Manuale di Mari, Storie d'amore

Insegnami a ballare

Insegnami a ballare

Tutti tornavano nello stesso posto per vederli ballare. Per vedere l’amore.

La incontrò la prima volta in uno di quei posti in cui capita di ballare il tango con sconosciuti. Lei si faceva accompagnare da uomini sempre diversi ma finiva per ballare solo con lui. Era diventato tanguero grazie a lei. Aveva deciso di frequentare una scuola di tango, dopo averla vista ballare, cedendo al fascino di quel ballo che comincia e finisce sempre con un abbraccio.
Una sera colse il cenno del capo con cui lei lo invitava a danzare. Le loro mani si toccarono per la prima volta e all’istante quella strana magia prese corpo.
Tutti restarono ammaliati dalla loro posizione, dal ritmo travolgente e dalla fantasia dei loro movimenti. Sembrava che seguissero i passi di una studiata coreografia, invece improvvisavano. Conoscevano il segreto della rigidità e della fluidità, l’incrocio intrigante e insinuante delle gambe era perfetto, come il gioco dei pesi e degli equilibri. I loro piedi erano carezze sul pavimento. Carezze d’amanti. Il mondo non esisteva più intorno a loro, sgusciavano via nella notte come due ladri in una dimensione solo a loro nota, lasciando una lunga scia di luci e colori, passione e sfida… Non parlavano, non ballavano. Si amavano.
Nessuno riuscì mai a sottrarsi all’emozione profonda che quella coppia trasmetteva… A dimenticare l’eccitazione di quelle sere e il sorriso di lei dopo aver ballato a lungo e bene. Tutti tornavano nello stesso posto per vederli ballare. Per vedere l’amore.
Incontrandosi in questo modo, con taciti appuntamenti, danzarono molte sere finchè l’estate finì.
Nel silenzio di quella pista, ora, spente le luci, nei frangenti della nostalgia, un uomo danza da solo. I suoi piedi accarezzano il pavimento mentre una lacrima imperla il viso, subito asciugata dal vento.

© 2006 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Robert

Robert, autore del Blog Manuale di MariPoesie e Storie d’amore e direttore editoriale del Portale Manuale di Mari. Ha ideato e lanciato nel 2005 il Concorso di Emozioni. Nello stesso anno ha creato il Blog degli Autori. Nel 2009 ha ideato e lanciato con Nicla Morletti la Fiera dei Libri on line.

19 pensieri su “Insegnami a ballare”

  1. violet dice:

    Il tango è un ballo passionale.
    Danza interiore di 2 anime sconosciute
    che s’incontrano come x magia.
    Intenso come sempre..
    Violet

  2. monica dice:

    IMMENSO sei immenso!!

    Lo sapevo!Si’ il ballo il tango è un’atto d’amore ci si ama anche solo ballando!

    Grazie di avermi permesso di leggerti

    monica  

  3. monica dice:

    Il tango è amore puro!

     

    monica

  4. giogiò dice:

    …una danza incredibile come le tue parole…una carezza

  5. Maya dice:

    Meraviglioso ed intenso quadro dove la musica avvolge i corpi degli amanti in un’unica e crescente carezza. E’ la magia del tango, molto più di una danza, un abbraccio passionale fra anime che volteggiano all’unisono trascinate da una forza misteriosa e da note alle quali è impossibile opporre resistenza …

    Non si dimentica, un tango di tale intensità, e quella lacrima rimane l’emblema di un sogno che continua nel silenzio di una sala vuota… 

  6. alanis79 dice:

    belle ed emozionanti come sempre le tue parole…

    non partecipo al concorso ma ti ho messo lo stesso tra i miei blog preferiti…

    continuerò a leggerti perchè mi piace leggerti…

    ciao Robert

    un abbraccio

  7. isabella dice:

    non amo danzare.

    sono troppo pigra per svegliarmi…

    ballare…

    il tango,  potrebbe tentarmi.

    fuggo. prima che sia troppo tardi!

     

  8. Vivendolestelle dice:

    é bellissima…la danza, l’amore ..due passioni che si fondono

     

    vivendolestelle

  9. Sheera J. dice:

    È bello leggere qualcuno che sa rendere un’emozione intensa in poche righe. Questo episodio mi ha evocato tante cose.
    Mi sono permessa di linkare questo blog al mio, per averlo sempre "a portata di mouse".
    Grazie, Robert: hai fatto riaffiorare in me il sentimento e l’ispirazione di cui ho bisogno.

  10. Televisione dice:

    Ostaggi dei propri passi. Avvinti dalla forza dei languidi passi… Danzare è come amare.

  11. mari dice:

    Bel racconto. Davvero fa venir voglia di imparare a ballare. Io c’ho provato ma….non ci riesco proprio a "disinibirmi" di fronte a uno sconosciuto. Il contatto non è semplice da gestire. emoticonIl maestro poi chiedeva a noi femminucce di tenere gli occhi chiusi…. UN DISASTRO!

  12. Margot dice:

    una danza di cuore ed anima….una sinfonia di sentimento….

    un carissimo saluto Robert…

    Margot

  13. nevara dice:

    pensando a quella donna che mai più rivedrà.

  14. Ars dice:

    .. i loro piedi erano carezze sul pavimento…
    In questo racconto si coglie l’essenza di una danza che è molto più di una danza se viene eseguita con passione.. I linguaggi dell’amore possono essere i più diversi…
    Struggente la chiusa.. con questo "amante" abbandonato che danza solo e  ricorda la sua lei con i piedi che carezzano il pavimento..

    Ars

  15. Blue dice:

    l’amore che danza come uno spartito musicale

  16. sonia dice:

    Sono rimasta senza voce, quel racconto trasporta l’anima su note musicali.

    Adoro vedere ballare, ma non ho mai imparato. 

  17. Femme dice:

    Fare l’amore è un pò come danzare.. è necessaria tanta passione..splendido questo racconto..

    Femme.

  18. Donatella dice:

    Tela dipinta dal ricordo forse o dalla fantasia sfrenata di un momento non vissuto ma intensamente voluto. Straordinaria la scenografia, la chiusa è piuttosto leggera in rapporto all’intensita del brano. Grazie per averla postata. Il tango, se ballato con amore, è la massima espressione dei sensi.

     Donatella

  19. Serena dice:

    La forza della danza come il fuoco dell’amore…

    Bella, Robert.

    Un bacio. Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine: