lunedì, 28 Novembre 2022
HomeNarrativaAutori italianiLe onde chiamano il tuo nome di Irma Kurti

Le onde chiamano il tuo nome di Irma Kurti

-

Le onde chiamano il tuo nome di Irma Kurti

Le onde chiamano il tuo nome di Irma Kurti è l’ultimo romanzo della poetessa e scrittrice albanese nota anche come autrice di testi di canzoni di successo

Le onde chiamano il tuo nome di Irma Kurti, tre donne e i loro drammi familiari raccontati da un punto di vista tutto femminile

Questo libro racconta, attraverso l’alternarsi delle voci delle sue protagoniste, la storia di tre donne: Laura e le sue due figlie, Mirella e Dea.
L’improvvisa scomparsa di Laura, ormai anziana e affetta da problemi di memoria, getta nello sconforto le due sorelle, e diventa la miccia che le spinge a riflettere sulla storia della loro famiglia e a ripercorrere attraverso i ricordi i passi che le hanno condotte a quel momento, in un continuo rincorrersi di passato e presente.
Sulle tre donne aleggia l’ingombrante ricordo della figura del padre, Dino, ormai scomparso, che in passato è stato un uomo buono ma poco presente a causa del suo duro lavoro di marinaio e che, a seguito di problemi di salute che lo hanno costretto a rinunciare al mare, si è trasformato a poco a poco in un padre padrone, alcolizzato e violento.
Quando, sul finale, le due sorelle ritroveranno finalmente la madre, le loro vite potranno ricominciare con maggiore serenità e consapevolezza: Dea smusserà i suoi angoli più duri per instaurare un vero legame con la sorella, Mirella coronerà un insperato sogno d’amore e farà pace con i chiaroscuri della figura paterna, Laura potrà affrontare gli acciacchi della vecchiaia cullandosi nel calore dei ricordi e degli affetti che la circondano.
Tra Napoli e Milano, tra Italia e Albania, un romanzo che affronta in maniera delicata le dinamiche familiari, le problematiche create dai non detti e i traumi causati dalla violenza domestica, senza moralismi e da un punto di vista tutto femminile.

“Sono nata in una città vicina al mare e lì ho fatto i primi passi. Le onde non avevano alcuna difficoltà a cancellare le mie impronte, piccole come quelle di una bambola. Il mormorio delle onde nella stagione calda, la riva ricoperta di alghe, i piccioni che volavano via spaventati, sono visioni che nessuno potrà mai spazzare via dalla mente.”
Irma Kurti

Leggi anteprima di Le onde chiamano il tuo nome di Irma Kurti

SULLA TOMBA DI PAPÀ

Non si sentono rumori e voci qui. Si percepiscono solo i passi delle persone che vengono a salutare i familiari o i parenti. Tra di loro ci sono anch’io.
Nessuno può sapere che lunga strada ho fatto per arrivare qui. I rancori e l’odio mi erodevano l’anima. Ho rotto i legami con papà, pensando che così sarei stata più tranquilla, perché stavo negando tutti i pezzi del passato che mi facevano soffrire. È più facile rompere un ponte piuttosto che costruirlo.
Papà, ti chiedo perdono per non averti dato l’ultimo addio!
In questi anni mi ha confortato l’idea che tu, dentro il tunnel buio in cui eri entrato, non riuscivi a percepire la presenza della mamma e di Dea, e neanche la mia assenza.
Avevo giurato di non tornare mai da te. Ma adesso… provo rimorso per i momenti che non potremo vivere, per gli abbracci, i dialoghi e gli scherzi mancanti.
Mi dispiace che tu non sia con noi! Sei andato via giovane, papà, molto giovane. Vorrei vivere altri giorni con te, come nell’infanzia, quando tutto era bello e magico, vestito dei colori più luminosi, come nella mia giovinezza, quando non ti invadeva il nervosismo e la rabbia, come negli ultimi anni, quando la mamma diceva che eri calmo e non litigavi con lei.
Ho passato una vita facendo la vittima. Pretendevo che tu mi capissi e mi allontanavo da te. Ma nemmeno io ti capivo. Non mi sono mai chiesta perché nel corso degli anni sei cambiato così tanto, perché hai reso l’alcol parte della quotidianità, perché sei diventato più severo, più distaccato dalla mamma e da noi.
Oggi non voglio parlarti del passato, papà. Voglio condividere con te una notizia, che sono convinta che ti piacerà. Forse la mamma te l’ha detto mesi fa.
Ho conosciuto qualcuno, papà, si chiama Artan. Tu mi hai raccontato che in uno dei tuoi viaggi vi eravate fermati al porto di Durazzo. Ciò che aveva attirato la tua attenzione era che le persone, nonostante fossero sofferenti, attente a ciò che dicevano e un po’ sospettose, vi avevano offerto ospitalità e affetto, come raramente avevate trovato altrove. Mi sono ricordata di questa tua descrizione quando ho conosciuto Artan e mi è sembrato che fosse il destino a farci avvicinare.
Quanto avrei voluto che lo incontrassi, papà! Sicuramente ti sarebbe piaciuto. La vita ti ha messo a dura prova, ma io so che tu avevi un cuore buono e tenero.
Chissà perché un pioppo fa ombra alla tua tomba. Raccolgo le foglie cadute e mi sembra che siano messaggi inviati soltanto a te.
Senti il vento, papà? Ricordi quando ti chiedevo perché in tutte le foto avevi i capelli scompigliati e tu mi rispondevi ridendo che il vento del mare ti seguiva anche a terra?
Tu vivi nei pensieri della mamma, papà. Qualche giorno fa, lei è partita per venire qui, ma ha perso la strada. Sta bene, ti manda i suoi saluti. Ti penso anch’io. L’immagine più bella che ho di te è sulla nave, mentre fissi la linea che divide il mare dal cielo. Io ti salutavo dalla riva e a casa contavo i giorni fino al tuo ritorno. Ricordo i regali che mi portavi dai tuoi viaggi e la mia impazienza di aprirli. Ricordo tutto, papà.

Le onde chiamano il tuo nome
di Irma Kurti
Editore: Salento Books (2 settembre 2021)
Copertina flessibile: ‎152 pagine

Irma Kurti
Irma Kurti

IRMA KURTI è una poetessa, scrittrice, paroliera, giornalista e traduttrice albanese naturalizzata italiana. Scrive da quando era bambina.
Nel 1980 viene omaggiata con il primo premio nazionale in occasione del 35° anniversario della rivista Pionieri. Nel 1989 ottiene il secondo premio al Concorso Nazionale organizzato da Radio Tirana, in occasione del 45° anniversario della Liberazione dell’Albania.
Al pubblico è conosciuta anche come autrice di testi di numerose canzoni di successo, con cui ha partecipato a molteplici festival nazionali nonché di musica leggera in Albania, Kosovo e Macedonia. Ha scritto circa 150 testi di canzoni per adulti e bambini.
Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti letterari in Italia e nella Svizzera italiana. Le è stato conferito il Premio Internazionale “Universum Donna” IX Edizione 2013 per la Letteratura e la nomina a vita di “Ambasciatrice di Pace” dall’Università della Pace della Svizzera Italiana.
Nel 2020 ha ricevuto il titolo di Accademico e Presidente Onorario di WikiPoesia, l’Enciclopedia poetica. Nel 2021 le è stato conferito il premio “Liria” (Libertà) dalla Comunità Arbëreshë in Italia. Le sono stati assegnati i premi “Leonardo da Vinci” e “Giacomo Leopardi” dall’Associazione Culturale “Chimera Arte Contemporanea” di Lecce. Inoltre, le viene conferito il premio “Ambasciatore Europeo” per importanti traguardi raggiunti nel campo letterario.
Nel 2022 ha ricevuto la nomina dell’Ambasciatore dell’Albania del Premio Accademico Internazionale di Letteratura Contemporanea Lucius Annaeus Seneca dall’Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche di Bari. Nel 2022 viene insignita del titolo di Madre Fondatrice e Dama dell’Ordine di Dante Alighieri della Repubblica dei Poeti. È membro di giuria di diversi concorsi letterali. È traduttrice presso la Fondazione Itaca in Spagna.
Ha pubblicato 26 libri in lingua albanese, 17 in italiano, 9 in inglese e 2 in francese. Ha tradotto undici libri di poesia e narrativa di diversi autori, oltre a tutte le sue opere edite in italiano e inglese. I suoi libri sono stati pubblicati oltre che in Albania anche negli Stati Uniti, in Canada, Francia, Italia, Romania, Kosovo, Filippine, Camerun e India.

20 Commenti

  1. Un’anteprima spettacolare. Già dalle prime righe si può restare affascinati da questo racconto. Spero di poterlo leggere e immergermi nella lettura di questo magnifico romanzo

  2. Anche io sono nata vicino al mare e i momenti che ho passato accocolata sulla sabbia sono indescrivibili , per questo ho sentito subito un’ empatia e un’ emozione grande nel leggere questa anteprima e’ stato come ritrovare la me stessa di ieri. Scrittura semplice accattivante che cattura il lettore facendolo sognare grazie.

  3. La descrizione mi ha fatto entrare nelle scene e nelle ambientazioni descritte, toccante mi sembra essere così vicino e lontano da me. Mi piacerebbe leggerlo…

  4. Un’anteprima che mi ha letteralmente colpito, per la dolcezza di una figlia che ha rotto il muro del rancore troppo tardi, un dolore che porterà sempre dentro in silenzio. Uno stile molto coinvolgente dell’autrice che mi piacerebbe conoscere più in fondo.

  5. Mi sono profondamente commossa ed emozionata nel leggere questa anteprima, parole che toccano il cuore e fanno riflettere sui profondi legami familiari. Sarebbe davvero un onore per me leggere il libro.

  6. Ho letto l’anteprima del libro e che dire se non che ho sentito tutti i sentimenti della protagonista tanto sono ben descritti. Un passaggio in particolare mi è piaciuto, quando la ragazza perdona il padre e dice che lei voleva essere capita, ma che lei stessa però non ha provato a capire il padre. Perché in verità noi spesso eroicizziamo i genitori, dimenticandoci che anche loro sono esseri umani e possono anche sbagliare. E come noi vogliamo essere capiti, anche noi dovremmo capire e accettare di più questi genitori che ci hanno dato la cosa più preziosa, questa vita. Amo i romanzi che attraverso una storia suscitano in me emozioni e sono in grado di farmi riflettere. Spero tanto di poter leggere tutta la storia, voglio sapere di più di questa famiglia e come finisce con Artan.

  7. Bellissima e commovente l’anteprima che fa presagire una trama molto intensa. Un viaggio che è anche un percorso interiore, la storia di una famiglia che sicuramente appassiona. E una scrittura appassionata che diventa poesia. Molto bello.

  8. Questa anteprima mi ha letteralmente commossa. Mi sono fermata più volte prima di continuare, l’emozione ha preso il sopravvento.
    Un lungo viaggio interiore porta queste due sorelle a scoprire e scoprirsi, a capire e comprendere per poi perdonarsi. Come si “sente” nelle parole di Mirella.
    Pensando al titolo, la mia mente immagina che le onde siano i sentimenti delle protagoniste che si infrangono con forza sulla riva per poi ritornare in mare con la serenità che mancava prima di abbettersi sul suolo… credo, penso, immagino, sia ciò che succederà a Dea e, ancor più, a Mirella toccando i tasti di un passato doloroso ma che adesso rivela anche ciò che non riuscivano a vedere prima.
    Grazie Irma, mi ha letteralmente conquistata con il suo romanzo. Sarei onorata di continarne la lettura…

  9. La potenza che emerge da queste parole, tra dolcezza e audacia, è qualcosa che mi piacerebbe molto poter vivere per intero. Spero di ricevere tale opportunità!

  10. L’anteprima è interessante e coinvolgente, vorrei sapere dove queste due sorelle arrivano rievocando ricordi passati, mi farebbe piacere leggere la storia completa

  11. Un bel titolo che spicca sopra una bella copertina. L’anteprima del libro riesce a far pregustare una trama accattivante e scorrevole. Per questo mi piacerebbe poter leggere questo libro!

  12. Un’anteprima coinvolgente ed emotiva fin di subito; donne forti che cercano risposte per la loro vita. Spero di approfondire di più questa lettura.

  13. Adoro le storie di donne, scritte da altre donne. Riescono a interpretare in modo esatto il sentire della maggior parte di noi. Si percepisce poesia e dolcezza già dall’anteprima.

    • Ho letto l’anteprima e mi ha conquistata; i romanzi che raccontano rapporti tra donne, in particolare tra generazioni di donne, mi incuriosiscono sempre. Mi piacerebbe essere scelta per leggerlo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Fiera dei Libri on line
Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE