Concorso di Emoz. 2007, Concorso di Emozioni

Compianto rosso

 

 Resta il pianto spezzato
d’un papavero reciso.
La carezza affilata
ne spegne il respiro,
e remissivo si piega
tremando alla luce.
Nei petali densi
del tramonto più acceso
già spiega la morte
in silenzi increspati
e cela la fine
tra pieghe sottili.
Pensando all’amore
dietro una cieca panchina,
arrossisce e si copre,
non muore, s’inchina.

Kykia

© 2007 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Altri Autori

Autori ospiti del Blog Manuale di Mari che hanno presentato i loro libri e partecipato al Concorso di Emozioni.

28 pensieri su “Compianto rosso”

  1. francy dice:

    emoticonbellissima, complimenti !!!! come tutte le tue poesie, questa fa chiudere gli occhi e sognare !!!

  2. KumaPino dice:

    marea rossa
    allegra allergia
    da papavero

    Complimenti : ) Pino

  3. dolce struggente poesia un ricordo all’ombra dell’amore! complimenti!

  4. kykia dice:

    Un pò in ritardo, ringrazio tutti per i meravigliosi commenti, grazie.

    Ky

  5. Korus dice:

    Qualcuno mi ha preceduto nelle mie considerazioni in merito a questa lirica che, seppur breve,  rende chiara la consapevolezza della forza dell’amore…

    Quoto migratore.emoticon

  6. Marilena dice:

    Un papavero immagine dell’amore. Un inseguirsi di assonanze e di rime (splendida quella finale)… e la poesia di fa musica.

    Complimenti!

    Marilena

  7. francesca dice:

    il papavero fiore stupendo..ma appena colto perde i suoi petali e la sua vita. Una meravigliosa poesia…

  8. Una poesia dolce e struggente, carissima. E come mi piace quel papavero che s’inchina all’amore! Un caro abbraccio, Cecilia.

  9. IrinaP dice:

    La chiusa… wow!

    E poi quando si parla di fiori io sono sempre contenta… :)

  10. pino mercuri dice:

    Da un’immagine, un’emozione… una sensazione. E da queste una bellissima poesia.
    Brava davvero. Complimenti!
    Ciao, pino

  11. mericonci dice:

    Che bel ritmo…

    Non è facile scrivere di un amore finito senza scadere nel banale e senza essere "pesanti". Te ci sei riuscita, secondo me…brava 

  12. Mara dice:

    Splendida e significativa similitudine. Un applauso al tuo talento e alla tua sensibilità .

    Mara

  13. Maximo67 dice:

    Compianto rosso alla fin s’inchina…Bella,complimentiemoticon

  14. massimo dice:

    Molto bella questa poesia. Ti conosco e ti ho già letto e questi versi sono estremamente belli. Bello il finale: arrossisce e si copre,
    non muore, s’inchina. Complimenti Kykia

  15. nicla morletti dice:

    Il pianto spezzato di un papavero reciso, nei petali densi del tramonto più acceso… Molto bella questa significativa similitudine. Perché così è l’amore: un fiore che nasce sui campi assolati, dal seme portato dal vento, ed i suoi petali sono densi nei tramonti più accesi…

    "Dietro una cieca panchina/arrossisce e si copre/non muore/s’inchina."

  16. Maya dice:

    Incantata da questa tenerissima poesia che mi ha commosso nel profondo. Parole che accarezzano il cuore in versi pennellati con rara bellezza e delicatezza. Un papavero reciso, metafora profonda d’un amore spezzato, che non muore, ma s’inchina.

    Cara Kikya, ci hai donato una vera Emozione con una lirica di altissimo livello.

    Grande e sensibile anima la tua, capace di tradurre il nobile sentire in sublimi immagini.

    Un affettuoso abbraccio

    Maya

  17. Etain dice:

    Che bella l’immagine che usi, che tenero – eppure forte – quel papavero reciso che, nonostante tutto, resiste e si piega come per inchinarsi all’amore. Un amore che tramonta, è vero, ma che non sarà mai dimenticato. Come le tue parole.

    Bravissima davvero!

  18. Ars dice:

    Delicatissima lirica…
    Splendida la chiusa.. non meno il resto della poesia :)

    Bravissima!!
    Ars

  19. LadySoul dice:

    L’amore rimane per sempre, anche quando le strade si separano. Le tue parole mi hano ricordato l’infinto dell’amore.

  20. Ambradorata dice:

    Magari potesse parlare quel semplice papavero …

    Versi delicatissimi come quei petali rossi.

    Complimenti !

    Ambra

  21. Migratore dice:

    Metafora emozionante, come i petali del tramonto che descrivi, come il connubio tra l’amore che vince anche sulla morte dell’anima. Intensa.

     Antonio

  22. milena dice:

    Leggere è vedere e sentire: l’immagine splendida del papavero, l’emozione intensa dei sentimenti. Complimenti

  23. Mi piace pensare alla nostra amica Kykia che passeggiando in un parco vede questo papavero reciso, sotto una "cieca panchina".

    Magari non è andata così ma è sublime la poesia che ha saputo trarre da questa immagine la nostra dolcissima adorabile poetessa.

    Poi quel verso finale. Stupendo. Bellissima poesia.

    Complimenti Kykia, la tua partecipazione al Concorso e a tutte le nostre iniziative è sempre stata memorabile.

    Un caloroso abbraccio.

  24. Nicoletta dice:

    Questa tua poesia, una carezza d’amore che giunge al cuore.

    La chiusura  è stupenda.

    Ammirata!

    Un abbraccio affettuoso

    Nicoletta Perrone

  25. Un’immagine triste ma allo stesso tempo delicata e dolcissima, sapientemente dipinta dal tuo meraviglioso modo di sposare le parole.. magnifica, sempre di più

  26. Bellissimi versi…incantata da questo papavero tormentato dal vento del cuore che non lo sfiorisce…

  27. Un’immagine molto originale. Un papavero metafora di un’anima ferita da un amore forse finito.
    Ma lui non muore, s’inchina.
    Pronto a risollevarsi ad un nuovo sogno d’amore.
    Brava Kykia :)

  28. Mammamia cara Kikia che meraviglia è questa?!La morte s’inchina all’amore un connubio amore-morte motore di vita e dell’emozione che hai risvegliato brava bravissima incantata anch’io mi inchino!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *