Concorso di Emoz. 2005

Al di la’ di tutto

C’è un luogo dove il vuoto
inevocabilmente traccia
la linea di confine tra ciò che si ha dentro
E anche se viviamo
in quel territorio che apparentemente
è un terreno neutro, al di la’ di tutto questo
c’è il baratro.

E noi crediamo di essere “adulti”
che come adulti pensiamo
di essere cresciuti
E come tali crediamo
di essere diventati adulti.

Tanta strada ho lasciato
dietro le tue spalle fino a quando
ti ho trovato per il semplice fatto
che per tanto tempo ti ho cercato.

Ti ho cercato nella libertà di quel mio pensiero.
Un pensiero libero da quelle prigioni tutte
in cui si nascondono le trame di una realtà
legata ai canoni e alle apparenze.

Ed è nella spensieratezza di questa dimensione libera
ch’io sento di mescolare – per te – le mie gioie quotidiane
ai frammenti delle vecchie esperienze
ed è in questa libertà che ogni giorno
accendo una fiammella
non per guardare il futuro, ma per dare pace
a quegli anni che in me non hanno mai trovato pace.

Bella o brutta ciò che è stata la mia vita
cosa importa se attraverso i tuoi occhi
potrei trovare il modo di trasformare
il mio passato
in qualcosa che posso donarti:
cioè l’unica cosa che posseggo
e il poterlo fare è trarre da esso solo gli aspetti migliori.

Fino a quando non t'”incontro”
c’è sempre una valigia pronta
ad accompagnarmi in viaggi senza ritorno.
Adesso vorrei che il contenuto di quella valigia
tornasse nel disordine dei miei cassetti…

Partire significa lasciare
un punto, un luogo, una certezza,
un qualcosa dal quale
ci si vuole allontanare per non tornare si più.

Non fatemi più riprovare la sensazione
(che ben conosco)
di cosa voglia dire rompere una certezza,
vorrei per me la “quiete” che da tanto tempo
ho desiderato raggiungere:
Voglio e desidero
fermarmi a lungo dentro un cuore.

Non fatemi più riprovare la sensazione
di chiudermi una porta dietro le spalle
e non guardare più indietro: troppe volte l’ho fatto!

Non credo d’avere più
la pelle dura come un coccodrillo
e non ho più voglia di correre,
ho solo voglia di amare.

Amare in qualunque luogo.
Un luogo dove ci si possa ritrovare
ogni attimo della giornata
al di qua e al di la’ del tempo stesso
e trasformare le mie iene in cuccioli di gatto
e gli strilli della gente in frasi
che altri farebbero fatica a capire.

Dentro gli occhi di qualcuno vorrei trovare
quella finestra al cui interno
c’è una bianca parete
con su appeso il mio ritratto
e – il mio amore – in un angolo ad osservarlo da lontano.

Adesso vivo i miei giorni qui seduta ad aspettarti
in attesa che un giorno o l’altro io possa incontrarti.

Vera Ambra

******

© 2005 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Altri Autori

Autori ospiti del Blog Manuale di Mari che hanno presentato i loro libri e partecipato al Concorso di Emozioni.

18 pensieri su “Al di la’ di tutto”

  1. Ma.Ma. dice:

    Sembra più la pagina di un diario, ma mi piace la ricerca in sè dell’autore…

  2. Marle dice:

    ‘..e noi crediamo di essere adulti..’

    Ognuno lo crede..ad ogni età..ma credo che in realtà adulti non lo saremo mai..

  3. lindarc dice:

    a volte l’attesa ci logora al punto che quando quel che aspettiamo si presenta davanti a noi ……. non ce ne accorgiamo nemmeno
    sento che a te questo non accadrà
    hai espresso gran serenità in quest’attendere

    un saluto

  4. DoLceMoneLLa dice:

    A volte tergiversiamo..e crediamo che al centro di tutto ci siano altre cose..
    che poi risultano sempre secondarie rispetto a quel sentimento ..l’amore, un viaggio eterno!
    Complimenti mi hai fatto venire in mente tante immagini.. un saluto..

  5. StregaDelMare dice:

    “Perchè un pretesto per tornare bisogna sempre seminarselo dietro, quando si parte” Lascio che siano le parole di Baricco a farti compagnia in questa attesa. Così toccante e vera.
    Splendida.

  6. rosi dice:

    credo che non basti aspettare,bisogna anche essere disposti ad accettare e ringraziare chi entra nella nostra vita
    solo così possiamo fermarci
    ciao rosi

  7. Giò dice:

    A volte riuscire a guardare la vita attraverso gli occhi di un’altra persona ti consente di assaporarne un gusto sconosciuto…..alchimia di sensazioni e di emozioni che solo l’amore riesce a donare. Giò

  8. Margot dice:

    sono stata completamente catturata da questi tuoi versi che hanno il gusto di una lettera, di una confessione, di un testamento spirituale….

    l’attesa di un amore, di quell’amore, può durare una vita e vivere pochi momenti incancellabili….

    e vorrei diriti con Neruda: soffre di più chi sempre atende o chi non ha mai ateso nessuno?

    un abbraccio a te per questi tuoi versi che mi restano nel cuore.
    Margot

  9. enrico dice:

    Apettare è una forma compassionevole d’amore (cum passio, cioè con passione, tutto l’amore possibile). Vedo la tua figura stagliarsi candida tra le nebbie serotine, ad aspettare che il giorno muore e dopo ad aspettarne un altro che risorge, aperto alla speranza dell’incontro.

  10. Gio dice:

    Molto bella ed intensa…
    ciao Gio

  11. Etain dice:

    Prima o poi ogni donna arriva a comprendere il senso di quest’attesa.
    Parole davvero molto belle.

  12. Mezzocontralto dice:

    …Vera Ambra, io pure sono seduta ad aspettare, grazie per aver descritto i miei sentimenti con tanta bravura. Il tuo cuore mi sembra così vicino al mio, ti abbraccio.

  13. Francesca dice:

    il desiderio e la passione, l’emozione e l’amore.. bellissimo…

  14. un'anima dice:

    ho vissuto questa immensa attesa.. e per quanto mi sforzi di non crederci più.. attendo ancora…inesorabilmente…a differenza mia però, il tuo cuore è pronto… lui già ama.. l’amore!

    femme.

  15. Sahira dice:

    Mi specchio nelle tue parole..
    E’ un’attesa lunga..

  16. AssenzaEssenza dice:

    Parole essenziali di umano desiderio d’amore che il cuore brama, perchè è la sua fiamma, ardere d’amore….

    Complimenti!

    AES

  17. Sonia dice:

    Partire significa lasciare… tutto… la voglia di partire l’ho anch’io.
    Sai Vera Ambra, il tuo poema mi da brividi.

  18. ManualediMari dice:

    Trovo espresso qui, in modo magistrale, quel desiderio maturo e fertile d’amore che tanti di noi provano o hanno provato… Quell’attesa che non si risolve mai del tutto vivendo costantemente sul limitare del nulla.

Rispondi a rosi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine: