[youtube id=”i7SfARhL9ws” autoplay=”yes”]

Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, con La mafia uccide solo d’estate, suo film d’esordio, incassa il premio per la miglior commedia alla 27ª edizione degli European film awards, gli Oscar europei, la manifestazione che ha visto premiato anche il regista napoletano Rak, per L’arte della felicità, nella categoria film di animazione.

Crescere e amare nella Palermo della mafia. Un racconto lungo vent’anni attraverso gli occhi di un bambino, Arturo, che diventa grande in una città affascinante e terribile, ma dove c’è ancora spazio per la passione e il sorriso.
La mafia uccide solo d’estate è, infatti, una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari e che vede come una principessa.
Sullo sfondo di questa tenera ma divertente storia, scorrono e si susseguono gli episodi di cronaca accaduti in Sicilia tra gli anni ‘70 e ‘90.Un modo nuovo di raccontare la mafia. Un film che dissacra i boss e restituisce l’umanità dei grandi eroi dell’antimafia. Un sorriso ironico e mai banale sugli anni terribili degli omicidi eccellenti.

“Ma la mafia ucciderà anche noi?
Tranquillo. Ora siamo d’inverno. La mafia uccide solo d’estate.”

[Arturo al padre, prima di andare a letto]

La mafia uccide solo d'estate premiato agli Oscar europei

La mafia uccide solo d’estate

REGIA: Pif
SCENEGGIATURA: Michele Astori, Pif, Marco Martani
ATTORI: Pif, Cristiana Capotondi, Ninni Bruschetta, Claudio Gioè
FOTOGRAFIA: Roberto Forza
MONTAGGIO: Cristiano Travaglioli
MUSICHE: Santi Pulvirenti
PRODUZIONE: Offside con Rai Cinema
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -