In volo nei cieli della letteratura con Sulle Ali di Carta, il nuovo progetto radiofonico di Enrico Ruggeri.

Il popolare cantautore e conduttore radiotelevisivo ha presentato in questi giorni “Sulle Ali di Carta”, la nuova iniziativa di Radio 24

Ogni mercoledì dall’8 febbraio, alle ore 15.30

I grandi personaggi della letteratura prendono vita, ogni mercoledì a Il Falco e il Gabbiano su Radio 24. Enrico Ruggeri racconta le loro vite straordinarie come se fossero vere, per ripercorrere le storie e le emozioni, i colpi d’ala e le cadute.

Ogni giorno, a Il Falco e il Gabbiano sono protagoniste vite straordinarie, di persone che sono riuscite a realizzare un sogno, di chi ha avuto cadute e si è rialzato e di chi è riuscito a lasciare un segno. Ma anche la letteratura ha creato personaggi straordinari, che dalle pagine dei libri hanno lasciato il loro segno nella vita di chi li ha letti.

Personaggi ricchi di valori e che con le loro vicende hanno insegnato a molte generazioni come affrontare la vita.

Sulle Ali di Carta è l’appuntamento settimanale in cui, ogni mercoledì, Enrico Ruggeri ripercorre le storie e le sfaccettature di questi personaggi che hanno segnato l’immaginario collettivo grazie alla penna di scrittori entrati nella storia della letteratura.

Protagonisti di romanzi eterni, che hanno superato la prova del tempo e che sono così radicati nella nostra cultura da essere più veri dei personaggi reali, quelli in carne e ossa che il Falco e il Gabbiano racconta ogni giorno.

Un appuntamento settimanale dedicato ai personaggi della letteratura, per ricostruire cosa era successo nella vita di Edmond Dantes, qual è stato il momento più difficile nella storia del Capitano Achab di Moby dick, che cosa è successo nella vita di Anna Karenina, perché Don Rodrigo era crudele e don Fabrizio Salina disilluso. E poi ancora Nemecsek dei Ragazzi della via Pal, il Conte di Montecristo, Dorian Grey e il Gattopardo.

Un modo per raccontare la cultura rendendola viva, e riempiendola di emozione, come è nello stile di Radio 24. Un’occasione per ricordare le storie che hanno segnato la nostra formazione, e perché no raccontarle ai più giovani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

* L'asterisco indica che i dati da inserire sono obbligatori. Il tuo indirizzo email sarà visto solo dalla Redazione e, in determinati periodi, dagli autori dei libri che hai commentato.