venerdì, Aprile 10, 2020

Redazione

953 ARTICOLI32 Commenti

La ragazza con la Leica di Helena Janeczek

La ragazza con la Leica di Helena Janeczek è il romanzo vincitore del Premio Strega 2018 La ragazza con la Leica di Helena Janeczek racconta...

Libri sotto l’Albero 2017

- Sessione invernale della Fiera dei Libri on line - dal 10 dicembre al 10 febbraioFiera  2017 | Mostra dei libri organizzata dal Portale letterario Manuale di Mari - Leggi, commenta e ricevi libri in omaggio!

D’Autunno, Libri in Fiera 2017

- Sessione autunnale della Fiera dei Libri on line - dal 25 settembre al 25 novembre 2017 | Mostra dei libri organizzata dal Portale letterario Manuale di Mari - Leggi, commenta e ricevi libri in omaggio!

Dentro l’acqua di Paula Hawkins

Paula Hawkins ci regala un thriller incredibilmente avvincente, che ci farà girare le pagine in modo compulsivo, fino all'inaspettata, sconvolgente rivelazione finale.

Innocenti e gli altri di Dana Spiotta

In Innocenti e gli altri Dana Spiotta conferma il suo straordinario talento, conducendo il lettore, con una scrittura vivida e ricca, nei labirinti di tre donne che giocano con la propria innocenza fino, forse, a perderla.

Le otto montagne di Paolo Cognetti

Una storia di amicizia tra due ragazzi - e poi due uomini - così diversi da assomigliarsi, un viaggio avventuroso e spirituale fatto di fughe e tentativi di ritorno, alla continua ricerca di una strada per riconoscersi. Vincitore Premio Strega 2017

La più amata di Teresa Ciabatti

Teresa Ciabatti ricostruisce la storia di una famiglia e, con essa, le vicende di un'intera epoca. Un'autofiction sincera, feroce, perturbante, che nasce dall'urgenza di fare i conti con un'infanzia felice bruscamente interrotta.

La compagnia delle anime finte di Wanda Marasco

«Anime finte» che, nelle profondità ipogee di una città millenaria, attendono, come Vincenzina e come la stessa Rosa, una riparazione che arriverà, sorprendente e inaspettata, nelle pagine finali del libro...

È giusto obbedire alla notte di Matteo Nucci

Lo chiamano tutti «il dottore» perché sembra venuto a offrire le sue cure. Ma hanno anche intuito che quest'uomo, di quasi cinquant'anni, in realtà si è ritrovato fra loro per curare se stesso. Qual è il suo passato?

Un’educazione milanese di Alberto Rollo

Questa è una ricognizione autobiografica ed è il racconto della città che l’ha ispirata. Si entra nella storia dagli anni Cinquanta: l’infanzia nei nuovi quartieri periferici, con le paterne “lezioni di cultura operaia”...
- Advertisment -Fiera dei Libri on line

NEWSLETTER MANUALE DI MARI