L'ombra del collezionista di Jeffery Deaver

Delle sue vittime lui non vuole il corpo, vuole solo la pelle: per marchiarla a morte. E un novembre gelido, a New York, e nelle strade spazzate dal vento e dalla neve si aggira un serial killer. E scaltro, feroce, implacabile. Aggredisce donne e uomini nei seminterrati, li trascina nelle gallerie buie e umide che si allargano labirintiche nel sottosuolo, li tatua con un inchiostro al veleno lasciando loro sulla pelle incomprensibili messaggi fatti di numeri e lettere; poi li abbandona a un’agonia lenta e straziante. Chi è e cosa vuole? E il tatuaggio che porta sul braccio, un centopiedi rosso con zanne e un volto umano, ha un significato? A esaminare i primi indizi, il killer sembra ispirarsi al collezionista di ossa, il famigerato criminale che più di dieci anni prima aveva gettato nel terrore la città e messo a dura prova il brillante talento deduttivo di Lincoln Rhyme. Questa volta, spalleggiato dalla fidata Amelia Sachs e da tutta la squadra, il criminologo più famoso d’America sarà costretto a districarsi in un oscuro ginepraio di false piste e colpi di scena, in lotta contro il tempo per sventare un piano folle e diabolico. Perché il passato non muore mai, e il nemico non è mai così lontano.

L’ombra del collezionista
di Jeffery Deaver
2014, 489 p., rilegato
Traduttore: Prencipe R.
Rizzoli
Ordina questo libro

9 Commenti

  1. Avendo varie opere di J. Deaver devo dire che il migliore è sicuramente Il collezionista di ossa e vorrei tanto leggere il seguito. L’autore, a mio parere, è davvero molto bravo con ottima capacità di linguaggio e soprattutto non è per niente noioso ne ripetitivo come a volte succede nei thriller in genere. L’autore ha la grande capacità di coinvolgere il lettore che è quasi “costretto” a leggere il romanzo tutto d’un fiato…

    • Gentilissima Giovanna,

      le ricordiamo che per sperare di ricevere una copia omaggio dei bestseller presentati da Manuale di Mari occorre commentare anche i libri che partecipano alla Fiera dei Libri on line.
      Le istruzioni può leggerle nella pagina raggiungibile con questo link:
      http://tagline.it/portale/stand

  2. Pur non essendo un’amante dei thriller ho adorato “il collezionista di Ossa” che ho letto tutto d’un fiato qualche anno fa. Lincoln Rhyme mi ha colpito perchè, oltre ad essere un meraviglioso personaggio per quel che riguarda la storia in se, rappresenta il riscatto di chi non si arrende ai limiti fisici del suo corpo ma li scavalca con la potenza dell’ingegno. Ottimo autore e scommetto che questo seguito sarà all’altezza delle aspettative!

  3. Adoro Jeffery è lo scrittore di thriller per eccellenza, nessuno lo batte!!! Quanto mi piacerebbe ricevere una copia di questo libro!!! Mi manca proprio quest’ultimo e sto morendo dalla voglia di leggerlo!!!

  4. sono appassionata da sempre di deaver: considero lincoln e amelia degli amici: sono personaggi che non hanno il “fisico” del super eroe, ma proprio per questo si fanno amare e le trame delle loro avventure sono sempre appassionanti. nascondono tra le righe del triller un poesia dolce: come non amare i falci amici di lincoln? stupendi

  5. Deaver è ormai un affermato mago del thriller e leggendo le avventure del detective Rhyme di libro in libro non si può che immedesimarsi nel suo personaggio alla ricerca del psicopatico thriller di turno per scoprirne mentalità e modo di agire con un ritmo incalzante sino alle pagine finali sempre col fiato sospeso. Adoro questo scrittore .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -