[youtube id=”Ek7aaXt-HCQ” mode=”normal” autoplay=”yes”]

E’ in svolgimento a Bari – da sabato 5 a sabato 12 aprile 2014 – la quinta edizione del Bif&st-Bari International Film Festival, posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana.

Nel corso degli otto giorni della manifestazione sono programmati 332 diversi appuntamenti, 238 dei quali sono proiezioni. Di queste, 54 sono a ingresso gratuito, in particolare per il Tributo dedicato a Gian Maria Volonté che contiene in totale 75 appuntamenti. Fra concorso e fuori concorso, comprese repliche e retrospettive, verranno proiettati 141 lungometraggi, 44 cortometraggi, 40 documentari, 14 Eventi speciali e altro presentati nel Teatro Petruzzelli e nelle altre 11 sale della città impegnate dal Bif&st anche per le mostre, le tavole rotonde e i laboratori. Il costo di questa imponente Festa del Cinema – che nel 2013 ha fatto registrare 70.000 presenze per i 402 eventi in programma – è di poco superiore al milione di euro netti, e più esattamente: € 1.300.000, IVA 22% inclusa, a valere sui fondi del P.O. FESR Puglia 2007-2013 Asse IV. La somma impegnata per il Bif&st è rimasta invariata negli ultimi 4 anni, nonostante l’aumento dei costi e la maggiore incidenza dell’IVA, un costo non scaricabile.

LE GIURIE DEL BIF&ST 2014
Sono cinque le giurie che valuteranno i film selezionati per la quinta edizione del Bif&st:
1. Lo sceneggiatore e regista Francesco Bruni guiderà la giuria del pubblico, composta da 30 spettatori, che attribuirà il Premio Bif&st 2014 al regista del miglior film in concorso dei 10 selezionati per il “Panorama internazionale”.
2. La giuria espressa dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) –composta da Valerio Caprara, PaoloD’Agostini, Piera Detassis, Fabio Ferzetti, Anton Giulio Mancino, Paolo Mereghetti, Franco Montini, Sergio Naitza, Silvana Silvestri – vaglierà gli 11 film italiani della stagione 2013-2014 (non opere prime o seconde) selezionati dalla direzione artistica del Bif&st per la sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi.
3. Il regista Giuliano Montaldo sarà il presidente della giuria composta da 30 spettatori che valuterà i 12 film ammessi alla sezione ItaliaFilmFest/Opere Prime e seconde.
4. Il critico d’arte e documentarista Achille Bonito Oliva sarà alla testa della giuria di 30 spettatori che valuterà i 12 film ammessi alla sezione ItaliaFilmFest/documentari per assegnare il Premio Vittorio De Seta al regista del miglior documentario.
5. Per la sezione autonoma Arcipelago, infine, saranno ancora 30 i componenti la giuria presieduta dal produttore Nicola Giuliano (La grande bellezza) che assegnerà il Premio Michelangelo Antonioni al regista del miglior cortometraggio fra i 16 ammessi in ConCorto.

Maggiori informazioni sull’evento nel sito ufficiale della manifestazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -