sabato, Ottobre 24, 2020
Home Narrativa Thriller e Mistero L'ultimo rintocco di Diego Pitea

L’ultimo rintocco di Diego Pitea

-

L'ultimo rintocco di Diego Pitea

L’ultimo rintocco di Diego Pitea, il nuovo thriller psicologico dello scrittore calabrese.

L’ultimo rintocco di Diego Pitea, avvincente caccia al serial killer

“L’essenza del male ha preso forma umana”. È questo che pensa Richard Dale, psicologo e criminologo, entrando nella camera da letto di un appartamento alla periferia di Roma. A terra giace una donna incinta con un taglio sopra il pube. Del feto nessuna traccia e sulla parete una scritta enigmatica: “Rosso”. A interpellarlo è Marani, il capo dell’Unità Analisi Crimini Violenti, per indagare sull’“Escissore”, un serial killer edonista, crudele e geniale, con il vezzo di lasciare sulla scena del crimine degli indizi che, opportunamente decifrati, permettono di risalire all’identità della prossima vittima. Coadiuvato dalla profiler Doriana Guerrera, Dale analizzerà, come in una macabra caccia al tesoro, le tracce lasciate dall’assassino, ma quando tutto sembra aver fine avrà inizio il vero incubo, che lo porterà a scontrarsi con le sue paure più profonde e con un nuovo rompicapo all’apparenza insolubile… fino allo scoccare dell’ultimo rintocco.

Scrive l’autore:
L’idea del libro mi venne mi venne di colpo, come tutte le trame dei miei libri, mentre passeggiavo in vacanza sul lungomare di Palermo. Definita la storia, avevo bisogno di qualcosa per il rompicapo del libro, ma per diverso tempo girai a vuoto. Mi serviva qualcosa di misterioso ma al tempo stesso reale, qualcosa che la gente avrebbe potuto riconoscere. La soluzione me la diedero le mie agenti letterarie di allora. Mi descrissero un oggetto strano che raccontava una storia straordinaria, quella che serviva per il mio libro. Ne restai talmente colpito che passando da Roma, con il libro già scritto, volli andare a vederlo. Non mi dilungo troppo per non rivelare nulla della trama. In questo libro compare per la prima volta la figura di Samuele, il figlio di Richard Dale, che avrà una parte fondamentale nel quarto libro e sono elencate alcune delle passioni di Dale – e mie: scacchi, pittura e le sue famose liquirizie.

L’ultimo rintocco
di Diego Pitea
Copertina flessibile: 424 pagine
Editore: goWare (23 aprile 2020)

Leggi anteprima nella libreria Amazon

20 Commenti

  1. Più che un thriller “tradizionale”, quelli psicologici mi appassionano sempre molto.
    Sono una che se il libro non la prende già dai primi capitoli, mollo lì. Invece, l’anteprima di questo libro mi ha coinvolto talmente tanto che spero di leggerlo e continuarlo presto. Ecco perché mi piacerebbe ricevere questo libro 🙂

  2. Il suo libro mi letteralmente incuriosita sia per la trama avvincente sia per il modo di scrivere . Spero di leggerlo presto anche perché è la prima volta che mi avvicino a questo genere di lettura .Complimenti e tantissima fortuna

  3. L’esperimento letterario portato avanti da questo scrittore mi sembra originale e ben strutturato. La trama, molto articolata e avvincente, mi ha incuriosita subito. Sono sicura che tiene incollati dalla prima all’ultima pagina, mi piacerebbe proprio leggerlo!

  4. Ho letto la ricca anteprima tutta d’un fiato: fantastica, la trama e il modo di scrivere mi hanno letteralmente rapita. Poi io amo questo genere, sono psicologa e appassionata di criminologia!
    Spero davvero di poterne ricevere una copia! Sono curiosa di essere nuovamente rapita dal racconto!

  5. Sono una appassionata lettrice di thriller e devo dire che questo romanzo ha subito catturato la mia attenzione fin dal titolo che trovo molto accattivante. Mi piacerebbe davvero calarmi nelle atmosfere descritte e viaggiare fino all’ultima pagina.

  6. Non amo particolarmente i gialli, ma la trama mi sembra interessante.Pertanto spero di poterlo leggere ed esprimerne un giudizio obbiettivo.

  7. Ho letto con attenzione la presentazione del libro… poi sono andata a leggermi l’anteprima sopra indicata… direi una scrittura fluida, che appassiona alla lettura, una trama avvincente che tiene il lettore con il fiato sospeso… un crimine atroce, una detective profiler, uno psicologo criminale alle prese con la risoluzione degli indizi.
    Riusciranno ad anticipare le mosse del killer? che sfide dovranno superare?
    Mi ha colpito molto dalla presentazione la frase dell’Autore “mi serviva qualcosa di misterioso ma al tempo stesso reale, qualcosa che la gente avrebbe potuto riconoscere” per il rompicapo del libro… chissà cosa sarà? mi ha molto incuriosita… chissà se la copertina rivela qualcosa di questo “rompicapo”… o la realizzazione grafica è solo in attinenza con il titolo? Spero di aver la possibilità di ricevere una copia del libro per poterlo leggere interamente e commentare.
    Intanto complimenti all’Autore!!! Cordiali saluti.

  8. Ciao , sono spesso alla ricerca di libri Gialli (passione passata da mia mamma a me !) .. come sono spesso alla ricerca di libri sui Serial killer .. ed ecco che noto il tuo libro ! “Giallo + Serial killer ” ! Dalla trama sembra esattamente un libro fatto apposta per me , mi piacerebbe da morire riceverlo per poterlo recensire a dovere . Complimenti ancora per la trama e Auguri per un ottimo futuro . Barbara

  9. Mi intriga la trama di questo libro, spero vivamente di leggerlo anche per conoscere un nuovo genere letterario.

  10. Mi intrigano molto i thriller e sono sicura che il suo possa competere con i bravi autori stranieri…le auguro tanta fortuna e se le avanza qualche testo sono felice di poterlo leggere…grazie!

  11. Sono una divoratrice dei thriller scandinavi e recentemente ho conosciuto altri scrittori – uno islandese e uno italiano – che come trama ed intrecci competono egregiamente. Mi piace l’idea del thriller psicologico che porta a conoscere anche luoghi in cui la narrazione è ambientata. In attesa di poterlo leggere auguro un in bocca al lupo allo scrittore.

  12. Spero di poterlo leggere perché il thriller psicologico è il mio genere preferito. La trama già mi intriga e sinceramente non vedo l’ora di poterlo leggere interamente!

  13. Il sospetto è l’ingrediente più giusto per appassionare un lettore. Questa lettura è la più adatta per chi come me ama tutto ciò che fa parte della criminologia, davvero ottimo, almeno dal quel poco che ho letto.

  14. Un incipit agghiacciante, che lascia presagire una trama ben scritta ed estremamente avvincente. Indubbiamente curiosa, sarei onorata di poter leggere il libro!

  15. La descrizione del libro mi ha molto colpito, adoro il genere e spero di avere l’opportunità di leggerlo, commentarlo e recensirlo online, sui social e nel mio blog. Intanto complimenti! Stefania

  16. Un thriller interessante con una storia che probabilmente non deluderà
    Mi sono permessa di leggere qualche recensione e ora sono più curiosa che mai
    Spero di avere l’occasione di leggerlo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Commenti recenti

FIERA DEI LIBRI ON LINE

Panico a Milano di Gino Marchitelli

Panico a Milano di Gino Marchitelli. La terza indagine del professor Moreno Palermo: dal lago Maggiore a Lambrate una serie di delitti collegati a un crimine del 1943.

La traccia del pescatore di Roberta Castelli

La traccia del pescatore di Roberta Castelli è un romanzo giallo ambientato in Sicilia, nell'immaginaria cittadina di Lachea, con protagonista il commissario Angelo Vanedda.

Enne di Piero Buscemi

Enne di Piero Buscemi è uno sorta di diario intimo, come lo definisce l'autore, della quarantena conseguente all'esplosione della pandemia di COVID-19.

Cercando le cose di lassù di Paola Zugna

Cercando le cose di lassù di Paola Zugna è un testamento autobiografico fedele nella verità dei primi quaranta anni di vita dell'autrice.

L’eredità dei vivi di Federica Sgaggio

L’eredità dei vivi di Federica Sgaggio è la storia di una donna, di una famiglia, ed è un romanzo politico, se politica è la lotta da combattere per attraversare i cambiamenti, per godere dei propri diritti, per avere la vita che si desidera avere.

Il professore di italiano di Marcello Signorini

Bellissima storia d'amore tra un professore liceale quasi sessantenne e una bella ragazza ventenne, raccontata dall'autore con delicatezza e sottigliezza psicologica.

Un nuovo inizio di Arianna Capogrossi

Un viaggio interiore della protagonista, proprio a cavallo del lockdown, tra ostacoli da superare, paure, incertezze e nuovi amori, porterà all'acquisizione di nuove consapevolezze e alla riscoperta di sé stessa.

Il collegio dei segreti di Paolo Arigotti

È esistita una resistenza tedesca contro il nazismo? Se si, chi furono coloro che trovarono il coraggio di opporsi, spesso a rischio della vita propria e dei familiari? A queste domande risponde il romanzo storico di Paolo Arigotti.

Liceo a Luci Rosse di Paola Lena

Una storia che fa riflettere e che accende mille campanelli di allarme; una storia che, nella sua folle assurdità, risulta essere purtroppo possibile e fin troppo reale.

BeatriX di Cristiano Venturelli

Quale potere è racchiuso in uno sguardo? Secondo gli antichi, lo sguardo, quando ha raggiunto tutta la forza di penetrazione e di influenza di cui è capace, diventa un'arma terribile.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI