Il commento di Nicla Morletti

Milano è una selva oscura di Laura ParianiL’ultimo libro di Laura Pariani si intitola “Milano è una selva oscura”, pubblicato da Einaudi. La Pariani, giovane talento, tratta sempre nei suoi libri  temi attuali e che inducono alla riflessione. Stavolta il protagonista è Dante che non ha una dimora fissa perché è un barbone. Trascorre le sue giornate in cerca di un luogo dove dormire, un posto dove mangiare. Inverno, primavera, estate e autunno. E Milano è una selva oscura. Interessanti, toccanti pagine. Da leggere. Laura Pariani si è aggiudicata il Premio Speciale Molinello 2008.

MILANO E’ UNA SELVA OSCURA
di Laura Pariani

Einaudi
– Collana Supercoralli
2010, p. 184
Ordina Milano è una selva oscura di Laura Pariani


Dante ha settant’anni ed è uno specialista nell’arte della fuga. Cresciuto a pane e classici, ha anche gestito una libreria antiquaria prima di sbandare e diventare un barbone. Adesso vagabonda per la sua Milano, in esilio come il grande poeta da cui ha preso il soprannome, una sosta per un bianchino e «quatter paròll da svirgolarcisi dentro». Ché lui è uno che sa raccontare, pure se la sua memoria è un groviglio indurito.
Passin passetto, insieme a un cane randagio, attraversa gironi abitati da studenti in sciopero, lattai anarchici, operai disoccupati, pensionati obnubilati dalla «sgagnòsa». Alla fine, in un giorno cruciale del 1969, arriva proprio dove batte il cuore della città, nel punto in cui tutte le strade che ha percorso nella sua «vita camminante» s’incontrano.
>> Leggi un estratto

Laura Pariani è nata a Busto Arsizio nel 1951. Ha esordito nel 1993 con la raccolta di racconti Di corno o d’oro (Sellerio, Premio Grinzane Cavour). Ha poi pubblicato, per Sellerio, Il pettine (1995) e La spada e la luna (1996). Presso Rizzoli sono usciti La perfezione degli elastici (e del cinema) (1997, Premio Selezione Campiello), La signora dei porci (1999, Premio Grinzane Cavour), La foto di Orta (2001, Premio Vittorini), Quando Dio ballava il tango (2002), L’uovo di Gertrudina (2003, Premio Selezione Campiello), La straduzione (2004). Ha inoltre pubblicato per Effigie Il paese dei sogni perduti. Anni e storie argentine (2004) e Patagonia blues (2006), per Casagrande Il paese delle vocali (2000) e Tango per una rosa (2005), per Alet I pesci nel letto (2006).
Per Einaudi ha pubblicato Dio non ama i bambini (2007) e Milano è una selva oscura (2010).

1 commento

  1. Una storia molto bella e mi piacerebbe tanto scoprire dove si incontrano quelle tante strade che ha percorso durante la sua vita! Vorrei tanto leggerlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -