell’infelicità

Sei tu. Sì. Ti riconosci. All’improvviso una notte d’estate. Mentre ti chiedi perché è finito l’amore, in un piccolo pub lungo il mare della tua città, e incroci lo sguardo di una sconosciuta passante che sembra conoscerti da una vita, ti rendi conto che ci sono tanti modi per uccidere, che gli omicidi più mostruosi non saranno mai scoperti ma avranno ugualmente la grave sanzione dell’infelicità. E ti chiedi: perchè? Chi sono stato per lei? L’amore di una notte. L’amore perduto e mai trovato. L’amore che hai ucciso. L’amore che hai ignorato, vilipeso, dimenticato. Per continuare a vivere, per una vita che non vale. Una vita che non è tale. Una vita che somiglia troppo alla morte. Credi di aver trovato una soluzione. Finale. E puoi attraversare una strada piena di traffico senza che le automobili ti vedano o ti possano investire.
Sì. Sei un fantasma. Il fantasma del tuo amore.
Fine.

Invisibili

Bari, Fortino di Sant'Antonio abate

Il tuo sorriso è sole di primavera. Spunta all’improvviso un giorno e l’inverno è già finito.

Mi dici: “Non so, c’è qualcosa in te…”
E’ gennaio, forse febbraio, ma che importa? Appena ti vedo avanzare verso di me, i campi diventavano verdi e s’inondano di margherite.
Il tuo sorriso è sole di primavera. Spunta all’improvviso un giorno e l’inverno è già finito. E non hai più mal di gola. Non ti va di parlare ma solo di respirare. Profondamente.
Stasera andremo lungo il mare, nella luce rosea del tramonto ad allargare i nostri sguardi verso l’orizzonte, posandoli sulla passerella di riflessi dorati che la luna disegna sulle onde. [Continua…]

Portami quel sogno

Portami quel sogno
vento di levante
che si leva in volo
dalle più remote
regioni dell’anima
portami il suono
di quelle parole
lievi silenziose
nel sospiro sospese
di un bacio d’amore
portami quelle ore
con lei mai spese
granelli di sabbia
che la vita disperse
tra le dita del tempo
portami quei baci
che amore su me sparse
nella notte solitaria
come una calda pelle
fatta di stelle

***
Immagine: My love di Andrei Protsuk
Ndr. Pubblicata la prima volta il 19 gennaio 2011

Zucchero, Oltre le rive