domenica, Ottobre 25, 2020
Home Fiera dei Libri on line Petali Rossi di Robert del Blog Manuale di Mari

Petali Rossi di Robert del Blog Manuale di Mari

-

Petali Rossi di Robert del Blog Manuale di Mari

Petali Rossi di Robert non è solo un libro ma anche un blog. Infatti il libro raccoglie una selezione di poesie e brevi racconti pubblicati nel corso degli anni nel Blog Manuale di Mari – Poesie e Storie d’Amore

Petali Rossi di Robert, dagli albori della blogosfera Poesie e Storie d’Amore

Una raccolta di poesie e seducenti racconti d’amore che racchiude l’unico incanto e la vera magia del cuore in un rincorrersi di emozioni e sensazioni. Storie d’amore che avvolgono in una nuvola leggera di petali di rosa “nel letto dei fiori dentro le mura del tempio consacrato all’amore eterno”. Ne avverti il profumo. E l’eco nell’aria non si dissolve. La voce del poeta è qui calda e suadente, a volte diviene tacita preghiera nel silenzio della sera. E il regno dell’amore si fa delicato “giardino dove germogliano lucenti carezze e fioriscono dolci fiori”, candidi come l’innocenza di un amore puro. Si fa universo di luci e di stelle, ha la vastità del cielo e l’immensità del mare, si insinua negli abissi del cuore. Ed è emozione. Commozione. La parola contiene, forte, tutte le vibrazioni dell’essere, del profondo sentire. Verità e sentimento si intrecciano, si amalgamano, si fondono per dare vita ad una poesia di ampio respiro che racchiude l’immenso. L’uomo è una vela che naviga verso l’infinito orizzonte. E suo è l’universo.
Nicla Morletti

Anteprima del libro

Un piccolo mondo di rose

Un bel giorno sbocceranno le rose
Nei miei sguardi, ad ogni tuo sorriso
Mi chiamerai l’uomo delle rose
Iride di verità saranno i miei occhi
E lunghi remi le mie mani
Tra le onde di riccioli scuri.
Un bel giorno, che non c’è stato
Ti porterò in riva al mare
Indomita Principessa dei sogni
Seguendo una passerella di riflessi di luna
Ti mostrerò un regno segreto
Dove un abbraccio vale mille parole
E un dolce bacio infinite poesie
Dove l’attesa fremente
E’ una scala verso l’eternità
Donandoti in versi muti
Quel piccolo mondo di rose
Del sentimento che non si nomina
Ma nel nostro cuore si stringe forte
Parole non dette come mai dette

***

L’uomo con la pochette rossa

Salendo le scale di corsa, come gli capitava spesso di fare, un po’ per tenersi in forma un po’ per paura, aveva sentito spesso un pianto venire da quella stanza proprio sotto la sua. Fermandosi anche per un istante, qualche volta, indugiando nell’ascolto, tentata dalla voglia di provare ad aprire quella porta.
Poi scoprì un giorno, dopo metodici appostamenti, che in quella stanza viveva un signore sulla quarantina, alto e scuro, molto elegante e con il piglio sicuro dell’uomo che non si abbandona mai alle lacrime. “Non può certo essere lui l’uomo che piange o si lascia commuovere” pensò lei.
Così la sua sorpresa fu piena quando una sera, vinta lei stessa da un pianto irrefrenabile per l’ennesima delusione d’amore, sentendo bussare alla sua porta scoprì che era proprio lui, l’inquilino del piano di sotto, che le chiedeva perché piangeva. Indossava un abito scuro, con giacca a doppiopetto, una pochette rossa nel taschino, inappuntabile come sempre, a parte quei suoi occhi rossi e gonfi… Gli occhi di chi piange. Le disse, asciugandole una lacrima con la pochette: “Ha visto? Quando due persone che stanno piangendo si incontrano smettono subito. Non è meraviglioso?”

***

Il valzer delle stelle

Per quanto lontano si vada, si ritorna sempre, proprio come succede nei passi del valzer delle stelle.

Lo invitò a ballare, in quell’antico borgo sul mare, dove il tramonto è un cuore rosso che si scioglie all’orizzonte.
– Che ballo è questo? – le chiese l’uomo.
– Il valzer delle stelle! – rispose lei aggiungendo subito dopo: – L’ho inventato io! –
– Io sono un marinaio, sei mai stata su una nave? –
– Io? Certo! Anzi ho una nave tutta mia. Vuoi vederla? – rispose lei, mentre si allontanavano dalla balera verso il mare.
Incuriosito l’uomo la seguì fino al castello, l’antico fortilizio costruito su una estrema lingua di terra, circondato quasi completamente dal mare. Salirono le scale diroccate fino alle alte mura di cinta e, percorrendo un lungo cammino di rotonda, giunsero alla vedetta di fronte al mare. Lei si affacciò sporgendosi tra un merlo e l’altro, distese le braccia verso l’orizzonte e disse:
– Vedi? Questa è la prua della mia nave, qui mi fermo tante sere, chiudo gli occhi e navigo.
– Non senti freddo? – chiese lui mentre cominciava a soffiare un forte vento di maestrale. Lei annuì e si lasciò abbracciare da dietro da quell’uomo conosciuto solo poche ore prima. La luce biava della luna piena illuminava le mura del castello.
– Sai perché hanno scelto di costruirlo così? Voglio dire con questa forma circolare? –
– Forse per non offrire, lungo le mura, un angolo per nascondersi, questo posto è così esposto…-
Al largo, cielo e mare si fondevano nell’immensa oscurità della notte. Restarono a lungo su quella vedetta. Lui le raccontò i suoi viaggi, un naufragio a cui era sopravvissuto e altre avventure. Lei non dimenticò mai la voce di quell’uomo, come un sussurro di vento tra i suoi capelli.
– Mi aspetterai? – le chiese lo sconosciuto. Lei rispose con un sorriso.
– Certo che ti aspetterò! Ballerò ancora con te. – Così dicendo improvvisò un passo di danza. Lui subito la seguì e cominciarono a ballare, nella luce della luna, un lentissimo valzer suonato dal mare e dal vento.
– Ti aspetterò qui, sulle mura di questo castello, così potrò vederti subito e non potrai nasconderti al mio sguardo. Si ritorna sempre. Lo sai? Tutta la vita è così. Un cerchio perfetto. Non entra e non esce nulla. Danzeremo ancora questo bellissimo valzer. –

Quella notte finì. Il giorno dopo, lui partì per un lunghissimo viaggio. Lei, dopo qualche tempo, conobbe un ricco armatore, lo sposò ed abbandonò quel luogo di attesa. Dopo molti anni, infelice, convinta d’essere ormai perduta all’amore, tornò di nuovo in quel piccolo borgo di pescatori e una sera, all’improvviso, come uno stormo di gabbiani nel cielo azzurro,  riapparirono i ricordi. Volle ripetere la passeggiata fino al castello, fatta con l’uomo che l’aveva così teneramente abbracciata ed ascoltata, senza tentare di rubarle né un bacio né una carezza. Nessun altro, da allora, era riuscito a infonderle tanta dolcezza e sicurezza.

Un vecchio pescatore, incontrato lungo la strada che conduceva al castello, le raccontò la storia del misterioso marinaio, lo straniero che, tornato più volte in paese, nel corso degli anni, trascorreva ore ed ore sulle mura dell’antico castello, fissando il mare da quella vedetta.

Un uomo, una donna e una promessa. La musica di tanti anni prima, fatta di mare e di vento, risuonò ancora nella sua mente. Ecco perché era tornata. Perché si ritorna sempre. Per quanto lontano si vada, si ritorna sempre, proprio come succede nei passi del valzer delle stelle.

***

Continua a leggere nel Blog Manuale di Mari oppure acquista l’eBook disponibile su Amazon

Petali Rossi di Robert
Ebook Amazon, 2012
Poesie e Storie d’Amore pubblicate nel Blog Manuale di Mari
Ordina questo eBook su Amazon

22 Commenti

  1. Cosa c’è di più bello dell’amore? Amare è uno stato di grazia che non è riservato a tutti ,solo la sensibilità di chi scrive riesce con la sua delicatezza a bussare ed ad entrare nell’anima di chi legge.Complimenti Sig.Robert con quel poco che ho letto lei ha bussato alla mia porta con la leggerezza di un petalo di rosa che lascia con il suo profumo una scia da seguire.Tanta fortuna e saluti spero di poterlo anch’io leggere presto.
    Mariliana

  2. Complimenti al Direttore editoriale, sia per aver ideato questa bellissima iniziativa, sia per questa Sua opera che raccoglie poesie e racconti d’amore…
    bellissima l’anteprima del libro, racconti sublimi che fanno sognare…
    ho apprezzato molto questa frase” Un uomo, una donna e una promessa…. Ecco perché era tornata. Perché si ritorna sempre. Per quanto lontano si vada, si ritorna sempre…”
    Spero di aver l’opportunità di poterlo leggere interamente!
    Le porgo i migliori saluti e rinnovo i complimenti per questa splendida iniziativa…

  3. ho conosciuto il libro attraverso gli occhi della sua musa ispiratrice, non ho certo necessità del libro , mi e’ sufficiente leggere quello che potro’ leggere su kindle. Posso pero’ dire che che le sue parole arrivano dritte al cuore come gli occhi della sua musa

  4. Un titolo, un’emozione, un palpitar del cuore. Sarebbe per me un onore poter leggere questo libro e poter dare la mia opinione.

    • Il libro Petali Rossi è stato fino ad oggi solo un eBook, solo un libro digitale. Oggi posso informarla che presto sarà anche un libro di carta. Sarà un piacere per me inviarle appena possibile una copia.

  5. Viviamo in un mondo pieno d’odio verso i diversi, verso noi stessi, verso quel che non capiamo, verso i più deboli. Leggere questo libro ci fa capire quanto l’amore sia potente e passionale, che se magari non è l’amore della vita è comunque Amore. Lo è in quel momento, in quel passionale istante. E se è vero che l’amore non è rivolta solo alla persone, allora spero di poter leggere questo libro per poi innamorarmi di lui, almeno dalla prima pagina all’ultima!
    Tanya.

    • Come già ho detto ad altri lettori, il libro Petali Rossi presto sarà anche un libro di carta. Appena possibile le invierò pertanto una copia in omaggio.

  6. Che belle emozioni leggendo questi versi e quanta tenerezza nella condivisione di un amore, che sia doloroso o meno. Molto emozionante

  7. “Ha visto? Quando due persone che stanno piangendo si incontrano smettono subito. Non è meraviglioso?” Si è meraviglioso, come è meraviglioso leggere poesie d’amore. Una scrittura fluida e intensa. Mi piacerebbe proprio leggerlo.

    • Grazie di cuore per il commento. Il libro, nella sua versione cartacea, andrà presto in stampa e sarà per me un piacere donarle una copia.

  8. Molto emozionante, scrittura fluida nel racconto, mentre la poesia ha descritto a pieno cos’è l’amore. Spero di poter leggere altre poesie e altri racconti del libro!

    • Presto sarà disponibile la versione cartacea del libro e le invierò in omaggio una copia. Grazie per il gentile commento.

  9. E’ proprio l’amore uno dei “dilemmi” della vita che restano irrisolti; a esso bisogna accostarsi con tatto, con delicatezza per non rischiare di rompere le sue più grandi sfumature, con passione, per accrescere giorno dopo giorno la magia che tutto muove e tutto comanda. Non conosco Robert, ma se vorrà sono qui per accostarmi alla sua lettura.

    • Gentilissima Elena, potrà accostarsi al libro appena le invierò una copia del libro che uscirà presto nella sua versione cartacea. Grazie per il commento.

  10. Sempre insuperabile, il nostro caro Robert. Consumato artista dalla parola cesellata e dalle immagini inabissate nell’ emozione.
    Ah, l’ amore, quanti delitti ha ispirato, quanti suicidi ha indotto e quante lacrime ha prodotto. Ah, l’ amore, il vertice di ogni desiderio, la passione di ogni persona, il senso del piacere irrorato dalla pena. In ” Petali rossi ” troviamo tutto questo ed altro. Quell’ altro che vorrei scoprire e declinarlo in una recensione, se l’ autore vorrà farmi dono di una copia del libro.
    Grazie.
    Gaetano

    • Gentile Amico, sarà un piacere per me donarle questo piccolo libro appena potrò inviarle una copia di carta. Un caro saluto. Robert

  11. Mi piacerebbe riceverlo per poterlo leggere e poterlo così anche recensire .. Poesie .. storie d’amore .. Mix perfetto

    • La informo che presto Petali Rossi sarà anche un libro di carta. Sarà allora un piacere per me inviarle, appena possibile, una copia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Commenti recenti

FIERA DEI LIBRI ON LINE

Panico a Milano di Gino Marchitelli

Panico a Milano di Gino Marchitelli. La terza indagine del professor Moreno Palermo: dal lago Maggiore a Lambrate una serie di delitti collegati a un crimine del 1943.

La traccia del pescatore di Roberta Castelli

La traccia del pescatore di Roberta Castelli è un romanzo giallo ambientato in Sicilia, nell'immaginaria cittadina di Lachea, con protagonista il commissario Angelo Vanedda.

Enne di Piero Buscemi

Enne di Piero Buscemi è uno sorta di diario intimo, come lo definisce l'autore, della quarantena conseguente all'esplosione della pandemia di COVID-19.

Cercando le cose di lassù di Paola Zugna

Cercando le cose di lassù di Paola Zugna è un testamento autobiografico fedele nella verità dei primi quaranta anni di vita dell'autrice.

L’eredità dei vivi di Federica Sgaggio

L’eredità dei vivi di Federica Sgaggio è la storia di una donna, di una famiglia, ed è un romanzo politico, se politica è la lotta da combattere per attraversare i cambiamenti, per godere dei propri diritti, per avere la vita che si desidera avere.

Il professore di italiano di Marcello Signorini

Bellissima storia d'amore tra un professore liceale quasi sessantenne e una bella ragazza ventenne, raccontata dall'autore con delicatezza e sottigliezza psicologica.

Un nuovo inizio di Arianna Capogrossi

Un viaggio interiore della protagonista, proprio a cavallo del lockdown, tra ostacoli da superare, paure, incertezze e nuovi amori, porterà all'acquisizione di nuove consapevolezze e alla riscoperta di sé stessa.

Il collegio dei segreti di Paolo Arigotti

È esistita una resistenza tedesca contro il nazismo? Se si, chi furono coloro che trovarono il coraggio di opporsi, spesso a rischio della vita propria e dei familiari? A queste domande risponde il romanzo storico di Paolo Arigotti.

Liceo a Luci Rosse di Paola Lena

Una storia che fa riflettere e che accende mille campanelli di allarme; una storia che, nella sua folle assurdità, risulta essere purtroppo possibile e fin troppo reale.

BeatriX di Cristiano Venturelli

Quale potere è racchiuso in uno sguardo? Secondo gli antichi, lo sguardo, quando ha raggiunto tutta la forza di penetrazione e di influenza di cui è capace, diventa un'arma terribile.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI