domenica, 26 Maggio 2024
HomePoesiaPoesia - Autori italianiEclissi di Emma Mazzuca

Eclissi di Emma Mazzuca

-

Eclissi di Emma Mazzuca

Eclissi di Emma Mazzuca. “Un tragitto emozionale che attraverso violenze sintattiche, forzature lessicali, dilatazioni sonore sa tradurre il significato in un significante vasto e di simbolica metaforicità.” Nazario Pardini

… Vita e poesia, un binomio inscindibile che compattandosi dà luogo a vibrazioni di urgente resa poematica. E qui la Mazzuca affronta tutte quante le situazioni vitali che la tengono a terra, se ne imbeve, ne fa tante rampe per una scalata che la trasferiscano a cime di vertiginosa empatia espressiva con uno stile anche scabro, non sempre armonicamente fluente, ma ondulatorio, ora apodittico, ora ampio, ora ipermetrico per assecondare stati d’animo vari e articolati; ontologicamente complessi di un pensiero che la Nostra vuole rinnovare in continuazione mai contenta di una quiete statica, di un riposo apparente, di una calma illusoria: è la sua schiettezza, la sua onestà intellettiva e emotiva a portarla ad una confessione diretta, ad una meditazione che raramente si fa filosoficamente fredda dacché nasce da una lievitazione spirituale riposata da tempo in un animo fecondo che nei momenti di maggior ispirazione sa tradursi in impatti di lirica valenza dove accessori di effetto contrattivo e estensivo cedono il passo ad endecasillabi di euritmica sonorità:

Un diafano profilo sono
un dolce senso scarno di parole
una precisa idea entro un punto fermo / nel suo vuoto.

Se si riaccendessero le fiamme … (Se si riaccendessero le fiamme).
Il neretto dei due endecasillabi è mio.

Un tragitto emozionale che attraverso violenze sintattiche, forzature lessicali, dilatazioni sonore sa tradurre il significato in un significante vasto e di simbolica metaforicità. (… ) ombre, penombre, oscuramenti, che tanto sanno di vita, di inquietudine, di inappagamenti di fronte a questioni senza risposte; di fronte a tutti quei perché dell’esistere di difficile soluzione.

(dalla prefazione di Nazario Pardini)

***

Anteprima dell’opera


Avido nel tuo pensiero

Se da luoghi diversi, sottesi
gli indizi divengono ciò che aspiri
e più non sai quale curva alacre sia serena
una riga tesa
quale sembianza sia limpida e immutabile
ora una stella

e se, senza cammino, più in alto della mente ti spingi
nell’attimo stesso in cui fulminea si rinnova
donandoti le nudità del sogno
l’anima, sempre la stessa, era senza segreti
o l’anima puoi perdere agli albori
o la pura nudità era un assolo.

Ma poiché da parti simili, disgiunte
non più saldi sopra i tuoi apici ti assistono i pensieri
nella stessa aridezza che ora sfavilla
essa compare
e scorgi d’essere più solo.

Avido nel tuo pensiero
l’eguale essenza sterile t’adesca
solo per tua letizia.

Alte muraglie di cose sembrano già tutte le rose.

***

Vetta

Non posso essere con me dissuasiva
se anch’io rievoco.
Una triste impronta sul corpo
come una cometa era
e purché la felicità non sia sempre calma
trattenuta con impeto
più filtrante d’una vetta d’aria tumida
che troppo esige
non poteva più essere.

Dentro una gabbia sull’asfalto
conto le ore delle mie giornate.
Ricolmo il mio tempo con parvenze stanche
discorrendo da sola o mi snaturo
in una fragile compagine fingendo
perché le turgide arterie del cielo
erano un infido passaggio che non mi appaga

e salvata in alto
una volta ancora esisto su una nuova vetta
che più in su si erge e che non muta.

***

Nella vita

Nella vita un solco riecheggia
pioggia squillante è una città
gremita solo per metà.
È questa la realtà oggettiva
come il bruciore della tua febbre
sopra l’assetata terra.

Un ghiaccio sospiro di piante stremate
divengono nella notte gli uccelli.
Dalla stagione delle acque
rosicchiano solo se stessi nel petto
o la loro quiete assoluta.

Dissimili parti di essi amarono i portenti.
La grazia è glauca anche in questo giorno.

Anche oggi sono insoliti deserti già i fiori
l’uno sospinto nell’altro.

Annotta
quel solo volto ch’ebbe in destino il tormento
e nei suoi stessi bagliori amò una delle sue virtù
e nella stessa morte l’essenza della natura
della recondita pace.

***

Eclissi. Luci e ombre
di Emma Mazzuca
Copertina flessibile: 102 pagine
Editore: BastogiLibri (6 aprile 2017)
Collana: La ricerca poetica

Acquista il libro nella libreria Amazon

FIERA DEI LIBRI ON LINE

LIBRI IN OMAGGIO! Per ricevere copie omaggio dei libri che commenti iscriviti alla Newsletter dei Lettori inserendo il tuo indirizzo postale completo di nome e cognome del destinatario.

14 Commenti

0 0 votes
Rating Articolo
Notifiche
Notificami
guest

14 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
chiara
chiara
10 mesi fa

Cercando ispirazione qua e là, tra tanti libri, ecco questo che cattura subito l’attenzione. Una prima lettura veloce ne suscita l’interesse, per poi scoprire che rileggi e rileggi non per capirne le parole o ancor di più il senso e le emozioni che suscitano, perchè immediate, ma per un profondo benessere che ti assale. La poesia ha anche questo potere e l’autrice ne sa divinamente trasmettere il significato e l’emozione. Complimenti!

Valentina
6 anni fa

Nei suoi volumi Emma Mazzuca fa trasparire il suo animo fin dalla copertina. In quella di “Eclissi” troviamo come immagine “Composizione”, una litografia di proprietà dell’autrice raffigurante due figure umane, un uomo e una donna. Nel retro viene riportata una parte della prefazione che offre un primo assaggio del volume. Avendo letto anche i due precedenti ho ancora una volta avuto la conferma che ogni volume viene curato nei minimi dettagli. Innanzi tutto la scelta del titolo e dell’immagine di copertina non sono casuali. Infatti il titolo va a richiamare in maniera preponderante l’aspetto che verrà trattato nelle poesie, è… Leggi il resto »

emma mazzuca
emma mazzuca
Risposta a  Valentina
6 anni fa

Cara Valentina, mi complimento con te per la lunga e sapiente introspezione fatta ai miei scritti. Attraverso la profonda lettura della silloge, che rinasce dal tuo cuore e dalla tua anima colme entrambe di sentimento e di emozione, sei riuscita ad entrare nei miei anditi più profondi fino a scrutare quasi l’invisibile. Questo ti fa molto onore perché per riuscire a tradurre in parola tanti sentimenti bisogna essere dotati di grande sensibilità. Tu queste doti le possiedi e quindi continua in questo percorso di arricchimento e di dono delle tue sensazioni. Ti ringrazio con tutto il mio cuore per aver… Leggi il resto »

Valentina
Risposta a  emma mazzuca
6 anni fa

Cara Emma,
grazie, sono contenta di aver centrato anche questa volta l’obiettivo. Le confesso che temevo di annoiarla con la mia lunga recensione, mi sono accorta di quanto fosse lunga solo dopo averla scritta di getto. Le confermo che ho un animo sensibile ma non sapevo di poter tradurre in parola i sentimenti, non avrei mai neanche lontanamente immaginato inoltre di poter far emozionare e rendere fiera di me una scrittrice del suo calibro. Pertanto sono onorata di leggere le sue parole e la ringrazio di tutto. A mia volta le auguro nuove soddisfazioni poetiche.

Un cordiale saluto,
Valentina

Sergio
Sergio
6 anni fa

Ho sempre creduto che la poesia faccia da medium a chiunque voglia comunicare gli accidenti dell’anima e del cuore. La poesia che fa vibrare le corde dell’umano universo e trasmette i segreti dell’io, liricamente. Questo è quello che ho percepito leggendo gli stralci del suo florilegio poetico, e la commozione ha avuto la meglio. Si prospetta un gran bel libro che ha tanto da comunicare e di cui rendere partecipi gli altri. Spero di poter trastullarmi serenamente nel leggere qualche altra sua poesia. La stima è maggiore vista la comune origine geografica (anche io sono cosentino).

emma mazzuca
emma mazzuca
Risposta a  Sergio
6 anni fa

Caro Sergio,
grazie per il tuo sapiente commento, appena la Redazione mi fornirà il tuo indirizzo, con piacere ti invierò il mio libro Eclissi; purtroppo sui messaggi che ricevo non è mai comparsa l’email di chi commenta, pertanto dovrò attendere, anche questa volta, la cortesia e la gentilezza della Redazione. Grazie di nuovo. Cordialmente. Emma Mazzuca

Valentina
6 anni fa

Ringrazio di cuore Emma Mazzuca per avermi inviato una copia del libro. Sono rimasta subito affascinata dalla copertina e da quanto scritto nel retro 😀 Leggerò con trasporto tutte le sue poesie e poi lascerò un ulteriore commento nella speranza di riuscire a comprenderla anche stavolta.
Valentina

Federica Caputo
Federica Caputo
6 anni fa

Un libro che colpisce subito, come un fulmine in ciel sereno, a partire già dalla copertina! La mescolanza dei colori caldi che padroneggiano la scena rispetto ai colori freddi rispecchia perfettamente i contenuti di quelle poesie contenute nell’estratto e in particolar modo descrive a pieno, secondo me, il componimento intitolato: “Nella vita”. Complimenti poetessa Cosentina, mi rende fiera della nostra terra perchè come lei io sono Cosentina e a maggior ragione mi piacerebbe molto leggere le altre sue poesie!

emma mazzuca
emma mazzuca
Risposta a  Federica Caputo
6 anni fa

Grazie Federica per il bellissimo commento fiera altresì di essere entrambe cosentine, la mia terra dove ho lasciato il cuore. Appena la Redazione mi farà avere il tuo indirizzo con piacere ti invierò il mio libro Eclissi. Un saluto cordiale.
Emma

emma mazzuca
emma mazzuca
6 anni fa

Cara Valentina,
solo oggi ho potuto leggere il tuo messaggio perché sono stata fuori. Ti ringrazio per le tue sempre belle parole. Appena possibile ti invierò il mio libro Eclissi felice di fartelo leggere. un caro abbraccio. Emma

Valentina
Risposta a  emma mazzuca
6 anni fa

Gentile Emma,
Io scrivo sempre quello che penso e mi fa sempre piacere rimanere senza parole quando leggo l’anteprima di un suo volume. Grazie mille, non vedo l’ora di leggere queste sue nuove poesie per vedere quali emozioni mi trasmetteranno.

Un cordiale saluto,
Valentina

emma mazzuca
emma mazzuca
Risposta a  Valentina
6 anni fa

Cara Valentina,
grazie per la tua sincerità e per il tuo pensiero qualunque esso sia. Non mi resta che augurarti una buona lettura insieme ad un caro saluto.
Emma

Valentina
Risposta a  emma mazzuca
6 anni fa

Carissima Emma,
si figuri, grazie a lei per avermi inviato una copia del volume. Mi auguro di riuscire a comprenderla appieno.

Cordiali saluti,
Valentina

Valentina
6 anni fa

Di Emma Mazzuca ho già letto e recensito “Quando il cielo si inclina” e “Caos” e devo dire dire che ogni volta rimango meravigliata dalla bravura di questa poetessa perché non è affatto ripetitiva e sa sempre colpirmi nel profondo dell’anima. Quindi tanti complimenti per il proseguimento del suo viaggio poetico,
Valentina

Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE

14
0
Libri in omaggio per chi commenta!x