Manuale di Mari, Petali rossi

Rosa gialla

Rosa gialla

Quel tratto della veste bianca
fior di magnolia che t’avvolge
immagino come una bianca vela

Quel tratto della veste bianca
fior di magnolia che t’avvolge
immagino come una bianca vela
gonfia di vento sulla mia esile barca
sei come un vasto mare per me
ti navigo dalla punta dei piedi
dolci spume sulla riva lontana
rimirando le gambe d’avorio
risalendo la corrente dei fianchi
seguo le mani di luna, marinaio solitario,
ali di gabbiano per chi cerca terra
fino all’onda sinuosa delle labbra
ove si disegna quel sorriso leggiadro
in cui disveli amore e tristezza
e compiacendomi della regale grazia
mi defilo nell’incanto della tua posa
sono rugiada tra petali gialli di rosa
insinuandomi nelle pieghe dell’anima
sarò per te il poeta delle parole mai dette
l’artista che schiaccia colori invisibili
e dona il silenzio più vasto e profondo
concepito modellando un sogno d’amore.

© 2006 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Robert

Robert, autore del Blog Manuale di MariPoesie e Storie d’amore e direttore editoriale del Portale Manuale di Mari. Ha ideato e lanciato nel 2005 il Concorso di Emozioni. Nello stesso anno ha creato il Blog degli Autori. Nel 2009 ha ideato e lanciato con Nicla Morletti la Fiera dei Libri on line.

15 pensieri su “Rosa gialla”

  1. poesierenato dice:

    Bel ritratto anche sensuale si delinea e pare di averla davanti la bella donna ritratta che infonde Amore.

  2. AssenzaEssenza dice:

    intensità vibrante e sconquassante.

    Riflessioni dense mentre si guarda un tramonto.

    Bella come ogni sogno.

    Un bacio
    AES

  3. Ventonelvento dice:

    Sono tornata a trovarti dopo tanto tempo… le tue poesie sono sempre più belle…. emoticon

  4. Edo e le storie appese dice:

    Ogni donna sogna il sentirsi sussurrare queste parole…peccato che a volte, non sia la donna a cui noi vorremmo dedicarle.

    Deliziosa

  5. laura dice:

    Grazie….nient’altro…

  6. Miskin dice:

    Nel fremIto incostante della brezza d’estate,
    la fanciulla si distende e subito d’assopisce.
    Il fermaglio di bambù scivola dai suoi lunghi capelli.
    I lacci del suo corsetto rosa si sciolgono sotto la cintura.
    Sulle due colline del Paese delle Fate, si ferma quieta la rugiada.
    In quel ruscello magico, la corrente sembra addormentarsi.
    A quella vista l’uomo si ferma indeciso,
    turbato se andare, anche se più sconveniente sarebbe restare.
     
    (Ho Xuan Huong, La fanciulla che dorme di giorno)

  7. gilda dice:

    con me funzionano i link…ti ho raggiunto cosi….buongiorno robert felice giornata

  8. Sonia dice:

    Posso sapere perche non sono stata informata di questo post ? Di solito ho sempre una mail…

    Cmq leggerti mi da sempre brividi, "sogno d’amore"….

     

  9. Riflesso di me dice:

    Robert,come non perdersi…tu poeta delle parole mai dette,che immagini vele bianche,mentre navighi in punta di piedi su quel corpo di donna che respiri… e che brami…Traspare da ogni tuo scritto questa immensa voglia d’amore.Buona giornata.
    Fede

  10. Alidada dice:

    dolcissima poesia al profumo di rosa.. Buonanotte Robert 🙂

  11. Blue dice:

    mi siedo e assaporo ogni singola parola:emozione pura!

  12. Angie dice:

    Alle tue parole s’inchina il tempo,ferma il suo eterno viaggio per percepire  questo dolce canto che reca incomiabili emozioni.Scrivere oltre sarebbe inutile,il silenzio è il mio miglior apprezzamento.

    Angie

  13. Giogiò dice:

    …davvero senza parole…sai arrivare all’anima credo davvero Robert che tu abbia un grande dono il tuo modo di raccontare un sentimento così dissacrato e troppo spesso reso ridicolo, in questi due ultimi post si legge la luminosità del tuo cuore…solo una cosa, abbi sempre rispetto verso te stesso e non permettere a nessuno di toglierti e di sporcare il tuo cuore…sei un’anima bella Robert e dentro al tuo cuore troverai tutte le risposte e la voglia di continuare ad amare, è davvero meraviglioso l’amore che hai dentro…solo grazie….una carezza

  14. Serena dice:

    …”il silenzio più vasto e profondo”…un dono, questo, difficile da donare, che solo all’immenso ci può portare, che siamo tutti malati d’immenso, l’immenso del mare, l’immenso del sole, l’immenso del silenzio e delle parole…l’immenso, questo, dell’amore…

    Serena

Rispondi a Serena

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine: