Il commento di Nicla Morletti

Vento d'estate di Romano Battaglia
Vento d’estate di Romano Battaglia

Un grande autore di storie meravigliose, un pittore dall’estro non comune.
La parola e i colori di Romano Battaglia hanno la forza del movimento del mare, del frangersi delle onde là dove i pensieri sono scogliere della vita, a cui aggrapparsi quando naufraghi riscopriamo il valore di esistere.

Sono nato in Versilia dove prossima è la Maremma con tutta la sua forza e dove, da secoli, i bovi trasportano i marmi delle Apuane. Pur dedicando molto tempo allo scrivere ho sempre dipinto in silenzio, cercando di approfondire il discorso in difesa della natura. E questi bovi sono un capitolo di questa ricerca severa per far continuare a vivere una storia, almeno nel ricordo, cominciata con gli Etruschi che usavano i bovi per lavorare la terra, continuata dai cavatori per trasportare i marmi delle Apuane, dove più volte si recò Michelagelo Buonarroti, e terminata tristemente con l’uccisione di questi animali forti e generosi che oggi le macchine hanno fatto dimenticare. Questi che ho disegnato sono gli ultimi bovi della Versilia che lentamente scompaiono dalla faccia della terra come tutte le cose che non servono più. Di questa mia opera hanno parlato in tanti, ma soprattutto è stata apprezzata dai contadini della mia terra che per anni hanno vissuto assieme a questi bovi.
Romano Battaglia

"Sole di giugno" - 50x70 - Acrilico su tela
“Sole di giugno” – 50×70 – Acrilico su tela

Alcuni giudizi sull’opera pittorica di Romano Battaglia

Stranamente, e forse non tanto stranamente, come tutti gli scrittori di razza, Romano Battaglia, ad un certo punto depone la penna e sente un desiderio sfrenato di esprimersi con il disegno e la pittura; gli esempi di questo genere nella storia dell’arte e della letteratura sono infiniti. In più, Romano Battaglia è toscano e per giunta versiliese e viene da un ceppo che da sempre ha avuto una dimestichezza con le arti figurative. I buoi che Battaglia da anni disegna con un piglio rabbioso ed ostinato, certamente gli sono entrati nel sangue sin da quando era ragazzo e li vedeva trascinare a valle i blocchi di marmi dal monte Altissimo nelle Apuane. Ecco perché, io penso, Romano Battaglia è così attaccato, così morbosamente affezionato a questi antichi animali, e senta il bisogno quotidiano di immortalarli. Forse ha saputo che la società moderna è in procinto di eliminarli e di sostituirli, dopo millenni, con un mezzo meccanico. Questi disegni sono un atto d’amore e un desiderio di lasciare una testimonianza di questa sua terra di Versilia e delle leggi che da secoli la governano.
Luciano Minguzzi

Presentazione di Ruggero Orlando in occasione di una mostra a New York (1970)
La povertà senza squallore è ingannevole, incantevole, italiana. Come ai tempi di Aronta e di Dante, la gente dei monti di Luni non ha la veduta tronca a riguardare le stelle e il mare e nella pittura di Romano Battaglia cielo e paesaggio, uomini e cose si personificano, anziché fare da sfondo si identificano con una forma d’ossa ed epidermide viva e simbolica insieme, la madre primigenia come certi volti ascetici e prepotenti di Nicola Pisano o di Lorenzo Viani. Il segno è breve come un’eco. Sono immagini che rimbalzano da pareti di marmo, che in altri tempi erano più prolungate e insistenti. Chi preferisca alle immagini uditive quelle visive, può paragonare queste cose e radici, e c’è il grezzo, l’essenziale, il terroso dove ci rifà a placare il nervosismo della caccia a eventi quotidiani, il caduco della cronaca elettronica, le illusioni e il caleidoscopio delle città. Battaglia oltre che pittore è giornalista ma quando dipinge le sue immagini assomigliano agli appunti di uno scultore.
Ruggero Orlando

Disegno forte, colori della terra, atmosfere cariche di poesia.
Henry Moore

Dalla spiaggia Battaglia si è addentrato nell’interno, incontrando gli eredi degli antichi etruschi e la fauna relativa. Bestiario che gli consente di dimostrare, in tagli spesso arcaicizzanti, spirito di disegnatore e gusto di intelligente stilizzazione.
Dino Buzzati

I quadri più chiari sono i più eleganti; e interessano specialmente i più misteriosi, meno espressionistici, più liberi e stupefatti.
Alberico Sala

Il mondo di Romano Battaglia è pervaso da uno spirito arcaico, rivisitato attraverso una nuova dimensione mentale che non contraddice la sua spontaneità. Le immagini primordiali si rivelano come concatenazione di fatti e di situazioni, ricche di echi e risonanze, senza mistero ne’ angosce, ma con vivacità di notazioni e spunti felici. Queste figurazioni vanno esaminate nel senso e nell’intenzine che intendono assumere, in quanto fenomeno concretamente addentrato nella sua realtà poetica che diviene rito, espressione e momento felice.
Franco Passoni

Nei paesaggi di qualche anno fa il suolo in Romano Battaglia pareva farsi fluido; ora è l’aria che si fa terrosa, e in questo spazio che è raggrumato come il Caos dai colori itterici o sanguinolenti vigono e vagano gli astri della Genesi e gli animali del Cromagnon ironici e addomesticabili.
Ruggero Orlando

Per chi conosce la Versilia e i suoi antichi abitanti, non si stupisce di trovare nella pittura di Romano Battaglia i sentimenti onesti di quella gente. La capra, il cervo, la vacca etrusca sono la forza e la contetsazione. Nelle sue opere c’è sempre il ricordo della Maremma e la forza di Lorenzo Viani.
Cesetti

Ammiro Battaglia come uomo e ora, da quando conosco i suoi dipinti, anche come pittore.
E’ pieno di estro, di gusto e di acuto spirito analitico.

Luciano Minguzzi

Le pitture di Romano Battaglia ripropongono, con piena legittimità (di sangue e di intelligenza) in una tematica profondamente sentita e al di fuori di ogni riferimento culturistico, soluzioni rappresentative, tecniche e stilistiche, che richiamano l’essenzialità e l’intensità espressive degli etruschi o, addirittura, dei protoartisti di Ajanta e di Altamura: una proposta poetica (ed estetica) che molte ragioni inducono oggi ad accogliere.
Luciano Budigna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -