Il commento di Nicla Morletti

Il ritorno di Giorgio VindigniUna storia ambientata nella seconda guerra mondiale, raccontata da Giorgio Vindigni con stile fluente, scorrevole e dettagliato. Tripoli e l’epopea di una famiglia, la guerra e il dolore: questi gli ingredienti di cui è composto il romanzo. E, con grande abilità e padronanza di lingua, l’autore, oltre a descrivere fatti luoghi e personaggi, si sofferma anche a descrivere tradizioni e costumi della splendida città di Modica, rendendo la narrazione ricca di particolari esaurienti e affascinante nel suo dire.
Da qui uno straordinario affresco degli anni ’30 e ’40, che diviene documento di un’epoca di sofferenza che fu alla base della nostra democrazia.

IL RITORNO
di Giorgio Vindigni

Gruppo Albatros Il Filo
– Collana Nuove voci
2008, p. 177
Ordina l ritorno di Giorgio Vindigni
Leggi e commenta nel Blog degli Autori

Con una prosa fluente e dettagliata, Giorgio Vindigni racconta nel suo romanzo l’epopea di una famiglia durante la Seconda Guerra Mondiale, rifugiatasi, da Tripoli, nella città di Modica. Oltre a descrivere le vicende relative ai personaggi principali: disgregazione del nucleo familiare, morti cruente di alcuni dei suoi membri e quant’altro la guerra di sconvolgente può comportare, l’autore analizza anche tutti quegli avvenimenti che hanno determinato il conflitto bellico. Con grande spirito etnografico, inoltre, egli si sofferma sulla descrizione delle tradizioni e dei costumi della splendida città siciliana, che fa da cornice ai tentativi di sopravvivenza dei protagonisti. Ne viene fuori uno straordinario affresco degli anni Trenta e Quaranta italiani, un documento di essenziale importanza per non dimenticare la tragedia, densa di sofferenza, che nutre la base della nostra democrazia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -