martedì, Settembre 22, 2020

Domenico Distefano

Domenico Distefano nato il 18 Febbraio 1948 a Montalbano Elicona (ME), dove risiede. Laureato in lettere classiche presso l’università di Messina, ha insegnato materie letterarie nelle scuole secondarie. Attualmente è pensionato. Ama la vita e la natura e nel tempo libero coltiva la passione per la poesia. I suoi versi lasciano intravedere una personalità protesa a carpire i segreti dell’anima. Ha partecipato ed ottenuto diversi riconosci­menti in concorsi letterari. Sue liriche sono pubblicate in riviste e antologie di premi letterari.

Il giorno non è mai troppo lungo di Domenico Distefano

Un bellissimo libro di poesie che racchiude in sé i palpiti della vita, i sentimenti più profondi, i frutti più dolci della memoria.

FIERA DEL LIBRO PER L'ESTATE

Il professore di italiano di Marcello Signorini

Il professore di italiano di Marcello Signorini
24
Bellissima storia d'amore tra un professore liceale quasi sessantenne e una bella ragazza ventenne, raccontata dall'autore con delicatezza e sottigliezza psicologica.

Un nuovo inizio di Arianna Capogrossi

Un nuovo inizio di Arianna Capogrossi
14
Un viaggio interiore della protagonista, proprio a cavallo del lockdown, tra ostacoli da superare, paure, incertezze e nuovi amori, porterà all'acquisizione di nuove consapevolezze e alla riscoperta di sé stessa.

Il collegio dei segreti di Paolo Arigotti

Il collegio dei segreti di Paolo Arigotti
10
È esistita una resistenza tedesca contro il nazismo? Se si, chi furono coloro che trovarono il coraggio di opporsi, spesso a rischio della vita propria e dei familiari? A queste domande risponde il romanzo storico di Paolo Arigotti.

Liceo a Luci Rosse di Paola Lena

Liceo a Luci Rosse di Paola Lena
28
Una storia che fa riflettere e che accende mille campanelli di allarme; una storia che, nella sua folle assurdità, risulta essere purtroppo possibile e fin troppo reale.

BeatriX di Cristiano Venturelli

BeatriX di Cristiano Venturelli
49
Quale potere è racchiuso in uno sguardo? Secondo gli antichi, lo sguardo, quando ha raggiunto tutta la forza di penetrazione e di influenza di cui è capace, diventa un'arma terribile.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI