domenica, 3 Marzo 2024
HomeNarrativaAutori italianiCharlie di Antonio Pistarà

Charlie di Antonio Pistarà

-

Charlie di Antonio Pistarà

Charlie di Antonio Pistarà, il nuovo romanzo dell’autore di A.I. Anestesie incoscienti

Charlie di Antonio Pistarà, storia di un bambino in fuga dall’infanzia

In Charlie l’autore adulto interloquisce con il suo alter ego bambino attraverso lettere, osservazioni e riflessioni psicologiche sulla figura paterna. Il racconto è la narrazione dell’infanzia e della fanciullezza del protagonista. Vengono raccontati una serie di episodi di grande impatto emotivo tra cui le violenze fisiche e psicologiche subite. Il nonno, interprete di queste violenze, è la figura che sovrasta tutti gli altri personaggi, madre nonna e fratelli, e che domina la scena. Un orco che sottomette fin dall’inizio il piccolo protagonista e tutti quelli che ruotano attorno alla casa degli orrori. Il bambino deve attuare tutta una serie di strategie per sfuggire alla ferocia dell’aggressore.

Leggi anteprima

Prologo

Ce lo siamo chiesti tutti, almeno, una volta nella vita.
Perché sono nato?
Chi ha avuto il diritto di decidere per me se venire al mondo o no.
Salve a tutti, io sono Rudy, ormai uno uomo cresciuto che porta dentro di sé quel bambino che tutti conserviamo nella memoria dei ricordi, in angoli più meno reconditi dell’anima e della coscienza.
Chi di voi ha avuto un’infanzia felice alzi la mano.
Sì, sì, vi vedo. Siete in tanti.
Molti bambini nel mondo, per sfortuna, caso, o per conseguenza diretta del libero arbitrio finiscono dritti all’inferno poco dopo essere nati.
Per alcuni un inferno che ha luci, colori, suoni, pareti, muri, orecchie e persone, ma che dapprima non riconosci, se non per quell’atavico istinto materno o paterno, che ci permettere di attaccarci, da subito, al seno di nostra madre prendendo da lì tutti quegli elementi che ci portano a diventare, spesso e se tutto va bene, sani e forti.
A diventare adolescenti.
Vi racconterò, con il cuore in mano e i ricordi ancora vividi e taglienti come lame, la storia di Rudy, della sua nascita, di chi o cosa ha deciso per lui all’inizio. Figlio di una coppia, Melissa e Giovanni, minorenne a quel tempo, che sulle note di “Another Brick in the Wall”, decisero di metterlo al mondo.
Vi racconterò delle immediate tragedie che, da subito, il piccolissimo Rudy ha dovuto subire per la contesa del trofeo illegittimo; vittima di un rapporto fugace, rubato, che mai si sarebbe dovuto consumare, o tutt’al più, non sarebbe dovuto finire con una gravidanza indesiderata.
Per tutti.
Anche per Rudy.

12 Novembre 1979

Sono le undici della sera, circa, quando Melissa, in una nota clinica palermitana si appresta a mettere alla luce il suo bambino.
Mio nonno materno, Andrea, era lì con lei. C’era anche mia nonna Matilde che, nell’attesa, chiamava dal telefono privato della stanza amici e parenti per annunciare la prossima nascita, che dal lì a qualche minuto sarebbe arrivata.
Alla mezzanotte e trenta ecco che il neonato Rudy emerge da quel buio durato nove mesi.
Un parto spontaneo, quello avuto da Melissa, anche molto doloroso.
Immediatamente, Andrea, il papà di Melissa, chiama il padre di Rudy, Giovanni, per comunicargli l’avvenuta nascita.
Voi vi chiederete: come mai il padre, seppur minorenne, non era presente insieme a nessuno dei suoi diretti parenti
Beh, la risposta è semplice: aveva sonno e nella sua testa nessuno lo avrebbe smosso dal suo letto, lo stesso in cui lui aveva generato il suo bambino.
Letto in cui si sarebbero consumate le prime violenze a Melissa quando comunicò a Giovanni della sua gravidanza.
Per capire questo dobbiamo fare un passo indietro.
Di nove mesi.
Ripercorrendo, seppur brevemente, la storia di Melissa e Giovanni.

Nove mesi prima

Sono una coppia come tanti, Melissa e Giovanni: giovani, spensierati, irresponsabili e pieni di vita.
Un’età in cui può accadere di tutto, pure di mettere al mondo un figlio.
Così fu.
Un pomeriggio tranquillo e caldo del febbraio del ‘78, a casa di Giovanni regnava la pace, con lui, a fargli compagnia, Melissa.
Nessuno poté fermare questi due giovani amanti dal non cedere alla passione del desiderio di unirsi, quando i Pink Floyd iniziarono a diffondere la loro musica dallo stereo a giradischi con la canzone “Another Brick in the Wall”.
Quello fu il momento catartico dove, ancora in uno stato, due atomi iniziano la loro danza ancestrale, prima della loro fusione dando luogo alla prima cellula: la vita; che presto sarebbe stata sgradita a tutti. Tranne che a Melissa.

Charlie. Storia di un bambino in fuga dall’infanzia
di Antonio Pistarà
Editore: Il mio libro
Anno pubblicazione: 2023
Copertina flessibile: 112 pagine

 Ordina questo libro
Charlie di Antonio Pistarà

FIERA DEI LIBRI ON LINE

LIBRI IN OMAGGIO! Per ricevere copie omaggio dei libri che commenti iscriviti alla Newsletter dei Lettori inserendo il tuo indirizzo postale completo di nome e cognome del destinatario.

28 Commenti

5 1 vote
Rating Articolo
Notifiche
Notificami
guest

28 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
luigi giudici
luigi giudici
9 giorni fa

E’ un libro che mi piacerebbe leggere , ho letto quanto qui pubblicato e mi sembra molto interessante

Andrea Emanuele Caramazza
Andrea Emanuele Caramazza
11 giorni fa

È un libro che ti fa riflettere sulla fragilità dell’infanzia e sulla forza interiore dei bambini. La storia di Charlie è commovente e toccante perché ci fa vedere il mondo attraverso gli occhi di un bambino che deve affrontare situazioni difficili e spesso dolorose. La scrittura è così intensa che ti coinvolge emotivamente e ti fa sentire come se fossi lì, al fianco di Charlie, mentre lotta per la sopravvivenza. Le descrizioni dei paesaggi e dei luoghi sono così vivide che sembra di essere lì, al fianco di Charlie, mentre cerca di trovare la sua strada nella vita. La storia… Leggi il resto »

Valentina La Cecilia
Valentina La Cecilia
1 mese fa

Un’anteprima che si presenta autentica e più che mai realistica di un’epoca che non smette di ripetersi. Quell’epoca in cui i giovanissimi non sono preparati ad affrontare le emozioni e le conseguenze dell’amore istantaneo. Una situazione che si presenza contorta già dalla presentazione del ‘cast’ e che in poche righe mi ha coinvolta nella lettura e… E poi?
Curiosa di sapere come la storia possa essersi evoluta fino ai fatti atroci che ha subito il protagonista.

Mariliana
Mariliana
1 mese fa

I bambini non dovrebbero essere in fuga, purtroppo la societa’ odierna non ha ancora capito che i bambini devono avere tante attenzioni e crescere in ambienti sani per il loro futuro e per chi un giorno dipendera’ da loro. Mi sono commossa molto , una storia che cattura il cuore e fa nascere tanti interrogativi. Mariliana

Gianmarco
Gianmarco
1 mese fa

Un libro che fa sicuramente pensare, riflettere ma anche male; si percepisce dolore.
Spero di poterlo leggere; potrei crescere dopo una lettura simile

Sara
Sara
1 mese fa

Mi piace sapere di poter scrivere lettere e riflessioni che si possono rivolgere a chiunque sappia ascoltare.
Un libro che spero di poter leggere il prima possibile

Gianmarco
Gianmarco
Risposta a  Sara
1 mese fa

Per un certo momento mi è sembrato di tornare ragazzino.
Grazie

Antonio Pistarà
Antonio Pistarà
2 mesi fa

Salve a tutti,
Sono l’autore di Charlie: Antonio Pistarà.
Vi informo che ho un regalo per tutti, per la fine dell’anno, da parte di Rudy e Charlie.❤️

A partire dalla mezzanotte di oggi e per 30gg l’ebook di Charlie sarà a ZERO euro.
Avete capito bene. Per tutto il primo mese del 2024 avrete la possibilità di scaricare e stampare (se volete) la storia del piccolo Rudy.

Ci sentiamo tra le righe, dunque…
Rudy

Cristina Verde
Cristina Verde
2 mesi fa

Un libro che rispecchia alcuni episodi della mia infanzia mi piacerebbe poterlo leggere

Caterina
Caterina
2 mesi fa

Complimenti, per aver scritto una storia tanto reale quanto attuale . Se avrò l’ opportunità di leggerlo ne sarò onorata .

Antonio Pistarà
Antonio Pistarà
2 mesi fa

Salve a tutti, mi chiamo Antonio Pistarà e sono l’autore del libro “Charlie. Storia di un bambino in fuga dall’infanzia”. Volevo ringraziare personalmente uno ad uno tutti coloro che stanno commentando nella speranza che possiate leggermi tutti. Anzi, che possiate leggere la storia del piccolo Eudy

Salvatore Cicero
Salvatore Cicero
Risposta a  Antonio Pistarà
2 mesi fa

Grazie, spero di leggerlo presto.
Cordiali saluti

Antonio Pistara
Antonio Pistara
Risposta a  Salvatore Cicero
2 mesi fa

Certo Salvatore.

Salvatore Cicero
Salvatore Cicero
Risposta a  Antonio Pistara
2 mesi fa

Grazie

Cristina Verde
Cristina Verde
Risposta a  Antonio Pistarà
2 mesi fa

Io ci spero e Le sicuro buon anno

Salvatore Cicero
Salvatore Cicero
2 mesi fa

Questo è un libro che merita di essere studiato e letto attentamente.
Sicuramente sarà emozionante, molto toccante.
Può farti riflettere, puoi immedesimarti nella storia per riuscire a capire quanto sia delicato e per certi versi doloroso questo tema. Molto Desideroso nel riuscire a leggerlo.
Cordiali saluti

chiara
chiara
2 mesi fa

Una storia difficile, emozioni forti e tanto coraggio. Ma ciò che veramente mi ha colpita è la frase “storia di un bambino in fuga dall’infanzia”…non dovrebbe essere così per nessun bambino ed invece lo è per troppi. Vorrei poter leggere questa storia seppur difficile da affrontare.

Valentina Pisano
Valentina Pisano
2 mesi fa

Dalla copertina fino all’ultima riga di anteprima ho avuto una grande sensazione di emozione e commozione. Percepisco un racconto davvero profondo e riflessivo, spero di leggerlo presto!

Anna Maria Refano
2 mesi fa

Un’ anteprima molto toccante. Traspare subito il dolore del protagonista. E la copertina molto significativa…un orsetto dolce e delicato ma molto fragile, fasciato in bende e cerotti per “aggiustarsi” e fare guarire le ferite…seppur le cicatrici restano…
Mi farebbe piacere poter conoscere eglio Rudy e tutto ciò che ha da raccontare e insegnarci…

Maria
Maria
2 mesi fa

La storia di Melissa e del piccolo Rudy mi ha conquistata dalle prime righe. Sono certa che sia una lettura complessa e commovente, spero solo che Rudy riesca a trovare la strada per superare tutto.

Vanessa.Dt
2 mesi fa

Una storia molto profonda e riflessiva, fatta di dolori e amarezze ma una grande voglia di riscatto per la propria libertà, per la propria vita. Spero di capire e conoscere di più questo libro.

Teresa
Teresa
2 mesi fa

Una storia che già dalle prime righe spinge a riflettere, traspare molto dolore e molta sofferenza dalle prime parole di questa anteprima. Mi ha colpito molto nel profondo e spero tanto di avere la possibilità di leggerne il seguito.

Fatima
2 mesi fa

La copertina davvero molto significativa. Questa tematica mi ha toccata particolarmente. L’infanzia è un periodo di spensieratezza, fatto di amore e risate, di genitori e nonni amorevoli ma leggere l’anteprima e la trama del romanzo, mi ha fatto ricordare che purtroppo non per tutti è così. Le violenze psicologiche e fisiche possono subirle anche i bambini, che ne risentono poi da adulti, diventando a loro volta (non sempre) violenti, insicuri e con vari problemi relazionali. Purtroppo è una realtà che ritroviamo frequentemente, da persone che dovrebbero proteggerci e insegnarci la pace, il supporto e l’amore. Persone che sono la nostra… Leggi il resto »

Maria Guidi
2 mesi fa

Poche righe che hanno già trasmesso brividi e fatto percepire dolore. Mi spiace molto che sia ispirato a una storia vera, un libro che sicuramente fa male. Spero che sia servito all’autore per far pace col passato.

Jessica
2 mesi fa

Una sinossi davvero forte che spiega molto bene la scelta della copertina.
Inoltre sono del parere che tutti noi dovremmo fare chiarezza e dialogare con il nostro “io” bambino per capire la motivazione di molte scelte della nostra vita

Anna Nenci
Anna Nenci
2 mesi fa

Le storie vere sono quelle che ti lasciano il segno, che ti arrivano al cuore ed emozionano nel profondo❣️

Caterina
Caterina
2 mesi fa

Questa è sicuramente una storia che farà riflettere , commuovere e farsi tante domande. Chi ha avuto un’ infanzia felice? La domanda che si pone il protagonista. E io rispondo, non tutti. Mi piacerebbe leggere questo libro perché alcuni aspetti mi sono comuni . Spero di averne la possibilità.

simona
simona
2 mesi fa

Una trama davvero interessante.Una domanda che pendo un po’ tutti ci siamo posti.

Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE

28
0
Libri in omaggio per chi commenta!x