Il commento di Nicla Morletti

1860. Improvvisamente l'Italia di Maso BiggeroUn eccellente libro “1860. Improvvisamente l’Italia”, scritto da Maso Biggero e che esce proprio nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Scrive l’autore: “La partita tra borbonici e camicie rosse si sarebbe giocata sulle rive del Volturno. L’evento avrebbe potuto cambiare la vita e i destini di quella gente e di quelle terre. Ma la terra e le genti non sembravano accorgersi di essere la scena e i protagonisti di una storica rappresentazione che era già cominciata.”
Dalla fluente penna di Maso Biggero si dipanano tra le pagine, con puntuale attenzione ai singoli episodi, le vicende del 1860, con la Battaglia del Volturno vinta da Garibaldi, evento decisivo e determinante per la nascita dello Stato Italiano che verrà ufficialmente proclamato il 17 marzo del 1861.
Un libro ricco di eventi e accadimenti. Personaggi scaturiti dalla fantasia dell’autore interagiscono con i protagonisti veri di quegli anni, aggiungendo un tocco di fascino a pagine di grande impatto emotivo. Accattivante la figura di Anita che non era la compagna sudamericana dell’Eroe dei Due Mondi, ma una contadina di Morrone, paese di poche case arroccate sul crinale di una collina.
Una scrittura lineare, attenta e precisa, quella di Maso Biggero, giornalista che ha scritto per il Corriere della Sera, Corriere d’Informazione, Giorno, Il Mondo, l’Unità, Paese e Paese Sera. Una narrazione, questa di amori, passioni e battaglie. La scrittura di un grande maestro del giornalismo italiano a cui è stato assegnato il Premio Speciale Targa Il Molinello 2011.

1860. IMPROVVISAMENTE L’ITALIA
di Maso Biggero

Zines

2010, p. 198
Ordina 1860. Improvvisamente l’Italia di Maso Biggero

Maso Biggero, giornalista, ha scritto per Corriere della Sera, Corriere d’Informazione, Giorno, Il Mondo, L’Unità, Paese e Paese sera, Vie Nuove, Historia.
Ha trascorso la sua infanzia a Caserta dove è nato quando quel territorio non aveva ancora subito la mutazione socio economica che, nella seconda metà del secolo scorso, l’ha trasformato da agricolo in industriale.
Negli anni trenta la città era ancora del tutto simile a quella nella quale si muovevano i protagonisti della battaglia del Volturno. 1860 Improvvisamente l’Italia è, quindi, il reportage di un cronista su un evento cruciale della storia del nostro Paese e, insieme, il viaggio nell’infanzia di chi è già approdato all’età in cui i ricordi diventano gli insostituibili compagni nella strada ancora da percorrere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -