L'abbazia dei cento inganni di Marcello Simoni

L’abbazia dei cento inganni di Marcello Simoni: un romanzo denso di mistero e avventura, scritto con la consueta, straordinaria maestria.

Ferrara, inverno 1349. Un’inquietante processione di gente incappucciata si aggira nelle selve vicino alla città, terrorizzando chiunque abbia la sfortuna d’imbattervisi. E mentre si diffondono voci su riti satanici e segni dell’apocalisse, c’è chi scorge in quelle apparizioni un astuto complotto.

Tra loro anche l’impavido cavaliere Maynard de Rocheblanche che, con l’appoggio della Santa Inquisizione, intraprende un’indagine per cercare di far luce sulla verità.

L’impresa si rivelerà tuttavia più difficile del previsto, perché sono molti i prelati più interessati ai suoi segreti che a risolvere il caso. Maynard è infatti l’unico custode del mistero più grande della cristianità, la leggendaria reliquia attribuita a Gesù, il Lapis exilii.

E questa volta, privato dell’appoggio dell’abate di Pomposa, potrà fare affidamento solo sulla sorella, la monaca Eudeline, per difendere se stesso e i propri amici e cercare di svelare l’intrigo che lo coinvolge…

Autore da 1 milione di copie. Tradotto in 18 Paesi. Vincitore del Premio Bancarella

«Marcello Simoni ha raggiunto l’olimpo del thriller italiano accanto a Umberto Eco del Nome della rosa. Nei suoi libri si trova tutto quello che si vorrebbe da un buon thriller (colpi di scena, cuori avidi o generosi, ambizioni e doppi giochi, duelli all’ultimo sangue e l’amore assoluto). Ma anche quello che non ci si aspetta: una fantasia che miscela abilmente Salgari e Corto Maltese, il cinema colto, i fumetti e i noir. E poi ancora l’equilibrio tra fantastico e realtà storica con una galleria di personaggi credibili e scintillanti come eroi contemporanei.»
Vanity Fair

«Non ti fa sentire il peso di una storia di settecento anni fa, ma la rende attuale. Il presente storico è la cifra estetica più originale di Simoni.»
Vittorio Sgarbi

«Io mi diverto molto con le storie di Marcello Simoni e ve le raccomando. Se avete amato sir Walter Scott, Il Signore degli Anelli e il poema di Ludovico Ariosto, ecco un loro pronipote.»
Antonio D’Orrico, Corriere della Sera

Marcello Simoni è nato a Comacchio nel 1975. Ex archeologo e bibliotecario, laureato in Lettere, ha pubblicato diversi saggi storici; con Il mercante di libri maledetti, romanzo d’esordio, è stato per oltre un anno in testa alle classifiche e ha vinto il 60° Premio Bancarella. I diritti di traduzione sono stati acquistati in diciotto Paesi. Con la Newton Compton ha pubblicato La biblioteca perduta dell’alchimista, Il labirinto ai confini del mondo, secondo e terzo capitolo della trilogia del famoso mercante; L’isola dei monaci senza nome, con il quale ha vinto il Premio Lizza d’Oro 2013, e La cattedrale dei morti. Nel 2014 è uscito L’abbazia dei cento peccati, primo capitolo di una nuova trilogia, a cui seguono L’abbazia dei cento delitti e L’abbazia dei cento inganni.

1 COMMENTO

  1. Libro assolutamente da leggere perché interessante già dalla premessa! Mi sono sempre piaciuti i libri con ambientazione storica e molto curati nei dettagli e questo mi sembra proprio che lo sia. Spero di avere la fortuna di leggerlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

* L'asterisco indica che i dati da inserire sono obbligatori. Il tuo indirizzo email sarà visto solo dalla Redazione e, in determinati periodi, dagli autori dei libri che hai commentato.