Manuale di Mari, Petali maledetti

Luce

Luce con me
Vorrei qui, luce
tutta la luce del tuo cuore
che consuma, infinita, quella delle parole

Sei tu la mia vera vista
e quando non ci sei
io son cieco
Senza pace senza amore
scivolo nell’oscurità

I tuoi occhi.
In loro mi specchio.
Da loro mi affaccio
sul magnifico chiostro dell’anima.

Da quelle finestre
osservo il mondo e l’amo.
Scopro nei tuoi sguardi
quel riflesso di me
che amo perdutamente in te

Già ti amo. Sì.
Ho tutta la luce del tuo cuore negli occhi
e mi basta chiuderli per continuare a vederti
come se avessi fissato il sole.

Ed ora, senza te, sono cieco.

Manuale di Mari, Petali rossi

Mia

Mia
Non sei stata mai.
Anche quando il battito vicino del tuo cuore
Alimentava il mio
Eri sola con te stessa.

Tu sei scesa nelle viscere della mia solitudine
Come un fiume in piena
Travolgendo ogni residuo argine
Della mia coscienza

Ora ti vorrei qui
Nell’ansa tranquilla del mio abbraccio
Sotto un cielo quieto
Dentro il respiro di un giorno nuovo
Aspettando l’onda di un amore puro.

Manuale di Mari, Petali rossi

Immaginami tu

Immaginami tu
io voglio vederti
Pensami tu
io voglio toccarti
Sognami tu
io voglio baciarti
Io sono fuoco
e Tu sei acqua
Per spegnermi
dovrai annegarmi
Se mi mostri
le tue parole
io ti adoro
Se mi mostri
i tuoi occhi
io ti amo…

Manuale di Mari, Petali rossi, Poesia del Mare

Volo

Al primo calar delle ombre
ogni sera ti seguiamo
sorgendo nel rosso tramonto
dalle nostre rive oscure
stormo di gabbiani
noi sognatori vinti
dall’affinità col cielo
ci leviamo in volo
verso la rocca del tuo cuore.
Sotto di noi un immenso mare nero
E il nostro amore è così
Come il nostro volo
Non potremo fermarci mai senza annegare
Voleremo all’infinito e più in alto di tutti
noi che abbiam visto l’eternità
nel tuo sguardo ancipite

Manuale di Mari, Petali rossi

Quell’albero alto…

Quell’albero alto vorrei essere
lì in fondo al tuo giardino
che si erge sopra gli altri
testa di uomo
che nella folla dei ricordi
cerca il perduto amore

Proprio quell’albero vorrei essere
che accoglie il tuo sguardo
quando esci sul tuo balcone
per inebriarti con il profumo
che promana dalla mia cima eretta
cuore rosso di uomo che s’insinua nel tuo

Quell’albero scosso dal vento
che vicino alla tua melanconia
segue la fine di ogni stagione
e sembra più alto e più bello
dopo il tuo pianto improvviso
nell’arcobaleno dei tuoi sentimenti

Albero che invecchia
mantenendo quel ricordo di te
tendendo i suoi rami, braccia di uomo,
più forte e proteso che mai verso l’alto
per toccare una volta ancora
quel tuo infinito cielo azzurro.

Manuale di Mari, Petali antichi

Onda nera

Il ricordo di te
mi travolge ancora…
Onda nera della notte
Travolgente marea
Sali dentro di me
Monti sopra quest’anima
e la disperdi tra i tuoi flutti
Su questo brandello d’amore
i tuoi denti affondi
come uno squalo nero
Sono stato carne e anima
un filo rosso di passione
teso sul baratro dei sogni
vibrante desiderio
e delirante speranza
promessa e illusione
Io ti aspetterò
perchè, sai, qui
soffia lo stesso vento
quel moto di sempre
che ti riporterà a me
Qui tra questi battiti
ci sarà ancora una volta
il mio respiro per te…

Manuale di Mari, Petali antichi

Quando la notte

Quando la notte,
affrancata dall’incubo solito,
mi è amica
questa stanza
un tempo vuota e cupa prigione
è tempio maestoso
a te consacrato
ed io l’officiante
io il solo devoto
del rito eterno che si rinnova

Vago con la mente
ti cerco tra le stelle,
vera Luna della mia vita notturna
e nel buio del mio stambugio
io sono una bianca tela
che muove lenta leggera
come candida vela
avida d’amore d’amore foriera
a rapire per sempre
i tuoi tenui colori

Manuale di Mari, Petali antichi

Destarsi è bello

Destarsi è bello
nella luce del sole
più calda
in pieno giorno
per vederti dormire
e sentirsi l’artista
che ha dipinto la felicità
sul tuo volto che dorme

Destarsi è bello
è sublime
fra le tue braccia
e la solitudine
le fredde lenzuola
di un anno fa
di un giorno fa
son già remoto
evanescente ricordo

Destarsi è bello
per sentire il tuo cuore
scandire i suoi battiti
sul mio petto
il tuo respiro
come un caldo zeffiro
alitare sulla mia pelle

Destarsi è bello
per odiare il sonno
la notte assassina
il sogno che adombra la realtà
che ci defrauda
di ore minuti preziosi

Destarsi è bello
per odiare l’abbandono
che ci prende
dopo le lunghe giornate
trascinandoci nei suoi angusti corridoi
e come in un oscuro labirinto
la nostra coscienza disperde…

Manuale di Mari, Petali antichi

Certe lacrime…

Certe lacrime...

Certe lacrime
Scendono lente inesorabili
come fili di lava
ti scavano il viso
ma non spengono il dolore
che infiamma nel vulcano

Certe lacrime
Piccoli specchi crudeli
riflettono a uno a uno
i colori del tuo viso
così bello così dolce
come un ricordo d’infanzia

Certe lacrime
Scendono sole, senza pianto
e si dileguano subito
a contatto con il mio corpo
che in una notte senza luna
arde di desiderio per te

Certe lacrime
Cadono improvvise
per frangersi con violenza
contro le mie mani
flutti di un mare in tempesta
si scagliano contro di me

Certe lacrime
Così infinitamente piccole
così infinitamente grandi
che potrebbero affogarmi
nello stillicidio dell’anima
sembrano gocce di sangue

Manuale di Mari, Petali antichi

Respiro

Sono nel tuo respiro
Respira lentamente
E mi lascerai senza fiato
Respira profondamente
E mi darai la vita

Sono nel tuo respiro
Respira lentamente
E mi lascerai senza fiato
Respira profondamente
E mi darai la vita
Trattieni il fiato
E mi darai la morte

Sono nei tuoi occhi
Guarda il cielo
E io vedrò la luce
Di un nuovo giorno
Fissa la volta notturna
E io vedrò un firmamento di stelle
Brillare solo per me

Volgi il tuo sguardo al mare
E io mi perderò
In quell’azzurrità crespa e spumosa
Chiudi gli occhi e sogna
E il mio spirito
Ondeggerà per sempre
Accanto al tuo

English version:

Breath

I’m in your breath
Breathe slowly
And you will leave me breathless
Breath deeply
And you will give me life
Hold your breath
And you will give me death

I’m in your eyes
Look at the sky
And I will see the light
Of a new day
Gaze to the nocturnal archway
And I will see a firmament of stars
Shine just for me

Turn your gaze to the sea
And I will lose myself
In that crisp and foamy blackness
Close your eyes and dream
And my spirit
Will always wave
Next to your

French version:

Souffle

Je suis dans ton souffle
Respire lentement
Et tu me laisseras sans souffle
Respire profondèmment
Et tu me donneras la vie
Retient ton souffle
Et tu me donneras la mort.

Je suis dans tes yeux
Regarde le ciel
Et je voirrais la lumière
D’un nouveau jour
Fixe la voûte nocturne
Et je voirrais le firmament des étoiles
Briller que pour moi

Lève ton regard vers la mer
Et je me perderais
Dans l’azur crêpu et brumeaux
Ferme les yeux et rêve
Et mon ésprit
Se balancera pour toujours
Près du tien