Io sono Fabrizio di Anna Cattivelli

Il commento di Nicla Morletti

Un romanzo toccante che è storia di vita e d’amore. Una catarsi salvifica.
Fabrizio, il protagonista, ha trentatré anni e la sua esistenza è segnata da amori e sofferenze devastanti. All’inizio le sfilate di moda, gli incontri con le femmine e tacchi a spillo. Poi un evento scioccante lo trascina nel dolore e nella vergogna fino ad un tentato suicidio e ad un incidente di cui è l’unico superstite. Come continuare a vivere, a credere, a sognare, frequentando soprattutto i locali notturni? Riuscirà il nostro protagonista ad affermare la propria identità soffocato dal caos e dalla crudeltà della vita? La storia si svolge tra Torino e Roma. Nel leggere queste pagine così vere viene voglia di prendere il protagonista per mano e guidarlo fuori dai meandri della vita. Ed invece è lui a trascinarci nel suo labirinto di passioni, difficoltà e privazioni, verso le spiagge del suo cuore e in quelle reali di Sperlonga e Gaeta in piazzole con bar e terrazze sul mare.
Una scrittura accattivante e fluida questa di Anna Cattivelli. Un romanzo di formazione e di grande attualità.

IO SONO FABRIZIO
di Anna Cattivelli

Andrea Oppure Editore

2010, p. 144

Anna Cattivelli

Anna Cattivelli, è nata e vive a Roma. Ha pubblicato Tempo di sabbia nel vento (Laterza 2007),  Ci chiamiamo umanità (Laterza 2008) e Amare Amandoti (Laterza 2009). Collabora con mensili e riviste letterarie.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -