Concorso di Emoz. 2007, Concorso di Emozioni

Spina ancor punge

Spina ancor punge
se groviglio di rovi
a districare le mani intendo
come nella macchia più fonda
fruttuose fronde cercando
e profumi di cìclami e ginestre
quel flutto d’amore
che ci avvolse e ci sospinse
a percorso unico e solenne.
Non vuoi gocce di sangue
ma vita sono.
Ti urta il mio rovistare
soffri per ogni ramo reciso
e proponi morbidi veli
oblio d’illusioni e tormenti.
Ma a me non basta
pace dimessa
sempre ad amore limpido tendo
a solare affetto vibrante
anche se pesano gli anni
e lacere appaiono le vesti.
Rose di macchia son stelle
sugli irti cespugli.

Cecilia

 

Podcast: Lettura e commento audio di Nicla Morletti e Robert

© 2007 – 2016, Blog Manuale di Mari. Tutti i diritti riservati

Pubblicato da Altri Autori

Autori ospiti del Blog Manuale di Mari che hanno presentato i loro libri e partecipato al Concorso di Emozioni.

48 pensieri su “Spina ancor punge”

  1. dorella dignola dice:

    Sono nuova nel blog degli autori e mi sono soffermata sui versi della tua poesia, cara Cecilia. Tra le righe ti ho vista e sono penetrata nel tuo animo scoprendo che sei una persona piena di sensibilità, lucida e profonda, capace di dirsi e di dire in poesia la tua vita.

  2. gilda dice:

    molto bella questa poesia complimenti Gilda

  3. arcoirisblues dice:

    … magnifico sfolgorio dell’amare senza essere intesi o compresi dall’altra anima… sensazioni che si suol provare quando ci doniamo e non veniamo capiti. Non importa, passerà dandoci nuova forza per affrontare un domani dell’essere, e poter arrivare con chiunque, nella dimensione del "tutt’uno"!!!

    arcoiris

  4. meravigliosa…non ho parole!

    Un amore che si protrae nel tempo…

  5. KumaPino dice:

    Quando i doni maturano, si scorge la fonte.

    Complimenti. Pino

  6. Luna70 dice:

    "Anche se pesano gli anni e lacere sono le vesti" mi sono piaciute moltissimo queste parole. Perché l’amore non ha età e non si deve essere ricchi per provarlo.

  7. Ilaria dice:

    Caro Francesco, sarà  una associazione misteriosa, ma è belissima…. 🙂

  8. Non so per quale strano processo mentale, (non sempre si riesce a decifrare la propria emozione), questi versi mi hanno riportato al "Simposio" di Platone. (dialogo sull’eros) Misteriosa la mia associazione.

    Bellissimi versi

    Un abbraccio

    Francesco

  9. il non accettare la staticità le illusioni,il voler vedere sempre il reale non la finzione,rovistare per trovare le risposte a costo di farsi male,bellissima descrizione della voglia di vivere un amore fatto di realtà e lealtà.Bella molto bella

  10. Querisia dice:

    Questa poesia "rovista", porta sia te che scrivi, ma anche chi ti legge , a rovistare dentro se stessi.

  11. Leggo, leggo e ti rileggo ancora.
    Mi hai lasciato senza parole, Cecilia.
    Cuore di donna intriso d’amore. Così puro. E così vero.

  12. nicla morletti dice:

    Una poesia bellissima dove "rose di macchia son stelle sugli irti cespugli".

    Complimenti

    Un abbraccio ad Ambra

  13. mericonci dice:

    Sono stata punta nell’anima…

    struggente davvero. 

  14. Korus dice:

    Si è sempre aperti e ricettivi al richiamo dell’amore…ancor di più quando "lacere appaion le vesti"…

  15. Mara dice:

    Raffinata e suggestiva. Un’opera davvero pregevole, cara Cecilia.

  16. Marilena dice:

    Una lirica d’autore. Immagini profonde ed intense, fortemente evocative.

    Bellissima!

    Marilena

  17. Vorrei potere ringraziarvi uno per uno, ma il lavoro preme, in questo periodo troppo. Spero in qualche pausa ma non so se ci sarà. Intanto, commossa, vi abbraccio tutti. Cecilia.

  18. IrinaP dice:

    Superba… apprezzo molto il poetare l’Amore e le sue sfumature (ma non solo) accostando i pensieri alle immagini della Natura: freschezza, vigore, nudità miste a colori e fragranze… infine, inevitabili i graffi che donano un tocco di rosso sangue al tutto: basta solo una goccia per esaltare immaginario e passione… “quando si fa la pace” 😉

  19. Alanis dice:

    a volte è difficile trovare le parole giuste per commentare delle poesie d’amore…posso solo dirti che questa tua poesia è molto bella e raffinata oltre che dolcissima …e poi la chiusa è spettacolare

    un abbraccio

  20. kykia dice:

    Difficile definire cos’è poesia; da Aristotele in poi, ogni classificazione pare arbitraria.
    Questa è poesia.
    E’ arte,"tecnè" e anima. E lascio da parte ogni interpretazione per godere del "diletto" immediato e gratuito.
    Complimenti.
    Chiara.

  21. Nicoletta dice:

    Versi ben composti.

    Concordo pienamente con i favorevoli commenti dei nostri amici autori.

    Ammirata!

    Un abbraccio

    Nicoletta Perrone

  22. massimo dice:

    Spina, rovi parole non molto usate ma purtroppo normali in una storia d’amore. Mi è piaciuta molto la frase finale " Rose di macchia son stelle sugli irti cespugli" Brava

  23. Maya dice:

    “Rose di macchia son stelle
    sugli irti cespugli”

    Che incanto questa poesia. Una chiusa dolcissima per questi versi raffinati e davvero molto sentiti.
    Immagini fortemente evocative per descrivere l’amore di una vita, un rapporto che  si intreccia come rami e rovi in un fondersi di linfa e d’amore, fra fioritura di giorni e spine che l’essere insieme inevitabilmente porta con sé. Ma quell’intreccio è un abbraccio inestricabile.

    Ancora una volta scorgo la profondità della tua anima e la tua capacità di tradurre la tua sensibilità in parole di trascinante forza.
    Complimenti sinceri.

    Ti abbraccio, cara amica Cecilia
    Maya

  24. Etain dice:

    Una lirica mirabile, cara Cecilia, di una forza e una profondità che tolgono il fiato. Hai ragione, l’Amore vero indossa quelle "vesti lacere" che lo rendono più bello.

    Complimenti!

  25. artemisia dice:

    Al solito, le poesie non le so commentare, ma cosa darei per saper scrivere in questo modo!

  26. francesca dice:

    un’intensità non comune, c’è qualcosa di più in questi versi…

    complimenti

  27. @ ceciliakellermann

    Verissimo Cecilia, esistono anche i cìclami e ho inserito l’accento giusto sia qui sia nel nell’Antologia.

    Grazie per la precisazione 🙂

  28. StregaLunare dice:

    Un sogno questi versi…delicati…vibrano …si percepiscono sulla pelle!!Un intarsio di parole.

    Dalila

  29. avca dice:

    Una poesia che non scende a compromessi,dei versi che richiedono un amore puro,anche se amare vuol dire ,qualche volta,anche dolore…

    Ben scritta,complimenti 

  30. Innanzitutto grazie a Nicla e a Robert, per la loro lettura, per la generosità dei loro commenti. Mi scuso per non aver posto l’accento sulla i di cìclami, parola un po’ desueta che non ho ricercato ma che  così è venuta nel ritmo del verso. Non so da quale cassettino della memoria sia giunta ma esiste.
    Grazie a tutti voi per i bei commenti, per aver compreso.
    Grazie alla mia cara figlia che senz’altro è un po’ partigiana ma al cui giudizio tengo in modo particolare.
    Un caro abbraccio. Cecilia -mariamartina.

  31. Blue dice:

    Amore come dono di Vita.

    intensa emozione leggerti. grazie. 

  32. JetStream dice:

    "sempre ad amore limpido tendo
    a solare affetto vibrante
    ".

    Trovo questi due versi bellissimi, o forse, solo meravigliosamente semplici, perché così siamo noi che scriviamo d’Amore, o forse, perché così vorrei essere!

    Pierpaolo "JetStream"

    P.S. … e cosa dire del commento, dolcissimo, di una figlia.

  33. I versi a dir poco fantastici , ma quest’ultimi li sento molto vicini…

    "…Ma a me non basta
    pace dimessa
    sempre ad amore limpido tendo
    a solare affetto vibrante
    anche se pesano gli anni
    e lacere appaiono le vesti…"

    Noi donne abbiamo il dono di rinnovare la fiamma dell’amore…

    Sei stata bravissima ti invio un’applauso virtuale,

    ma permettimi di farne un altro a chi ti hanno presentato e magistralmente commentato.

    Due voci ormai familiari

    che trasmettono emozioni

    senza pari.

    Ambra

  34. Grazie Butterfly, le tue parole sono una bella ricompensa 🙂

  35. butterfly dice:

    …ora passiamo alla poesia….davvero molto ricercata nelle immagini e nelle figure retoriche…si tratta di un’opera suggestiva…la cui lettura mi trasporta in un tempo remoto ma attuale nella sostanza. Mi piace molto l’uso del gerundio…complimenti…butterfly 

  36. Barbara dice:

    bella! semplicemente…un abbraccio

  37. Ars dice:

    "Ma a me non basta
    pace dimessa
    sempre ad amore limpido tendo
    a solare affetto vibrante
    anche se pesano gli anni
    e lacere appaiono le vesti.
    Rose di macchia son stelle

    sugli irti cespugli"

    Questa la parte che preferisco, che profuma di amore vero, nonostante le difficoltà che la vita insieme propone e che solo con amore vero e caparbio si riescono a superare.
    Questa lirica ci propone una donna che fa della sua vita un dono d’amore, ma che è ricerca costante senza "adagiarsi sugli allori". Un rinnovamento continuo in cui coinvolge il suo amato.
    Faticoso, ma ne vale la pena!
    Ammirata.
    Ars

    p.s.: che bello il commento di Ilaria con il suo sguardo di "figlia! 🙂

  38. Ilaria dice:

    Cara Mariamartina, o cara mamma,

    in questo caso non posso fare a meno di essere di parte e non posso fare a meno della mia opinione di figlia. Visto che  questa è la storia d’amore che parla di te e di babbo. Dalle tue parole trasudano tutta  la complessità del vostro rapporto, le vostre tempeste, le vostre quieti, i vostri piani di comunicazione sempre nuovi, sempre più approdonditi, le vostre difficoltà ma il vostro continuo intrecciarvi, il vostro continuo rinnovarvi, i nuovi germogli anche da pianta antica, come tutti i rapporti che durano negli anni…..emoticon

    Penso che sia una lirica paragonabile ad un classico. Ma questo mi viene suggerito, probabilmente, dall’amore di una figlia che tende ad indorare ed edulcorare i frutti dell’adorata madre….. emoticon

  39. Migratore dice:

    Bel connubio tra i coacervo di rovi e quello dei sentimenti, dove è sempre difficile districarsi senza graffiarsi… eppur è vita, è passione, è ogni passo che segue l’altro, quel che ci spinge ad addentrarci sempre più profondamente nella selva dei nostri pensieri.

    Complimenti, Antonio
     

  40. butterfly dice:

    E’ straordinaria questa iniziativa…la lettura e il commento audio sono davvero favolosi…riescono a far apprezzare in pieno l’opera…sin dal primo contatto avuto l’anno scorso con questo blog….ne ho sempre apprezzato la serietà, la disponibilità e la creatività…ma quest’anno non ho davvero parole!

    P.s. Anche se non c’entra nulla…Robert…vorrei farti i complimenti per la voce…butterfly

  41. piu’ rileggo queste splendide poesie piu’ mi stupisco delle sfumature che solo l’amore ha e voi sapete cogliere!molto bella

  42. Cecilia, ci offri con questa lirica un’altra bellissima prova della tua poesia. Complimenti! Ascolta i tuoi versi letti e commentati da Nicla Morletti.

    Un caro saluto.

  43. Bellissima, fin dalla prima volta che l’ho letta.
    Per chi “sempre ad amor limpido tende”.

  44. Ado dice:

    "sempre ad amore limpido tendo"… tutti noi siamo alla ricerca del sentimento puro.

    poesia molto ricercata e bella

    un abbraccio     

  45. bastapoco dice:

    Eh no, la pace dimessa non basterà mai a una donna, per quanto "passino gli anni e lacere appaiano le vesti".
    una grande verità pronunciata con una delicata e allo stesso tempo tagliente poesia.
    Ciao,

    Antonella

  46. Bellissima. Non serve dire altro…

    Un sorriso

    Lucretia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.
- Prima di inviare il commento puoi aggiungere una immagine: