I giorni della rosa di Nicla Morletti

15

I giorni della rosa di Nicla Morletti

La recensione di Giulio Panzani (*)

Il senso magico della parole

E’ un senso particolarissimo della parola quello che muove Nicla Morletti in questo nuovo percorso letterario, sulla scia delle precedenti esperienze che coniugano storia e cultura, verosomiglianza e sogno, nel tracciato di una storia e di un’ambientazione che fuori dal nostro tempo acquisiscono il senso di un’avventura spirituale. Nicla Morletti plasma – potremmo dire – le sue pagine in una sorta di codice simbolico che richiamandosi a un’epoca caratterizzata da sentimenti e valori capaci di connotare intere esistenze, offrono peraltro spunti di riflessione nel confronto con un’attualità fatta di disincanti e di disamore. Un’iconografia, dunque, che si pone come riferimento polisemantico proprio quando l’uso dei fenomeni consueti rischia di liquefarsi nella multimedianità e in una sempre più aggressiva multiculturalità. E che qui “ritornano” invece anche sotto forma di messaggio che si associa ad una suggestione e ad un fascino d’immediata presa e di compiuta resa stilistica, ormai costanti in ogni passaggio semantico dell’autrice senese. Pagine che definiscono anche un’affermazione della femminilità che costituisce un elemento all’inizio inafferrabile e poi sempre più percepibile del romanzo che al di là dell’intrattenimento di una piacevole lettura si fa intuizione e proposta, sussurro misterioso, poesia segreta.

(*) Giornalista di QN – Quotidiano Nazionale La Nazione

I GIORNI DELLA ROSA
di Nicla Morletti

Edizioni Giuseppe Laterza

2010, p. 205 – € 24,00
Ordina questo libro
Leggi e commenta un estratto nel Blog degli Autori

Un antico manoscritto, uno stemma gentilizio troncato di azzurro e di oro, due stelle a otto punte e un castello in collina immerso nel verde della campagna toscana. Esso appare all’autrice come sospeso tra il cielo e la terra quando ella si ferma, in una sera d’estate, dinanzi al suo portone.
Nell’aria un presagio di pioggia.
E petali di fiori portati dal vento.
In questo romanzo dalla magica atmosfera ricca di mistero, l’enigma dell’esistenza che tutto avvolge, tutto muta.
Regina la luna che nell’eterno vive, forse sospesa alle stelle con mille invisibili fili, o forse galleggiando su un’onda di singhiozzi.
Un nuovo omaggio di Nicla Morletti ai lettori e all’amico Mario Luzi che, nelle prima pagine di uno degli ultimi romanzi dell’autrice, aveva scritto: “E’ questa una storia di estasi amorosa, di passione, una storia raccontata così da vicino, con tanta affabile aderenza e partecipazione, da offrire una piacevole lettura.
Anche per la spigliata amabilità della prosa, felice soprattutto nella sensualità, nei quadri variabili e variopinti della natura e delle sue stagioni. Prendo congedo da queste pagine con il soddisfatto gusto di aver letto questa realissima favola”.

Nicla Morletti

Nicla Morletti è nata ad Asciano di Siena. Giornalista pubblicista e docente di scrittura creativa, ha redatto testi teatrali, testi per audiolibri e curato antologie di letteratura contemporanea.
E’ stata inserita nella “Storia della Letteratura Italiana del XX secolo”, nel “Dizionario degli autori del secondo novecento” e premiata dal Presidente del Parlamento Europeo.
Ha pubblicato: “Le vergini di Sacramora”, “Vento d’estate”, “Giulia”, “Il tempio del sole”, “Nel cuore di una donna”, “Cantico d’amore “, “La città delle rose”, “Tutte le stelle del firmamento”, “Prima che le rose appassiscano”, “Difficili, impossibili amori”.
Dal romanzo “L’ultima canzone d’amore” (Premio Viareggio Carnevale, Val di Magra, Galeotto del Carretto, Lev Tolstoj, Maestrale San Marco, Il Golfo, Il Litorale) è stato tratto un Recital di prosa, musica e danza con poesie di Mario Luzi.
Per la narrativa ha vinto i premi: Città di Lerici, Santa Margherita Ligure, Arquà Petrarca, Calabria, Città di Pompei, Clitunno, Trasimeno, Tito Casini, Vittorio G. Rossi, Giuseppe Ungaretti, Le Due Riviere, Olevano Romano, Histonium, Versilia 2004, Maestrale-Marengo d’oro, Golfo di Trieste, Fernando Pessoa al prestigioso Caffè storico letterario Giubbe Rosse di Firenze.
Collabora a riviste, periodici, quotidiani. E’ ideatrice e segretario generale del Premio Letterario Internazionale “Il Molinello”. Dirige il Portale letterario Manuale di Mari – Poesia e letteratura nei mari del web – www.manualedimari.it

Guarda tutti gli articoli

15 Commenti

  1. Ho letto il suo libro con piacere. La storia è avvincente e mantiene vivo l’interesse fino alla fine, la storia d’amore affascina e il mistero e la magia che ne fanno da contorno intrigano parecchio. Mi sono piaciuti molto anche i protagonisti e alcuni personaggi importanti descritti in modo eccellente e raffinato. Ne consiglio la lettura, ottimo libro!

  2. Un libro pieno di passioni, luoghi incantati ma veri, amori e meraviglie che dobbiamo solo aprire gli occhi per vedere. Spero di poter continuare a leggere questo libro che sembra davvero emozionante e intriso di magia.
    Ne approfitto anche per fare i complimenti alla direttrice di questo sito che mi ha fatto scoprire storie nuove, vite nuove e scrittori fantastici.
    Tanya.

  3. l’anteprima è promettente,allude ad una passione intensa e penetrante, sarei molto contenta di leggerlo.

  4. L’anteprima mi ha intrigato molto e sarei onorata di poter leggere il libro della direttrice di questo sito,scoperto da poco, ma del quale mi sono innamorata già…spero di poterlo avere presto

  5. Da queste poche righe, si apre un panorama magnifico della natura circostante…e poi non mancherà senz’altro, una storia d’amore, lasciata sottintesa e misteriosa… sarà sicuramente una bella storia.

  6. I romanzi che combinano misteri e ci portano in tempi passati sono una delle mie passioni, questo mi fa liberare la fantasia e dimenticare le cose di tutti i giorni.

  7. Sarebbe per me un piacere leggere un libro della direttrice di questo bel portale, mi intriga la recensione e la scrittura appare bella ed elegante, spero di essere scelta per poterlo leggere!

  8. Curiosissima di leggere un’opera della Direttrice di questo splendido sito…avrò la fortuna di poter soddisfare questa curiosità?

  9. “L’enigma dell’esistenza”. Quante volte ci si sofferma sulle domande dell’esistere, della vita, senza trovare risposte? Troppe, troppe volte. Questo libro mi incuriosisce davvero tanto, potrebbe aprire spazi della mente finora non raggiunti. Piace molto.

  10. Da quel poco che ho letto questo libro mi intriga, mi attrae.
    La lettura è scorrevole e il ritmo incalzante.
    Mi piacerebbe avere la possibilità di leggerlo per intero e recensirlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

* L'asterisco indica che i dati da inserire sono obbligatori. Il tuo indirizzo email sarà visto solo dalla Redazione e, in determinati periodi, dagli autori dei libri che hai commentato.