Manuale di Mari, Petali maledetti

Giugno di me

Giugno di me
fece sempre
quel che voleva
ma questa volta
il male porterò
sempre con me
così quando un vento più forte
strapperà gli ultimi petali
di questa mia rosa
sarò pronto
e già un grido
troverà l’arido mese
lo stesso di sempre
e uno stelo stanco
un fiore senza petali.
Un uomo senza amore.

© 2005 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Robert

Robert, autore del Blog Manuale di MariPoesie e Storie d’amore e direttore editoriale del Portale Manuale di Mari. Ha ideato e lanciato nel 2005 il Concorso di Emozioni. Nello stesso anno ha creato il Blog degli Autori. Nel 2009 ha ideato e lanciato con Nicla Morletti la Fiera dei Libri on line.

5 pensieri su “Giugno di me”

  1. Marianna dice:

    Anche me, un Giugno lontano e uno più recente, lasciarono senza fiato e senza pelle. Evidentemente Giugno non è il mio (il nostro?) mese fortunato, confidiamo negli altri undici :-)Bellissima poesia, comunque.

  2. Alessandra Elle dice:

    come vorrei condividere i precedenti commenti… ma io odio il mese di giugno. E’ sempre stato un mese crudele, con me.

  3. luna dice:

    questa poesia è toccante..mi lascia senza fiato e in agitazione…questo giugno pieno di colori ti donerà tanto sole …….

  4. Ars dice:

    …potrebbe essere che per una volta Giugno si comporti diversamente… e tu, avere ancora un fiore fra le mani, con tutti i suoi petali…

    E’ triste questa poesia, come arrendersi al fato senza combattere almeno un pò..

  5. mareaAzzurra dice:

    questa canzone meriterebbe l’home page..

    da brivido..

Rispondi a Alessandra Elle

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine: