lunedì, Settembre 28, 2020
Home Libri Narrativa Insondabile destino di Anna Ferrari

Insondabile destino di Anna Ferrari

-

Insondabile destino di Anna Ferrari

Insondabile destino di Anna Ferrari è il romanzo più amato dalla prolifica scrittrice milanese.

Insondabile destino di Anna Ferrari, il coraggio di due eroine a cavallo tra due ere

Circa 1000 anni prima di Cristo, in un villaggio d’Irlanda, vivono Ynyr, Una e Gwyny, la loro primogenita. La quiete della famigliola è sconvolta dalla morte di Una nel dare alla luce la piccola Oonagh. Intanto, ai giorni nostri, la professoressa Beatrice Sensi sta indagando su uno straordinario reperto di epoca celtica, un taccuino scritto in una lingua misteriosa.
Che potere pensate possa avere un originale reperto antico, molto probabilmente celtico, un taccuino con simboli sconosciuti, per una specialista in semiologia e linguistica? Proprio come il miele per l’orso!
E’ naturale quindi che Beatrice Sensi non sappia resistere all’invito di decifrare uno scritto appartenente a un popolo che non conobbe mai la scrittura, perché i Celti ritenevano che solo la memoria potesse garantire la trasmissione del sapere.
Questa avventura nel mondo celtico si incunea poi verso l’antica Russia, il paese dei soldati forti come l’acciaio, degli studiosi che sanno tutto di tutto, delle streghe più cattive che siano mai esistite.
In mezzo a tali coinvolgenti avventure c’è la vita di tutti i giorni, con le sue vittorie e le sue delusioni, con storie d’amore e di odio (che poi è quasi sempre una storia d’amore finita male, e non sempre per una persona…).
La relazione tra Gwyny, una dolce ma risoluta ragazza celtica, e Liam è travagliata, attraversata da pericoli e segreti, incantesimi di magia bianca e magia nera. Gwyny frequenta l’Accademia da vent’anni e sta per diventare druidessa. Liam è un druido, benché sia assai giovane è molto rispettato e amato dalla sua tribù. Un destino contrario e la pura malvagità che si insinua proprio tra gli affetti più cari li travolge in un mare di dolore; la vita ristabilisce gli equilibri ma quale sarà il prezzo? Chi si è nutrito delle loro sofferenze sarà condannato all’oblio, ma sarà sufficiente?
C’è anche chi l’amore lo vive con spavalderia, cercando di domarlo ai propri desideri, almeno fino a quando l’affetto non prenderà le sembianze di una risoluta cacciatrice di verità. È Niccolò Malcovati, bell’uomo, affascinate studioso di slavistica. Abita in un’incantevole villa del ‘700, e proviene da una famiglia di antiquari che gli hanno permesso di arredare la sua dimora con oggetti rarissimi e di raffinata bellezza. Un vero dandy, Niccolò è amato dalle donne, ma è anche un gentiluomo, che gode molto della sua casa, delle cose belle che acquista e scambia, accrescendo le sue collezioni: uova di Fabergé, icone russe, servizi da tè imperiali, somovar, ossia teiere, incastonati di pietre preziose, libri rari e preziosi.
Niccolò incontra Beatrice per risolvere l’enigma del taccuino, ma mai si sarebbe aspettato una semiologa così deliziosa, con quel carattere secco e precisino, e una voce da allodola.
E Niccolò adora le cose belle, non può non ammirarla, accarezzarla con il pensiero, ricambiato dallo stupore e dalla sorpresa di Beatrice. Attratti l’uno dall’altra, vivono momenti di intensa passione, inconsapevoli ancora degli ostacoli che troveranno sulla loro strada.
Alla fine sono queste due donne, Gwyny e Beatrice, che ci sorprendono per la loro energia e la loro tenacia nel volere costruire il proprio destino con ogni mezzo, che non arretrano di fronte a nulla pur di avere una vita che sia pienamente loro. E, se è vero che la mente può piegare il destino, Gwyny e Beatrice ne hanno scoperto il segreto.

Insondabile destino
di Anna Ferrari
Copertina flessibile: 220 pagine
Editore: Booksprint (29 novembre 2018)

Leggi anteprima nella libreria Amazon

Anna Ferrari

Anna Ferrari già durante gli anni universitari comincia a frequentare l’editoria, aprendo uno studio con una disegnatrice e collaborando a molte pubblicazioni per il “Corriere dei Piccoli”.
Laureatasi in Lingue e letterature straniere magna cum laude, specializzandosi in russo e inglese, inizia a insegnare e prende parte a corsi di specializzazione all’estero, a Mosca e Londra. Da queste esperienze nasce la sua inesauribile passione per la letteratura tutta, ma, in particolar modo, quelle di cui conosce a fondo la lingua.
La sua curiosità e la sete di esperienze nuove, la porta ai lavori di correttore di bozze e redattore esterno per Zanichelli, traduce dal russo e dall’inglese, prosegue diventando la curatrice di una collana di narrativa per Le Monnier per circa 5 anni, periodo in cui si è nutrita di storie, ma soprattutto ha conosciuto da vicino il mondo dei lettori. Collabora poi con Mondadori, scrive testi scolastici, e pubblica anche un romanzo per ragazzi La casa nel nocciolo.
Nel 2018 pubblica il suo romanzo Insondabile destino per Booksprint Edizioni, che una lettrice definisce così: “È un libro sensazionale, coinvolgente sotto ogni punto di vista…Una storia struggente e emozionante in ogni pagina…Mi è piaciuto in modo indescrivibile…”.
Anna Ferrari legge accanitamente in tutti i momenti che strappa alla scrittura, la sua linfa vitale. Adora i romanzi, soprattutto quelli dell’Ottocento, i racconti di R. Carver, Flannery O’ Connol, Alice Munro, i gialli del mistero, primo fra tutti E. A. Poe. Conosce a menadito la cultura celtica, ed è specialista in mitologie e fiabe, alle quali si è avvicinata tramite i testi di V. Propp.
Trova estremamente rilassante circondarsi di piante e averne cura; non potrebbe vivere senza Hazel e Tilly, i suoi “angeli pelosi” che da quando sono entrati nella sua vita, se ne sono appropriati e sono le sue Muse ispiratrici, quando si incammina senza meta nel parco.

Pubblicazioni:
Commenti a margine. Scritti su Jane Austen, Paul Auster, A. S. Byatt, C. Lispector, N. Lagioia e altri,  Streetlib
Voci, Neftasia 2010 (secondo classificato al Premio Kafka Italia)
Donne dal cielo, Marietti 2008
Miti e leggende d’Europa, Mursia, 2004
Nuove fiabe d’Europa, Mursia 2001
Miti del Nord Europa, Mursia 1997
La vera storia della befana, Mursia 1996
Autori Vari, Figure di donna. Racconti dell’800 russo, Mursia, 1996
La casa nel nocciolo, Mursia 1996 (2° classificato al premio “Giovan Battista Basile”, finalista al premio Letteratura per ragazzi della Città di Asola, selezione “Bancarellino”)
Fiabe d’Europa, Mursia 1993 (finalista al premio “Lunigiana”, terzo classificato al premio “Valdenesi”)
Puskin, Fiabe, Mursia 1995
Cechov A., La steppa e altri racconti sui bambini, Mursia 1995

Guarda tutti gli articoli

25 Commenti

  1. Quando una trama ti fa nascere tante emozioni tutte insieme secondo me significa che è ben scritto complimenti all’autrice

  2. Adoro i Celti, spero di poter continuare la lettura di questo libro che così sapientemente ha attirato la mia attenzione. A volte quando vedo un libro mi viene sempre voglia di sfogliarlo, il suo no, ho sentito subito un’empatia così forte che non mi succedeva da tempo. Sarà la copertina, quel poco che ho letto che mi ha catapultata in questa storia fatto sta che non vedo l’ora di leggerlo. Tantissimi auguri e in bocca al lupo Mariliana

  3. I celti sono da sempre protagonisti di fantastiche storie ed è un piacere che la loro memoria sia sempre portata avanti fino ai giorni nostri sia nella letteratura che nella musica… Poi questo sarà sicuramente un fantastico viaggio nel tempo attraverso varie culture…

  4. Ho sempre adorato le storie che si perdono e si sviluppano in epoche diverse, contesti storici contrapposti. Le ho sempre trovate intriganti, ma non ho mai sentito di niente di simile prima d’ora. La cultura celtica è qualcosa di a me sconosciuto, se non consideriamo poche Serie TV che accennano l’argomento. E mi ha sempre attirato. Forse perché avrò sempre la sindrome di Sherlock Holmes e adoro i misteri, forse perché questo libro si presenta molto bene o forse perché racchiude elementi che adoro, ma spero davvero tanto mi sarà data la possibilità di saperne qualcosa di più.

  5. Innamorata della musica celtica….e della sua storia…mi piacerebbe immergermi in questa lettura dove sicuramente si scopriranno intrighi e passioni di questo popolo celtico.

  6. Sono un’appassionata della cultura celtica, ho letto numerosi romanzi dedicati ma devo dire che questo dalla trama mi ha colpita particolarmente perché si vede che è ben curato nei dettagli a partire dalla copertina. Mi piace molto il mix tra antico e moderno. Spero tanto di essere scelta per poterlo leggere perché è proprio il mio genere.

  7. Il libro raccoglie al suo interno un sacco di elementi che da sempre mi affascinano. Mi piacerebbe tanto leggerlo e farlo conoscere agli altri.

  8. Trama avvincente con un interessante sfondo storico, la cultura celtica. Un mix di elementi che rendono il libro un po’ giallo e un po’ romantico. Un mystery irresistibile ed affascinante. Spero di aver la possibilità di continuare la lettura di questo meraviglioso libro.

  9. Salve , già dopo una decina di righe avevo una voglia pazzesca di continuare a leggere ogni singola pagina di questo libro .. E’ di un interessamento unico ! Mi piacerebbe poterlo leggere , ne sarei felicissima ! Complimenti !

  10. Già dalle prime righe il lettore viene avvinto dalla storia. Poi, le storie irlandesi sono sempre intrise di fascino e magia. Mi piacerebbe molto ricevere una copia del libro e poterlo apprezzare appieno.

  11. Intrigante! direi che è questa la parola che riassume meglio l’anteprima del libro.
    Una bellissima copertina che cattura l’attenzione del lettore..
    Un tavolo di legno… un taccuino antico… una croce celtica…
    Chissà cosa accomunerà le due protagoniste… così lontane nel tempo… ma forse così simili…
    Spero di aver l’onore di ricevere una copia del libro per poterlo scoprire.
    Grazie mille! Cordiali saluti.

  12. Adoro le storie irlandesi con il loro fascino particolare e sarei veramente onorata di poter leggere il libro …speriamo bene!

  13. Da poche righe se ne percepisce già la capacità di portare il lettore lungo un viaggio attraverso il tempo. Un libro che sembra avere tutte le caratteristiche per coinvolgere fino all’ultima pagina. I Celti di per sé rappresentano già una dimensione attraente, se ci aggiungiamo la sconosciuta ma affascinate Russia e le sue leggende direi che per un amante del genere thriller storico sia l’apoteosi. Mi piacerebbe leggerlo.

  14. Da questo breve incipit si percepisce un viaggio nel tempo.

    Avvincente già dall’inizio.

    Mi piacerebbe riceverne una copia per poter ampliare il mio commento iniziale.

    MR

  15. Molto molto intrigante mi piace leggere questi tipi di romanzi mi appassionano tantissimo chissà come sarà il finale sono curiosa

  16. Adoro il genere e in questa trama trovo tutte le premesse per leggerlo tutto d’un fiato. Sarei felice di poterlo leggere!

  17. Ambientazione celtica, mister I da risolvere e saggezza che so tramanda Nel tempo. Un insieme di elements perfetto per un romanzo appassionante! Spero di poterne ricevere una copia.

  18. Che dire? Mi ha colpito fin dalla prima parola, sarà che sono innamorata dell’irlanda, sarà che mi piace credere nella magia, non lo so ma quel che è certo è che leggerò sicuramente questo libro! Mi ha già appassionata!

  19. Ambientazione celtica, un taccuino con delle scritte misteriose, una villa elegantemente arredata da un giovane dandy… mi pare che gli ingredienti per un’ottima lettura ci siano

  20. Mi piace innanzitutto il genere e l’assaggio di questo libro, mi sembra molto promettente. Sarebbe la compagnia ideale delle mie vacanze e spero proprio di poterlo leggere!

  21. Adoro questo genere di libri, sono una ragazza appassionata di storia e di storie antiche
    Il fatto che le due ragazze,donne siano collegate da questo taccuino è qualcosa di interessante e che incuriosisce
    Mi sono chiesta ” ce la farà Anna a tradurre il taccuino? A lasciarsi andare all’amore?
    E come sarà la vita di Gwyny, cosa le aspetterà in futuro?
    Spero di riuscire a togliermi queste curiosità molto presto

    • Ottimo mix di ingredienti per attirare la mia attenzione e la mia curiosità. Mistero, coraggio e passione, non manca nulla. Sarebbe il compagno ideale per affrontare le fresche serate estive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Commenti recenti

FIERA DEI LIBRI ON LINE

Il professore di italiano di Marcello Signorini

Bellissima storia d'amore tra un professore liceale quasi sessantenne e una bella ragazza ventenne, raccontata dall'autore con delicatezza e sottigliezza psicologica.

Un nuovo inizio di Arianna Capogrossi

Un viaggio interiore della protagonista, proprio a cavallo del lockdown, tra ostacoli da superare, paure, incertezze e nuovi amori, porterà all'acquisizione di nuove consapevolezze e alla riscoperta di sé stessa.

Il collegio dei segreti di Paolo Arigotti

È esistita una resistenza tedesca contro il nazismo? Se si, chi furono coloro che trovarono il coraggio di opporsi, spesso a rischio della vita propria e dei familiari? A queste domande risponde il romanzo storico di Paolo Arigotti.

Liceo a Luci Rosse di Paola Lena

Una storia che fa riflettere e che accende mille campanelli di allarme; una storia che, nella sua folle assurdità, risulta essere purtroppo possibile e fin troppo reale.

BeatriX di Cristiano Venturelli

Quale potere è racchiuso in uno sguardo? Secondo gli antichi, lo sguardo, quando ha raggiunto tutta la forza di penetrazione e di influenza di cui è capace, diventa un'arma terribile.

Aspettando le stelle di Carola Helios

Carola Helios racconta una storia di crescita e di memoria che attraversa la storia italiana del secondo Dopoguerra. Un nuovo emozionante romanzo dell'autrice di Specchio d'acqua

Cenerentola 2000 di Mariarosaria Rigido

Una scarpetta da ginnastica rosa su una scalinata e qualcuno che fugge via… Si chiama Bella la “Cenerentola 2000″.

Cantata per voce sola di Mario Manfio

Cantata per voce sola di Mario Manfio, emozioni e tanto humor ed ottimismo nella silloge del poeta triestino. Da leggere.

Non c’è più tempo di Sandro Orlandi

Nel paesino immaginario di Pèrtola, tra i monti del trentino, un bambino di quattro anni e mezzo viene rapito, tutto il paese ne rimane coinvolto e molti si presteranno ad aiutare i carabinieri...

Le scale di Isabella Pojavis

Un romanzo profondo e coraggioso sulle scelte che la vita ci propone. Un viaggio tra il passato e il futuro in un presente difficile, ma non impossibile.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI