giovedì, 1 Dicembre 2022
HomeNarrativaFantasyIl fuoco di Àstrict di Daniele Del Fante

Il fuoco di Àstrict di Daniele Del Fante

-

Il fuoco di Àstrict di Daniele Del Fante

Il fuoco di Àstrict di Daniele Del Fante, in uscita a febbraio 2022, è il terzo romanzo dello scrittore fiorentino

Il fuoco di Àstrict di Daniele Del Fante, l’eterna lotta tra bene e male in un fantasy mozzafiato

Sono passati ottant’anni da quando Àstrict, angelo caduto, si è ribellato a Iblìs, il Maligno, ed è stato imprigionato nella pietra. Ma ora è di nuovo libero e pronto ad affrontare Iblìs e le sue emanazioni, in particolare la più violenta, Hiòhris. Tuttavia per farlo avrà bisogno di alleati. Così, grazie al diario del sapiente Geremia, si mette sulle tracce di Ged ed Eràmsih, due campioni del Bene. Àstrict sa che non sarà facile: dovrà fare i conti con un mondo profondamente cambiato, con il destino e soprattutto con sé stesso. Ma adesso deve decidere una volta per tutte da che parte stare. E fare la scelta giusta potrebbe richiedere un prezzo altissimo.

Leggi anteprima

PARTE PRIMA
I TRE SAGGI

1

«Si muove silenzioso sulla sabbia. Parte da quella spiaggia, da quello scoglio, e si dirige verso la grotta. Attraverserà città, boschi, altri mari. Ma la meta è sicura. Non lo spaventa il viaggio, né ciò che potrebbe incontrare. Ogni suo passo lascia il segno, una scia indelebile e nascosta, travolgente e intima, di chi colpisce a fondo e non schernisce l’avversario. Sfidarlo equivale a morire; sottomettersi porta a un cambiamento perenne; ignorarlo significa essere codardi. Incrociare la sua strada comporta pericoli e lotte, poiché le sue orme portano a sentieri nuovi e misteriosi. Si nasconde sotto molti nomi. Ne ha poi assunto uno, appropriato, unico. Quel nome è…»
Continuava a tenerci sulle spine il cantastorie. Il suo racconto non era finito. Doveva arrivare la parte più cruda e sconvolgente.
«Chi vuole può alzarsi e andare via, o tapparsi occhi e orecchie, se gli fanno paura i cattivi.»
Non era una storia per bambini.
Nessuno si aspettava il lieto fine, non chiedevamo risate e spettacoli di burattini, ma non ci immaginavamo questo tipo di racconto. Forse sarebbe stato il caso di prendere la via del ritorno, però nessuno lo fece. Fu il cantastorie a far finta di andarsene. Il suo solito trucco. Voleva essere trattenuto, desiderato.
E accadde proprio così.
Cosa ci spinse a restare seduti e a richiamarlo a gran voce?
Non credo fosse solo curiosità o imprudenza, caratteristiche tipiche dei bambini. Era molto di più: sete e fame di un cibo nuovo, mai assaggiato, di una bevanda inebriante e squisita. Ma, insieme al dolce, l’amaro. La beffa della vita, che mischia gli opposti.
Chi più, chi meno, si sente come Àstrict, in lotta fra l’essere angelo o diavolo.

2

Il Male aveva perso due volte. Prima contro Geremia avo, poi contro l’esercito di Ged.
Iblìs non era riuscito a sfruttare né Àstrict, né uomini come il colonnello Karter. Così il suo campione del male rimaneva a ringhiare nella sua prigione, a tentare l’umanità da dietro le mura di una casa diroccata, accanto a un pozzo tempestato di strani segni.
Negli ottant’anni che Àstrict aveva passato nella roccia del Tempio erano successe molte cose.
Carlotta aveva superato in qualche modo il trauma e si era sposata con un uomo pio e facoltoso. Aveva avuto un figlio, che era divenuto ingegnere e padre per due volte. Prima di una femmina, poi di un maschio. Carlotta era diventata nonna: i suoi nipoti, Lara e Nicodemo, erano coloro che avevano respinto ZU.
Anche Eugenio si era sposato, non con una modella, ma con una ragazza bruttina, la quale non gli aveva mai dato una discendenza. La sua vita era stata comunque felice e il suo lavoro da impiegato all’ufficio postale gli aveva dato una certa sicurezza e dignità. Le sue maggiori soddisfazioni erano provenute dal suo orticello e dai suoi tre labrador, cresciuti come figli.
Al settantaseiesimo anno Iblìs aveva avuto la sua opportunità, quando Zuren Uria aveva liberato l’Immagine, ZU, e Karter aveva conquistato definitivamente il potere. ZU aveva passato quattro anni a costruire il suo piano, finché non era stato sconfitto al Tempio. In quella battaglia erano periti il sicario Carol Schutz e il colonnello Reuen Karter, e si era estinta l’associazione criminale denominata «Korona del Tempio».
Lara, Nico e Carlo erano andati ad abitare nella casa di Eric, stringendosi un po’.
Àstrict, tornato alla vita dalla pietra, era intenzionato a riprendere il discorso lasciato a metà con Eràmsih e con Iblìs.
Adesso, nella faggeta, aveva davanti una creatura nata dall’odio di Iblìs, qualcosa dalle fattezze simili a un cobra. Stava eretto sulla parte finale del tronco, con due ridicoli arti dotati di sottili artigli acuminati. Si era materializzato quando Ged era sparito.
«Salve, Àstrict.»
L’angelo ricordò la sgradevole voce sibilante del Serpente.
Non si degnò di salutarlo, benché lo conoscesse. Fece dietrofront e cercò un’altra strada per uscire dalla faggeta. Dopo pochi passi si ritrovò davanti il fastidioso compagno.
«Non è carino da parte tua ignorare i vecchi amici. Ti ho aspettato tutti questi anni, sai?»
Àstrict cambiò nuovamente percorso e ancora si imbatté nel Serpente.
«Togliti dal mio sentiero, Sciamìrne.»
«Sono qua solo per comunicarti una cosa. Il capo dice che ha voglia di rivederti e ti aspetta alla radura. Dove avresti dovuto uccidere la ragazza, ma il tuo cuoricino te l’ha impedito.
Vergogna della tua razza, vituperio della tua stirpe! Nessuno avrà pietà di te.»
«Non ne ho bisogno.» Lo superò di nuovo.
«Se non verrai, manderà Hiòhris a prenderti.»
Àstrict si fermò e un brivido lo percorse. Si voltò e, con falsa sicurezza, disse: «Non vedo l’ora».
Sciamìrne strisciò via fra gli alberi.
Àstrict temeva il viscido Serpente, che però non poteva più ingannarlo con le sue lusinghe. Hiòhris, invece, con la sua violenza distruttiva, avrebbe potuto cancellarlo per sempre.
(Estratto da Il fuoco di Àstrict di Daniele Del Fante)

Il fuoco di Àstrict
di Daniele Del Fante
Editore: ‎Bookroad (1 febbraio 2022)
Copertina flessibile: ‎176 pagine

Daniele Del Fante
Daniele Del Fante

Daniele Del Fante è nato nel 1982 a Firenze, dove vive con la moglie e le due figlie. Dopo aver conseguito la laurea in Tossicologia dell’ambiente e quella in Farmacia, attualmente lavora in un laboratorio di analisi chimico-ambientali. È appassionato di teatro e nel tempo libero si diletta a inventare giochi da tavolo. Ha esordito per Leone Editore con Il Tempio degli Angeli Ignoranti (2018) e per BookRoad con L’esercito di Ged (2019).

29 Commenti

  1. La prima cosa che mi ha colpita è stata la copertina, curata nei minimi dettagli. La trama molto coinvolgente, l’eterna lotta tra il bene e il male che porta il lettore a vivere la storia narrata come se ne fosse parte, rendendolo protagonista. Dall’anteprima poi si può già capire che è un romanzo bellissimo e secondo me deve essere inserito nella lista di libri da leggere almeno una volta nella vita. Forse sarà perché adoro questo genere e mi piacerebbe molto poterlo leggere. Complimenti all’autore

  2. Una bella anteprima che lascia il lettore con la voglia di scoprire cosa nasconde questa storia, i segreti e le avventure descritte. Lo trovo veramente nelle mie corde.

  3. Anche se non si giudica un libro dalla copertina è proprio la sua grafica che mi ha convinto a leggerne l’incipit e ne sono rimasta molto colpita. Le parole scivolano senza alcuna costrizione e la trama ha qualcosa di coinvolgente e che ti invita a leggerne di più. Mi piacerebbe molto farlo. Complimenti

  4. Il genere fantasy è uno dei più apprezzati, insieme al giallo, da parte mia. La copertina del libro è a dir poco stupenda e la trama molto coinvolgente. Un libro che unisce l’ambito spirituale/religioso a quello prettamente fantastico e sovrannaturale, che se per molti sono completamente da identificare l’uno con l’altro, per me rimangono distinti seppur come due faccia di una stessa medaglia.

  5. La copertina attira molto l’attenzione per lo stile grafico a richiamare in tutto e per tutto il titolo del volume. Nella quarta di copertina aggancio per catturare il lettore e invogliarlo a leggere la storia.
    Nelle alette interne trama e breve biografia dell’autore.
    Unica e particolare la dedica al cantastorie.
    In “Tracce del passato” vengono narrati gli antefatti utili per capire la storia.
    Il libro è diviso in tre parti: I tre saggi, Simmaco e il Viandante.
    Nella prima Àstrict viene sottoposto a delle prove che corrispondono a quelle a cui ognuno di noi ogni giorno viene sottoposto prendendo decisioni anche in poco tempo per proseguire nella giusta direzione all’interno del labirinto della vita. Alla fine Àstrict ritrova se stesso come il lettore leggendo di lui.
    Nella seconda parte è chiaro il ruolo di Dio visto come arbitro e soprattutto “niente avviene per caso”.
    Nella terza parte si evince che colui che tutto muove nella storia corrisponde a Nostro Signore che ha pronto per ognuno di noi un grande disegno. Mi è piaciuto molto l’escamotage letterario dell’investitura dello scrittore da parte dello stesso viandante. Una metastoria che rende ancora più intrigante il tutto.
    Nella postfazione vengono fornite le risposte alle possibili domande dei lettori. Lo scrittore quindi si apre ai suoi lettori fornendo varie chiavi di lettura per comprendere al meglio il tutto. Ecco che così si scopre perché la storia risulta verosimile, viene spiegato lo stile narrativo e la questione più importante: donare la vita agli altri.
    Al termine si trovano anche i ringraziamenti che sono belli, profondi e sinceri. Dimostrano la grandezza dello scrittore e tutta la sua umiltà. Qualità che non sono scontate ma anzi che si trovano difficilmente al giorno d’oggi. Anche il fatto stesso di ringraziare tutte le persone che, a vario titolo, hanno contribuito al successo del volume è da apprezzare. Sono pochi i volumi dove li ho trovati.
    La lettura è scorrevole, non pesante e molto piacevole. La storia si presenta intrigante e per nulla scontata. Mi piace molto l’intreccio tra storia e realtà grazie anche ai riferimenti alla Bibbia.
    Un fantasy che da amante del genere trovo innovativo perché non ci sono le classiche creature che lo caratterizzato ma è basato sull’eterna lotta tra bene e male con protagonisti angeli e demoni.
    Un libro propedeutico che vuole far comprendere al lettore come apprezzare in ogni dettaglio la propria vita.
    Un libro ben studiato sia nella grafica che nei contenuti, frutto di uno studio attento e ricercato dell’autore. Sono contenta di averlo nella mia libreria e non mancherò di consigliarlo ad altre persone.
    Incuriosita dal conoscere l’inizio della saga non mancherò di cercare anche i primi due volumi.

    Spero con tutto il cuore di aver colto ogni minima sfumatura che lo scrittore voleva trasmettere.
    Grazie per avermi fatto conoscere questa nuova sfera del fantasy,
    Valentina

  6. Il libro è stato molto gradevole e appassionante, il finale lascia molto su cui riflettere e la storia, seppur breve è coinvolgente e non annoia mai grazie al continuo succedersi degli avvenimenti, cosa che personalmente apprezzo molto. In sostanza, un bel fantasy, ricco di vicissitudini e che pone un finale alle avventure di Astrict. Ringrazio l’autore per avermi permesso di leggere questo splendido finale di una grande avventura.

  7. Vorrei esprimere la mia totale gratitudine verso Daniele Del Fante per avermi spedito il libro. Vorrei inoltre ringraziarla per la splendida dedica.
    Effettuerò un altro commento non appena avrò terminato questa splendida lettura.

  8. Da appassionata del genere fantasy, l’anteprima non poteva che incuriosirmi!
    A mio avviso, quando un libro ti trasporta in mondi fantastici, quasi a evadere la realtà quotidiana, deve essere letto da tutti, perchè permette di viaggiare, di sognare.

    • Adoro il fantasy e leggendo l’anteprima credo di essermi innamorata del romanzo.
      La prima parte è molto misteriosa e ambientata in un passato al limite del magico e dell’antico.
      La seconda parte mi ha invece trasportata in un mondo moderno ma al cui interno, tuttavia, vivono creature antiche e oscure.
      Insomma tutti ottimi elementi per in libro di successo.

    • È un avvincente fantasy, un bel mix tra fantasia e realtà.
      Un libro che mi ha fatto staccare la spina avventurandomi in un mondo magico tra l’antico e il moderno, al di fuori dalla quotidianità.
      L’eterna lotta tra il bene ed il male, angeli e demoni, una lettura che rappresenta una sorta di metafora della nostra vita.
      Suddiviso in tre parti ben distinte, la parte iniziale in cui il protagonista Astrict, dovrà superare delle prove differenti, per infine ritrovare se stesso, con un percorso di crescita personale e delle scelte molto importanti da fare.
      Troveremo poi delle parti in cui viene sottolineata l’importanza di Dio, che controlla tutto e tutti dall’alto dei cieli.
      Fatti ed avvenimenti che si susseguono pagina dopo pagina e riescono a coinvolgerci in tutta la lettura, tenendoci incollati sino al finale.
      Il terzo libro di una trilogia che ho apprezzato molto, scorre molto velocemente, con una storia ben costruita anche se non ho letto i primi due libri, che però ora vorrei recuperare.

      Ringrazio l’autore per avermi inviato la copia del suo libro e per avermi regalato questa storia coinvolgente.

  9. Amo il genere fantasy. Trovo l’anteprima davvero interessante, spero di poter continuare presto la lettura. Mi piace l’idea di inferno e e paradiso, la lotta tra bene e male. Anche il titolo è davvero originale. La copertina è carina.

  10. Il libro, un racconto fantasy, mette il protagonista davanti alla scelta più importante e allo stesso tempo complessa della sua vita. Le premesse sono molto positive, il libro mi interessa molto e sono ben più che soddisfatto dalle premesse.

  11. libro Fantasy davvero invitante .i fantasy sono il mio genere preferito e questo mi è già piaciuto leggendo l’anteprima,spero di poterlo leggerlo tutto

  12. Coinvolgente la storia, già dalle prime righe. Finalmente un giovane autore italiano che offre una storia fantasy dal sapore avventuroso, mescolando antico e moderno. Accattivante la copertina!

  13. Il genere fantasy mi coinvolge sempre e dell’anteprima la trama è molto avvincente, mi piacerebbe molto leggere il libro

  14. L’eterna lotta tra il bene il male, io amo questi libri, adoro il fantasy in ogni sua sfumatura, ogni volta che leggo vivo un’avventura diversa, mondi diversi, tante vite, qui c’è un angelo caduto che si è ribellato al maligno….cerca alleati e la storia si fa più interessante!! Mi piacerebbe leggere l’intera storia e suoi protagonisti, sono curiosa di leggere la lotta

  15. Già solo dall’anteprima la storia mi ha preso moltissimo. Sono da anni un’appassionata del genere fantasy e ogni giorno in libreria sono alla ricerca di quella storia nuova, originale che mi possa far vivere un viaggio indimenticabile. Spero di ricevere l’opportunità di leggere questo libro e potervi dare un’opinione onesta al riguardo!

  16. Il fantasy è il mio genere preferito e ho capito subito che questo libro lo era appena ho visto la copertina che mi ha colpito subito per i suoi dettagli e colori utilizzati proprio ad evocare il fuoco nella mente del lettore.
    Ho letto con grande curiosità sia la trama e l’anteprima e ho pensato subito “fantastico”!
    Non tutti i libri fantasy dalla prima impressione mi fanno questo effetto. Infatti ho notato che è un genere molto gettonato ma cadere nel baratro del già visto o della storia senza sostanza è un attimo perché penso che sia considerato da molti come un genere in cui si possono dilettare tutti ma non è così. Sono ben pochi i libri che si possono a mio parere definire veri fantasy. Mi piace anche tenermi aggiornata e quando vado in libreria sono solita prendere in mano quei libri che mi colpiscono subito dalla copertina, poi leggo anche cosa c’è scritto nella quarta per farmi un’idea e a quel punto decido se acquistarlo o no, se mi ha convinta insomma. Ecco questo è un libro di cui mi piacerebbe leggerne la storia perché dalla cura messa nella copertina, la trama e l’anteprima lo reputo un vero fantasy dove l’autore non vuole intrattenere il lettore ma trasportarlo all’interno della storia facendogliela vivere in prima persona.

  17. Bellissima anteprima un libro che coinvolge ,non smetteresti mai di leggere , il coinvolgimento nella lotta fra il bene e il male è così immediato da carpire emozione forti.Bravissimo ,spero di poterlo leggere presto tantissimi auguri Mariliana

  18. L’eterna lotta tra il bene e Il Male affascina sempre e lo stile mi è piaciuto molto. Da quanto ho letto nell’anteprima, è un cantastorie che narra a un gruppo di bambini e questi ne sono affascinati. Quindi, è veramente interessante seguire gli sviluppi anche attraverso le loro impressioni, anche perchè la vicenda si snoda in modo incalzante e avvincente. Molto bello!

  19. Mi è quasi dispiaciuto aver finito l’anteprima, avrei continuato ancora e ancora per scoprire di più e immergermi totalmente nel racconto…
    Il genere fantasy è molto interessante e, devo dire, che da quando l’ho “scoperto” me ne sono innamorata.
    Complimenti all’autore per questo suo romanzo… già l’introduzione promette molto bene

  20. Un genere, il fantasy, che ho imparato ad apprezzare ed amare nel tempo.
    L’anteprima porge un assaggio interessante, preludio di un romanzo da divorare con gli occhi.
    Spero di ricevere una copia del libro!

  21. Un bel fantasy che ispira alla lettura, lottando insieme ai protagonisti per il bene di tutti. Faremo volare immaginazione e fantasia pagina dopo pagina, per vedere chi vincerà infine… se il bene o il male.

  22. Che dire…finalmente un fantasy horror…che già dalle prime righe coinvolge e affascina…inferno o paradiso?difficile sarà scegliere a quale personaggio affezionarsi…ma certamente pronta a immergermi nella lettura…grazie

  23. Anteprima molto coinvolgente, copertina davvero bella. Da grande appassionata di fantasy non posso che apprezzare una nuova uscita italiana, spero di poter continuare la lettura e scoprire un nuovo promettente autore!

  24. L’anteprima del libro è molto bella soprattutto io che sono appassionata di fantasy e mi piacciono anche molto i libri che hanno come succo della storia inferno e paradiso, spero che quando mi arrivi il libro sia bello come l’anteprima grazie

    • Amo leggere, soprattutto fantasy ma ho sempre molta difficoltà a trovare dei libri che mi attirano anche per la trama, e non solo per il titolo e/o per la copertina. Beh, devo dire che questo è uno dei pochi libri che leggendo solo l’estratto disponibile mi ha invogliata subito, alle prime righe, a volerlo leggere con molta curiosità…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Fiera dei Libri on line
Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE