venerdì, Agosto 7, 2020
Home Fiera dei Libri on line Da madre a figlia di Alessandra De Leoni

Da madre a figlia di Alessandra De Leoni

-

Da madre a figlia di Alessandra De Leoni

Questa singolare avventura in versi di Alessandra De Leoni, racchiusa in un libro di infinita poesia, inizia con una dedica meravigliosa: “Questa raccolta di poesie vuole essere un grazie a quelle persone che con la propria sensibilità e intelligenza mi hanno insegnato quanto sia stupendo vivere, e che la vita è essenzialmente amore. Primi fra tutti i componenti della mia famiglia, a loro un grazie di cuore.”
Parole di grande bellezza, un vero e proprio inno all’esistenza che prosegue nei mirabili versi che si susseguono pagina dopo pagina, poesie fatte di luce, di tremule stelle, di incanti e stupore del cuore. Domina l’amore per il creato e per le persone care. Si fa più forte la passione quando questa giovane e promettente autrice scrive: “Nelle notti di luna piena vieni mia dolce metà…” Si rimane incantati da quegli abbracci che sanno di vino d’annata, di spuma di mare, di unità d’amore. Abbracci dal sapore di cose buone e pure. Il tutto si trasforma in un canto esaltante, vivo, portatore di speranze nuove, mentre si innalza dolce una liricità toccante da cui emergono echi di sapori, profumi, visioni lontane ma pur vive nella memoria. Par quasi di sentire l’odore del mattino, di vedere la luce che trafigge i mattoni delle case, i panni stesi sui balconi. Un incanto senza fine. Cos’è la vita? La vita è un fiocco d’oro, una tovaglia ricamata di tulipani rossi e gialli, un’estate d’amore, una notte di luna piena. Un salto nel blu. E’ bello vivere, resistere, morire. Questo il messaggio essenziale di Alessandra De Leoni. L’autrice, dalla profonda anima poetica, scrive il suo verso con spontaneità e scorrevolezza, ma soprattutto con armoniosa musicalità e infinito amore. Nicla Morletti

Anteprima del libro

Il filo di cotone bianco

Il filo di cotone bianco,
sottile oggetto mutante,
s’adatta a creare
figure d’ogni genere
raccolto con amore
sulla tela:
una farfalla compare
su di un fiore,
rami tondeggianti
con foglioline sparse:
come un attimo di vita
primaverile,
odore di mare,
salsedine salata
e la coppia passeggia
innamorata
a piedi nudi
sulla riva,
abbandonando
alla deriva
il momento fuggente
d’essenza di vita.

***

Il riflesso del mio viso

Il riflesso del mio viso
sulle lenti dei tuoi occhiali
somiglia
alla pozzanghera
sgangherata
macchiata dai colori del cielo.
E l’olio verde d’amarezza
nasconde il dolce sorriso
d’un aspra giornata di te.

***

L’asse da stiro

l’asse da stiro,
l’asse del mondo
stirato in una
stecca di liquirizia,
diventa
Il desiderio gommoso
di un morbido
abbraccio
fraterno.

***

Un salto nel blu

Un salto nel blu
sotto un cielo di stelle tremule,
il volare fuori dal guscio dell’uovo penzolo
sostenuto, sospeso,
da un puro filo di seta
appuntato allo spigolo
dolce amaro
delle ebbre labbra,
sguardo severo,
ovale giusto,
farfalle come desideri si librano
negli anfratti della mente,
s’esprimono con leggera armonia
nell’aria perfetta d’un canto di vita.
Occhi blu, capelli neri.

***

Ad Annamaria

Ti sento,
ti ascolto,
i piccoli gesti che mi carezzano
di sorprese
sono il suono di una vita
dentro un’altra vita,
di un amore
dentro un altro amore,
di un sogno
dentro lo stesso sogno.
Mi torna la mente
alla fiaccola che riluceva,
lenta e stanca,
ma viva e continua
nell’ardere d’amore
sempre e comunque.
Mentre il nonno Nazareno,
seduto sulla seggiola di legno,
rannicchiava tutto il corpo
nel camino
e si scaldava;
il vecchio lavandino
perdeva gocce
trasformate subito
in pareti della stalattite;
l’orologio
fisso nella solita ora
scandiva impietoso
la mezza razione
di pane quotidiano.
Piccola figlia,
mia dolce speranza,
che tu viva serena e felice,
per generare alfine un soffio di vento
che respirerà, controvento,
lungo le linee tracciate da Kandinsky.

***
Da madre a figlia
di Alessandra De Leoni
Accademia Belli, 2014 pag. 137

Alessandra De Leoni

Alessandra De Leoni, nata ad Avezzano (AQ), esercita la professione di avvocato. E’ risultata finalista ai Concorsi Letterari dell’Accademia G.G.Belli negli anni 2011, 2012, 2013, 2014, e seconda classificata, medaglia argentea, al Trofeo Medusa Aurea 2014 dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna.

Guarda tutti gli articoli

10 Commenti

  1. Avendo un rapporto sofferto con mia madre, il titolo mi ha colpito. Non compro mai libri di poesie, di solito preferisco i romanzi. Ma credo che nella tua opera potrei trovare qualche pezzo di me perso per strada.

  2. Sono una giovane madre, leggo spesso poesie e libri di vario genere a mia figlia. Insieme condividiamo tutto inclusa la lettura. Mi piacerebbe poter riceve e quindi leggere questo fantastico e curioso libro con lei.

  3. Condivido spesso i libri con mia figlia e questo sarebbe sicuramente fantastico. Mi piacerebbe tanto poterlo leggere con lei, mi attrae molto.

  4. ” Da madre a figlia ” trasmette una carica positiva al lettore che nessuna negatività può oscurare. Le poesie qui redatte sono miele per l’ anima, più dolci di un favo, di un favo stillante ( onde carpir, per una volta, le parole di un salmo).
    Ecco, gradirei assaporarle per intero, chiedendo ad Alessandra il dono di una copia del suo libro. Prometto, in cambio, una meditazione del testo intensa, appassionata, seguita da una recensione coi fiocchi.

    Gaetano

  5. Solitamente le poesie non catturano subito la mia curiosità… questo libro, o per l’esattezza, il titolo, ha suscitato subito il mio interesse e leggendo l’anteprima, mi sono soffermata a leggere e rileggere, con mio stupore, sono rimasta affascinata da questi pochi versi assaporati…

  6. E’ invidiabile quando una persona incontra nella propria vita persone formidabili con le quali condividere un pezzo di vita o semplicemente dalle quali impara a vivere. Non è così scontato trovarle. E quando accade è veramente un miracolo!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Commenti recenti

FIERA DEI LIBRI ON LINE

Cenerentola 2000 di Mariarosaria Rigido

Una scarpetta da ginnastica rosa su una scalinata e qualcuno che fugge via… Si chiama Bella la “Cenerentola 2000″.

Cantata per voce sola di Mario Manfio

Cantata per voce sola di Mario Manfio, emozioni e tanto humor ed ottimismo nella silloge del poeta triestino. Da leggere.

Non c’è più tempo di Sandro Orlandi

Nel paesino immaginario di Pèrtola, tra i monti del trentino, un bambino di quattro anni e mezzo viene rapito, tutto il paese ne rimane coinvolto e molti si presteranno ad aiutare i carabinieri...

Le scale di Isabella Pojavis

Un romanzo profondo e coraggioso sulle scelte che la vita ci propone. Un viaggio tra il passato e il futuro in un presente difficile, ma non impossibile.

Gli sposi profeti di Corrado Leoni

Gli sposi profeti di Corrado Leoni è un romanzo incentrato sui temi quanto mai attuali dell'integrazione tra diverse culture e costumi politici e religiosi

Alla luce della luna di Maristella Angeli

Alla luce della luna di Maristella Angeli è una deliziosa raccolta di 103 emozionanti haiku e 20 creazioni grafiche dell'autrice

Voglia di fare un viaggio di Roberta Rizzo

Emozionante passionale romanzo di formazione, scritto dalla poliedrica scrittrice e pittrice pugliese che, oltre ad essere una storica dell'arte, è una grande esperta di innovazione e trasformazione digitale.

Avenida Libertador di Cristina Amato

Avenida Libertador di Cristina Amato narra di persone scomparse, di chi le ha cercate e di chi non ha mai smesso di farlo. Buenos Aires, 1978.

E sempre corsi e mai non giunsi il fine… di Mario Manfio

E sempre corsi e mai non giunsi il fine... di Mario Manfio, una autobiografia scritta come un romanzo che ci aiuta a capire perché nessuna vita è una vita qualunque.

Quanto è facile confondere l’amore di Paola Zugna

Quanto è facile confondere l'amore di Paola Zugna è una nuova emozionante opera della poetessa triestina. Un poema scritto come un romanzo. Si legge tutto d'un fiato.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI