Manuale di Mari, Petali maledetti

Giugno di me

Giugno di me
fece sempre
quel che voleva
ma questa volta
il male porterò
sempre con me
così quando un vento più forte
strapperà gli ultimi petali
di questa mia rosa
sarò pronto
e già un grido
troverà l’arido mese
lo stesso di sempre
e uno stelo stanco
un fiore senza petali.
Un uomo senza amore.

Manuale di Mari, Petali maledetti

Seduto sul nulla

Gustav Klimt - Danae

Seduto su questo nulla
ti aspetto
come tutte le sere
che non scrivo
da giorni
lo sai
che non vivo da anni
anche
io sono qui
al bivio estremo
dove incontri gli altri
e perdi amore
nella folla
di baci e abbracci
in cui sprofondi
lasciva
fiera donna perduta
se avessi ancora
un pezzo d’anima
te lo darei
se avessi ancora
una lacrima
la verserei
una sola
per vederla scendere
lungo la tua schiena
e perdersi nei glutei
angelo di fuoco
ultimo brivido
per me
che siedo sul nulla…

Manuale di Mari, Petali maledetti

Ti avevo mostrato il mio cuore…

Ti avevo mostrato il mio cuore
non perché lo trafiggessi
spietata e crudele
ti avevo dichiarato il mio amore
non perché ne facessi
strumento d’ispirazione
ti avevo offerto un verso
non perché lo cancellassi
con un frego solo
Potrai cancellare tutto di me
Anche quei versi tuoi
che ti tradiscono
Ma la vergogna no,
quella vergogna che Infinitamente
ti accompagnerà sempre, N0.
Tu che Odi solo il richiamo dell’oro.

Manuale di Mari, Petali maledetti

Luce

Luce con me
Vorrei qui, luce
tutta la luce del tuo cuore
che consuma, infinita, quella delle parole

Sei tu la mia vera vista
e quando non ci sei
io son cieco
Senza pace senza amore
scivolo nell’oscurità

I tuoi occhi.
In loro mi specchio.
Da loro mi affaccio
sul magnifico chiostro dell’anima.

Da quelle finestre
osservo il mondo e l’amo.
Scopro nei tuoi sguardi
quel riflesso di me
che amo perdutamente in te

Già ti amo. Sì.
Ho tutta la luce del tuo cuore negli occhi
e mi basta chiuderli per continuare a vederti
come se avessi fissato il sole.

Ed ora, senza te, sono cieco.

Manuale di Mari, Petali maledetti

Quel solo uomo…

Un uomo non è mai un uomo solo.
Un uomo è tutti gli uomini.
Non lo dimenticare mai…
Un uomo è l’anima del mondo
se fai soffrire lui
soffrirai anche tu
e la felicità non sarà completa
e la serenità solo apparenza…

Dentro il cuore del mondo
ci sarà quell’uomo, quel solo uomo
che è tutti gli uomini
quell’uomo che t’amò
come non potrebbero fare
che tutti gli uomini,
tutti gli uomini insieme,
dell’universo intero…

E perderai l’amore,
non un amore,
ma l’amore…
Quella stessa parola
di cui non smetti
mai di cercare
il significato…
L’amore.

La notte porterà con sé
un nuovo abbraccio
più freddo, più duro
della stessa morte
Perché non c’è nulla
di più freddo, più duro
dell’essere morti
mentre si è vivi…

Eppure una tenerezza
scivolerà in te
s’insinuerà in quelle
tue contorte emozioni
si formerà e si scioglierà
proprio nel ricordo di quell’uomo
quel solo uomo che io sono stato
e che tu non hai mai visto…

Manuale di Mari, Petali antichi, Petali maledetti

Amore vampiro

Il tuo Amore
è un vampiro per me
Ama me
perché ama il mio sangue

Preferisce prendermi
vilmente mentre dormo
perché io non lo veda
scendere come un rapace
sulla mia pallida carne

Prende tutto di me
Non mi dà mai nulla
Se non la gioia dell’amplesso
quando mi lascia solo nella notte,
E in verità non mi lascia mai
perché sempre sua è la mia anima
che rimane in un languore
fervido di altri peccati

La più divorante passione
cela questo tuo sentimento
e così i tuoi intenti, lunghi tentacoli,
sempre mi raggiungono
i tuoi desideri, spire mortali,
sempre mi avviluppano
Non sfugge il mio cuore
alla morsa accerchiante
dei tuoi artigli spietati…