Concorso di Emoz. 2007, Concorso di Emozioni

L’attesa di una sposa

Vincenzo Del Duca - L'attesa di Penelope -1998

Il mesto pianto del mattino lambisce d’Itaca la silente riva
su cui opalescente e vellutata luna con grazia s’adagia
inchinandosi alla nobile aurora nel suo sontuoso incedere
fra ambrati scintillii di marea che la foschia rischiarano

Dove sei Amor mio, dove mio Prode…

Le corvine chiome in balia dello zefiro d’aprile carezzavi
inabissando la profondità degli occhi tuoi scuri nei miei
ed il grembo ove fioriva del tuo sangue la gemma benedivi
quel dì in cui le maestre vele dirigesti verso lidi stranieri

Tornerò, sussurravi fra promesse d’eterno…

Nettare dolce sulle labbra il nome Penelope ascoltavo
sfiorando l’eroico volto brunito dal sole di mille avventure
con mani tremanti che bramavano trattenerti per sempre
sul limitar del mio cuore che antica melodia diffondeva

Sposa mia, ripetevi stringendomi ancora ed ancora…

Sulla battigia rimasi a scrutare per ore la maestosa tua prua
tra candide spume avanzare sospinta dal fiato delle mie preghiere 
affranta nel cuore da un dolore ch’era già inconsolabile strazio
mentre pennellate d’azzurro screziato l’orizzonte affrescavano

Ridatemi o Dei il mio Re, sposo mio, mio destino…

Ferendomi come lama spietata la marea del tempo fluisce
sulla rena orfana delle orme tue che a passi lenti ricalco
col pensiero intessendo opaca tela di rimpianto e di nostalgia 
in una danza che fra refoli del greco mare a te m’avvicina

E risuona della voce tua eco lontana, qual soffio di vita…

Oltre sì fatali traversie taceranno infine le sirene ammaliatrici
domate da un canto più forte d’ogni altro invincibile richiamo  
che l’ultima burrasca placherà per ricondurre a me il tuo navigare
qui dove frementi palpiti scandiscono l’attesa frantumata in istanti 

Perché lo so, ho udito bisbigliar le stelle, le ho udite, tornerai…

Maya

© 2007 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Altri Autori

Autori ospiti del Blog Manuale di Mari che hanno presentato i loro libri e partecipato al Concorso di Emozioni.

105 pensieri su “L’attesa di una sposa”

  1. maria rosaria dice:

    Quante tele tessute,disfatte,nella vita di una donna!L’attesa è decisamente femmina e lo è dal momento del concepimento di un nuovo essere.E’ sempre un gran piacere incontrare la vera letteratura.Lascio i miei più sinceri complimenti.

  2. Maya dice:

    @Ulixes: felice di conoscerti e grazie mille per le tue belle parole. Del resto con uno pseudonimo come il tuo fa ancora più piacere ricevere il tuo apprezzamento ad una poesia dedicata alla figura di Penelope.

    Un caro saluto

    Maya 

  3. Ulixes dice:

    Complimenti Maya, mi piacciono un pò tutte le poesie pubblicate qui e questa come altre mi tocca particolarmente, ripenso alle parole  usate e  mi sembrano scelte così accuratamente… forse un giorno avrò più parole… intanto  ancora complimenti..

    Ulix 

  4. Maya dice:

    @LadySoul: Grazie di cuore, adoro gli amori d’altri tempi, quelli che sanno d’eterno e d’infinito. Quello di Penelope è un amore d’altri tempi eppure senza tempo, è l’amore universale di una donna per il proprio uomo lontano. 

    Un abbraccio a te

    Maya

  5. LadySoul dice:

    Respiro un amore d’altri tempi, leggendo i tuoi romantici versi, di dolci fanciulle, in attesa del loro cavaliere!
    Complimetni! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine: