Parvenza di Sara Ciampi

Le poesie di Sara Ciampi racchiuse in questo volume affascinano, illuminano la letteratura contemporanea di luci nuove, di speciali melodie e armonie. Di un dolce candore proprio come quello di un cigno che scivola leggero nell’acqua all’ora del tramonto quando l’animo è lieve e lenta scende la sera simile al più dolce dei sogni. I versi di Sara Ciampi, poetessa e scrittrice, Ambasciatrice dell’ Arte e della Letteratura Italiana nel mondo, le cui opere sono tradotte in numerose lingue, rappresentano un inno alla vita che canta appassionatamente la condizione umana con espressione viva, calda, amorosa, vincolata ad uno stile proprio e inconfondibile che, senza vuota declamazione, fa cultura nel senso più pieno della parola. Nell’animo dell’affermata poetessa regnano una miriade di nobili sentimenti che emergono dall’interno per manifestarsi sul foglio come vivide carezze portatrici di valori e grandi ideali. Le leggiadre e suadenti parole trasmettono pace, serenità e bellezza nel cuore dei lettori. Sorretta da un’acuta ed estrema sensibilità indispensabile a far vibrare le corde del sentimento, la poesia della Ciampi si apre ad una visione nuova della vita con tematiche sempre più aderenti allo spirito dei tempi. Il tutto trae ispirazione dal palpitante mondo interiore e dalle emozioni che sgorgano dalla sorgente del suo animo. Un canto improntato all’armonia, alla speranza, agli ideali e sorretto da una profonda fede per un mondo migliore. Nicla Morletti

Anteprima del libro

Il Cigno

È l’ora del tramonto.
Sono sola in questa campagna
e la mia mente si perde
nell’immensità d’un silenzio dimenticato.

Il sole si smarrisce a poco a poco
tra i cirri sfumati
tingendoli d’un pallido rosa.

Laggiù nel fiume un cigno
scivola leggiadro
fendendo l’acqua
e nuota libero e solitario,
nessuno può fermarlo.

Il candore dei suoi piumaggi
risalta ancor di più
sotto questi ultimi timidi raggi,
mentre mostra tutta la sua eleganza
col fiero collo bianco.

Adesso è vicino:
mi par di cogliere
nel suo incedere maestoso
una rassegnata tristezza.

E mentre lenta scende la sera
portando dietro di sé la calma,
quel cigno scivola sul fiume
e va avanti, non si ferma.

Anche tu, splendido cigno, sei infelice
proprio come gli uomini,
che spesso nascondono la malinconia
sotto il candido manto della parvenza.

***

Novembre

Cammino lentamente nel buio della sera
per le vie deserte della città,
sola, con l’animo inquieto.

Il freddo vento autunnale
strappa dai rami degli alberi
le ultime foglie
ormai secche e ingiallite.
D’improvviso questo tempestoso turbinio
m’avvolge travolgendomi
e intanto il mio pensiero vaga.

Vento burrascoso,
che oggi soffi con tanta violenza,
com’eri dolce
quando diffondevi nell’aria
i delicati profumi dei fiori
e con la tua leggera brezza
increspavi l’acqua del mare!

O novembre,
così triste e cupo,
o autunno,
malinconica stagione
di rimpianto e declino,
non sei altro che un doloroso tempo
di illusioni infrante,
ineluttabile attesa
del gelo invernale.

***

Il Vulcano

Dall’alta e viva montagna
scossa da possenti vibrazioni
si sprigiona un denso fumo nero
capace d’offuscare il limpido cielo,
suscitando incredulità e terrore.

Intorno al cratere la terra sussulta
e ogni creatura aspetta con paura
e rassegnata disperazione
gli atroci e devastanti effetti
d’una nuova e tragica eruzione
del vulcano appena risvegliato
dal suo apparente riposo.

Ora esplode in tutta la sua potenza,
mentre un soffocante bollore
opprime l’intera atmosfera
e fontane di lava incandescente
escono dalla sua bocca furiosa,
insieme ad un’incontrollata pioggia
di ceneri e lapilli.

Nessuno potrà mai arrestare
il violento impeto d’un vulcano
nel pieno della sua attività;
e tutti noi, illusi ed inermi uomini,
verremo sempre dominati
dalla furente veemenza
e dall’incontrastato vigore
dell’ostile imprevedibilità
delle forze della Natura.

***
Parvenza
di Sara Ciampi
2012 pag. 32
Carello Editore

Sara Ciampi

Sara Ciampi è nata il 24 gennaio 1976 a Genova, dove risiede ed opera in qualità di scrittrice tradizionalista, di critica letteraria e dove coltiva le sue passioni per la scienza e per la politica. Ha iniziato la sua fervida attività letteraria da giovanissima, spinta anche da varie malattie e gravi problemi di salute, tra cui la tubercolosi polmonare, la cifoscoliosi, la malaria e disturbi riguardanti gli occhi. Ha al suo attivo 18 pubblicazioni di poesia, narrativa e saggistica. Nel 1995 ha conseguito il Diploma di Maturità Linguistica. Successivamente le sono state assegnate due Lauree H. C., una in Lettere e l’altra in Filosofia. Inoltre è inserita nell’esclusivo “Ordre Docteurs CEE” di Bruxelles (nr. 3055). Nel 2004 le è stato assegnato dagli U.S.A. un Master in Letteratura e Filosofia. È  presente in prestigiosi dizionari italiani e stranieri, in antologie anche studiate nelle scuole ed in antologie con liriche tradotte in più lingue, e perciò diffuse all’estero, ed in enciclopedie, tra cui UTET e Treccani. È Accademica di importanti Accademie e Centri Culturali. A partire dal 1997 ha vinto oltre 300 premi nazionali ed internazionali. Tra i più importanti riconoscimenti italiani sono da segnalare il “Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio di Ministri” (2001), la Medaglia d’argento per alti meriti da parte del Presidente della Repubblica Italiana (2003), una Medaglia dalla Città del Vaticano (2005) e l’Oscar per le Arti e le Lettere dal Centro Studi Accademia Internazionale “G. Leopardi” (2009), che nel 2010 le ha conferito il premio alla carriera “San Giorgio d’Oro”. Dal 2010 la sua tesi di laurea H. C. su Giacomo Leopardi è presente nella biblioteca della famosa Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. Nel 2011 la sua poesia “All’Unità d’Italia”, scritta in occasione del 150° anniversario dell’unità nazionale, è stata molto apprezzata, pubblicata e premiata. Dal 2011 ha iniziato la sua collaborazione con la rivista “Cronache Italiane” in qualità di redattrice con tesserino ANSA. Sempre nel 2011 le è stato assegnato il lusinghiero riconoscimento “Leopardi d’Oro” con nomina di Ambasciatrice dell’Arte e della Letteratura Italiana nel Mondo.
Tra i più lusinghieri riconoscimenti esteri sono da segnalare l’International Peace Prize (2002), l’American Medal of Honor (2002), la World Medal of Freedom (2004), la Legion of Honor (2005), la Gold Medal for Italy (2006), la Congressional Medal of Excellence (2007), l’American Hall of Fame (2007), il Distinguished Service Order Cross (2008), il Presidential Inaugural Certificate (2009) e il Lifetime Achievement Award (2009), il World Congress of Arts, Sciences and Communications Lifetime Achievement Award (2011), l’Olympian Achievement Award (2011), il Da Vinci Diamond (2011) e il World Hall of Fame (2012).
Nel 2006 ha ricevuto parole di apprezzamento anche dal Parlamento Europeo di Strasburgo, in considerazione della sua attività di scrittrice. È stata più volte candidata al Premio Nobel per la Letteratura e inclusa nella “Rosa Nobel”.

Guarda tutti gli articoli

3 Commenti

  1. La semplicità di questi versi apre nel cuore spiragli di dolcezza attimi veramente pieni che fanno ritornare il nostro animo su strade che credevamo dimenticate.
    Profumi di ricordi da quest’animo gentile eppur forte,ricordi che fioriscono nella magia di un arcobaleno di parole.
    Mariliana

  2. Le poesie sono molto intense e semplici nel loro insieme. Molto coinvolgenti mi piacerebbe leggerne altre. MI ha colpito la tenerezza del cigno sulla copertina.

  3. Sara Ciampi si cimenta in una serie di liriche una piu’ bella dell’ altra. Particolarmente affascinante e’ ” Il Cigno “, densa di allegorie e di rimandi esistenziali. Cosi ” Parvenza ” entra nell’ anima e vi ci resta, come consolazione e illuminazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -