venerdì, Aprile 3, 2020
Home Poesia Poesia - Autori italiani In attesa dell'inverno di Nardina Federici

In attesa dell’inverno di Nardina Federici

-

La recensione di Nicla Morletti

In attesa dell'inverno di Nardina FedericiUn libro palpitante di emozioni. Pagine intense che invitano a riflettere, parole e versi che penetrano nell’anima in un arcobaleno di luci e sentimenti.
Nardina Federici è poetessa che vive intensamente e intensamente traccia, indelebili su carta, le traiettorie del cuore.
Il sogno si fonde alla poesia e la poesia a una sottile nostalgia.
Il racconto che apre la silloge ha in sé la freschezza del mattino e dei temporali estivi, con un paese che profuma di pietra di fiume e di un grande, celato amore. Seguono altre dolci poesie che trasportano lievi il lettore in tramonti d’ottobre, per strade silenziose, a vivere istanti d’eternità.

IN ATTESA DELL’INVERNO
di Nardina Federici

L’Autore Libri Firenze – Collana Biblioteca 80. Poeti
2007, p. 72
Per ordinare il libro clicca qui


Dal libro

Il primo amore

Questo sentimento, che attiva la primordiale sensazione che la natura stessa sviluppa la crescita emozionale di un indimenticabile sogno che vola sulla nuvola incontrando l’universo umano senza strutture, è come una ragion d’essere di questo sentire, sono campane che suonano a festa.
Oggi è un dolce mattino d’estate, l’aria s’è rinfrescata dal temporale serale: è qui che la storia continua a volare e grida in quel canto dentro agli occhi coi sensi e l’anima. Grida per un turbamento che precede un evento che strappa al cuore un sentimento, le mani sono tese e aspettano che tutto si avveri.
Sara viveva in un piccolo paese dove si sapeva tutto di tutti, ma un bel giorno accadde quell’evento che lei sognava parlando al suo Dio e chiedendo ogni grazia, ma in lei l’amore sbocciò e fu sofferenza. Il ricordo che conserva la sua mente sono le conversazioni delle donne del paese in cui viveva dalle otto alle dodici di ogni giorno, mentre i bambini erano a scuola.
Il paese sapeva di pietra di fiume ma dalla sua finestra lei cantava le sue canzoni che in quei tempi la radio promuoveva. Sono passate molte stagioni ed estati della sua vita in quella dolce terra bagnata dal fiume e coronata di boschi conservando il profumo di viole e grandi gigli selvatici mentre d’estate, la sera, la grande scalinata che scendeva al paese si riempiva di giovani. Sara viveva col suo grande amore nel cuore così puro. Il tempo passava e così anche la guerra era finita. Ogni casa a quel tempo aveva il suo orto che esalava profumo. La natura nel suo splendore diceva:
«Io sono tutto ciò che è stato, che è e che sarà, nessun mortale ha mai sollevato il mio velo, la verità è figlia del tempo.»
Ma Sara continuava a sognare coltivando il suo amore nascosto mentre il tempo passava, passava ma lui era sempre lì anche quando partì abbandonando con grande rimpianto il suo fiume, a lui parlava e con lui divideva il suo segreto sentimento.

Leggi e commenta nel Blog degli Autori…


Il Profilo dell’autore nella Galleria degli Autori

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

FIERA DEI LIBRI ON LINE

L’amore vero è per sempre di Nicla Morletti

L'amore vero è per sempre di Nicla Morletti, è il nuovo libro dell'ideatrice e Presidente del Premio Letterario Internazionale Il Molinello nonché direttore del...

Strani i percorsi che sceglie il desiderio di Francesca Mazzucato

Una storia di guerra e di pace. Protagoniste sono tre donne e ognuna di loro ha assedi da fronteggiare, piccole euforie, frantumi speranze e sollievi. Un'epica corale di prodigiosa bellezza dedicata agli esclusi...

Il parco Buoi Apota di Corrado Leoni

L'autore ci guida alla scoperta dei meandri della ragnatela finanziaria moderna introducendo il concetto di 'apota', quale filtro razionale che dovrebbe guidare ogni decisione, e procedendo ad una disamina dell'economia moderna...

Cupido nella rete di Daniela Quieti

Lilli e Sam danzano sull'orlo del baratro telematico, dentro la rete che, a mano a mano, li avvolge e li stringe. Sarà vero amore o l'inizio di un incubo? Il finale lo scriverà il computer, il nuovo Cupido di questa storia esitante tra ragione e sentimento.

Viaggio nell’umano di Enrico Fattizzo

Salento, anno 2013. Cinque personaggi, un intricatissimo caso di omicidi seriali da risolvere. Un viaggio metaforico e introspettivo nelle “pericolose curve” forgiate dalle dinamiche umane.

Controcanto di Angela Ambrosini

È suggestiva e suadente questa raccolta di poesie di Angela Ambrosini. Un florilegio di emozioni, tenerezze e palpiti del cuore.

Brumby, l’orizzonte degli eventi di Nadia Bertolani

Un altro bellissimo lirico romanzo di Nadia Bertolani, l'autrice che molti lettori hanno scoperto nel Portale Manuale di Mari

Il giardino degli dei di Nadia Meriggio

In Il giardino degli dei, Mistery e Fantasy si fondono, si amalgamano, si uniscono per dare vita ad una storia che ha il privilegio di catturare l'attenzione di qualsiasi lettore

Specchio d’acqua di Carola Helios

La storia dei Bengasi, una famiglia che attraversa il ‘900 italiano nei ricordi di una donna; memorie che sono come l’acqua, ricordi in cui si specchiano tante generazioni, diverse nello spirito e spesso divise da interessi opposti...

Piramidi nel mondo di Sabrina Stoppa

Alla scoperta delle piramidi attraverso un meraviglioso viaggio in 57 siti archeologici mondiali, dalla lettera A di Alaska fino alla lettera U di Uzbekistan, passando anche dalla Luna e da Marte

NEWSLETTER MANUALE DI MARI