domenica, 3 Marzo 2024
HomeNarrativaThriller e MisteroSono qui per te di Ilario Giannini

Sono qui per te di Ilario Giannini

-

Sono qui per te di Ilario Giannini

Sono qui per te di Ilario Giannini, thriller psicologico dello scrittore fiorentino che esercita la professione di avvocato penalista del Foro di Firenze

Sono qui per te di Ilario Giannini, le scatole della mente che non vorremmo più aprire

Matteo Viani, un ispettore di polizia, si trova in un periodo difficile della sua vita. Ha subito vari “incidenti sul lavoro” che lo mettono a dura prova sia fisicamente sia psicologicamente: prima è rimasto ferito in una sparatoria, poi ha avuto un grave incidente durante un inseguimento in macchina. Le indagini sulla sanguinaria banda di malviventi responsabili dei suoi guai obbligano Matteo a frugare nei meandri della sua mente, per trovare il codice che decifrerà tutto. Ma questo comporta anche andare a scavare tra quelle scatole che forse non voleva più aprire.

Sono qui per te di Ilario Giannini è un thriller psicologico che accompagna il lettore in una indagine di stampo poliziesco che si intreccia in modo sempre più profondo e pressante con l’indagine psicologica del protagonista.
È un viaggio nei sensi di colpa, nei ricordi più intimi e dolorosi, quelli che vorremmo tanto dimenticare.
L’ispettore Matteo Viani è “l’uomo delle scatole”: lui è diventato molto bravo a gestire i suoi sensi di colpa e i suoi ricordi più dolorosi, impacchettandoli in scatole che chiude e nasconde tra gli scaffali polverosi del magazzino della sua memoria, nei meandri più remoti della sua mente.
Ma per quanto sia diventato bravo, qualcosa riesce sempre a strisciare fuori da quelle scatole.

Leggi anteprima

1

L’ispettore Matteo Viani era al riparo dietro l’auto della polizia, con la pistola puntata verso la saracinesca del magazzino in cui si nascondeva la banda dei criminali. L’occasione era perfetta, per prendere finalmente tutta la banda a cui davano la caccia da tempo.
Aveva aspettato che i due agenti che erano con lui si fossero messi in posizione di copertura, con le pistole in pugno, prima di intimare a quei bastardi di arrendersi, rendendo così nota la loro presenza. Vincenzo era alla sua sinistra subito dietro l’angolo. Luca a destra al riparo nel vano di ingresso dell’edificio a fianco. Viani si preparò a dare il via all’incursione. Era teso e concentrato. Sentiva il sudore che gli colava lungo la schiena. Ma aveva tutto sotto controllo.
All’improvviso fu sorpreso dal trambusto che proveniva dall’interno. Dalla ricetrasmittente, la voce metallica del suo vice, appostato sul davanti dell’edificio accerchiato, lo informava che erano stati scoperti.
«Stanno scappando dal retro! Tenteranno di uscire dalla vostra parte!».
Viani si preparò a fronteggiare la fuga imprevista dei bastardi. Dette una voce per avvisare i due agenti che erano sul retro con lui.
«State pronti! Escono da qui!».
La saracinesca dell’uscita tergale si spalancò, sferragliando. Due persone armate si stavano per fiondare all’esterno. Appena videro la volante della polizia si fermarono e tornarono dentro, al riparo.
«Fermi, siete circondati!».
Viani si sporse appena da dietro l’auto per controllare i movimenti nel locale. Uno dei due criminali si azzardò a uscire con la pistola puntata. Il bastardo era sotto tiro di tutti loro e loro erano tutti al riparo. Si preparò a gestire la situazione. Poi il bastardo lo individuò, si spostò a destra per cercare di avere una traiettoria di fuoco verso di lui. Viani si ritirò indietro, al riparo. Con la coda dell’occhio, però, vide Luca che si spostava in avanti per puntare la pistola contro il bastardo.
«Stai indietro!» gli gridò Viani, mentre realizzava che così facendo Luca si sarebbe trovato allo scoperto.
Tornò a sporgersi dall’auto pronto a sparare per coprire Luca, se lui non fosse rientrato subito al riparo. Dalla finestra del piano di sopra vide che un altro di quei banditi si era sporto con la pistola puntata verso Luca.
«No!» gridò Viani e scattò in piedi per sparargli prima che quel bastardo sparasse a Luca.
Bum. Bum. Bum.
L’ispettore Viani registrò nella memoria tre spari.
Poi fu il buio.

2

Matteo riapre gli occhi in una stanza semibuia. È sdraiato su un letto e una luce bianca soffusa dietro alla sua testa gli permette di vedere che si trova in ospedale.
Ancora? Pensa.
La sacca di una flebo pende alla sua destra, appesa al suo supporto metallico. Segue il percorso del tubicino che porta il liquido al suo braccio. Sbatte gli occhi per mettere a fuoco le immagini di ciò che ha davanti. La finestra, oltre il supporto della flebo, si affaccia nel buio della notte.
Prova ad alzare la testa, ma non ci riesce. Per un attimo si fa prendere dal terrore di essere paralizzato. Poi si accorge che riesce a muovere il braccio destro, anche se di poco, facendolo scivolare sul materasso. E un po’ anche il piede sinistro. Ha dolore ovunque.
Si gira lentamente alla sua sinistra. Da quel lato il dolore che dal collo si irradia alle spalle e alla schiena è molto più forte. Si accorge solo adesso che c’è un ragazzo girato di spalle che traffica con qualcosa appoggiato al mobile basso accanto alla porta. Sente il suono di involucri di plastica che frusciano e di boccette di vetro che il ragazzo appoggia sul ripiano del mobile uno dopo l’altro.
Il ragazzo di spalle è moro e sembra molto giovane. Indossa pantaloni bianchi e una t-shirt bianca. Deve trattarsi di un infermiere, pensa. Troppo giovane per essere un medico. E poi non ha il camice…
Matteo si sente debole e confuso. Sente che sta per scivolare di nuovo nel sonno e cerca di resistere.
All’improvviso il giovane parla, senza nemmeno girarsi.
«Bene! Finalmente ci siamo svegliati!»
Matteo non risponde. Continua a fissarlo. Quella voce gli sembra di conoscerla, ma non riesce a collegarla a nessuno in particolare.
«Ti è andata bene, sai?» prosegue il giovane, sempre di spalle «Ti sei frantumato un bel po’ di ossa, ma tutto sommato poteva andare molto peggio…».
Matteo resta in silenzio. Non ricorda assolutamente niente.
Il ragazzo si gira all’improvviso. Gli sorride. A Matteo il suo volto sembra familiare, ma non riesce a ricordare chi possa essere.
«Lo sai perché sei in ospedale?» prosegue il ragazzo, vedendolo confuso. «Ti ricordi cosa ti è successo, vero?».
«No» risponde Matteo. Continua a guardare il ragazzo davanti a lui sforzandosi di ricordare. Il ragazzo lo guarda con aria divertita. Troppo divertita per essere di fronte a uno appena risvegliatosi in ospedale.
«Non ricordi nulla dell’incidente?» gli chiede alla fine, con aria sempre più allegra. «Sei stato fortunato tu, sai? Oppure, se davvero lassù c’è qualcuno, ti ha voluto dare una seconda possibilità».
Matteo non riesce proprio a capire di che cazzo sta parlando quel tipo. Si vuole alzare. Non vuole scivolare di nuovo nel sonno. Deve sapere che cosa gli è successo.
Prova a muoversi da solo, ma viene bloccato da una scarica di dolore che gli parte da collo e spalle e si irradia per tutta la schiena, lasciandolo senza fiato.
«Aiutami…» riesce a dire.
Il ragazzo smette di sorridere, gli si avvicina di scatto alla faccia e gli sibila con aria risentita.
«Hai un bel coraggio a chiedermi aiuto!».
Ora la faccia del ragazzo è vicinissima alla sua. Matteo ne approfitta per guardarlo meglio. Quegli occhi verdi… Matteo li conosceva bene. Ne era sicuro. Ma non riusciva a ricordare chi fosse.
«Io… Non ricordo».
«Oh! Ricorderai..» gli dice il ragazzo raddrizzandosi. Poi, piano piano torna a sorridere, come se nulla fosse successo. «A volte succedono strane cose quando si sbatte forte la testa. Ma tu sei fortunato, perché mi stai simpatico. E, in fondo, hai avuto solo un piccolo incidente d’auto, Matteo. Ricordi?».
Matteo comincia a ricordare qualcosa. Sì… Ha avuto un incidente. Correva come un pazzo alla guida della sua auto… Qualche flash di ricordi si accende nella sua mente: lui che insegue a notte fonda un’altra auto alla guida della sua Nissan; gli pneumatici che stridono, mentre imbocca curve a tutta velocità; lui che finisce fuori strada…
Sbam!
Poi il rumore della lamiera che si accartoccia e dei cristalli che esplodono…
E di nuovo è tutto buio.

Sono qui per te.
L’uomo delle scatole
di Ilario Giannini
Editore: Dialoghi (1 aprile 2023)
Copertina fessibile: 210 pagine

Ordina il libro su Amazon
Sono qui per te di Ilario Giannini

FIERA DEI LIBRI ON LINE

LIBRI IN OMAGGIO! Per ricevere copie omaggio dei libri che commenti iscriviti alla Newsletter dei Lettori inserendo il tuo indirizzo postale completo di nome e cognome del destinatario.

41 Commenti

0 0 votes
Rating Articolo
Notifiche
Notificami
guest

41 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Silvia
Silvia
1 mese fa

Adoro i libri thriller/psicologici. Mi intrigano e li leggo a perdifiato per vedere come finiscono! Sono curiosa di scoprire questa avvincente storia con i suoi personaggi… perché è proprio vero che quando ci sono degli scheletri nell’armadio e problemi irrisolti, oltre che far soffrire e dare tormento, se non vengono affrontati ci fagocitano. C’è sempre una luce per venirne fuori! Mi piacerebbe molto ricevere il libro. Complimenti all’autore!

Cristina Verde
Cristina Verde
1 mese fa

Ho tantissima voglia di leggere un libro e questo giallo mi ispira molto spero tanto di riceverne una copia

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Cristina Verde
1 mese fa

Grazie del commento Cristina! Spero che tu possa aggiudicati una delle copie a disposizione! Sperando che ti piaccia, di sicuro ti sorprenderà e non mancano i colpi di scena! Un caro saluto! Ilario.

Cristina Verde
Cristina Verde
Risposta a  Ilario Giannini
1 mese fa

Grazie incrocio le dita

Mariliana
Mariliana
1 mese fa

Avvincente , appassionante gia’ dalle prime righe vorresti carpirne i segreti. Ognuno di noi ha scheletri nell’ armadio e a volte scoprirli potrebbe aiutarci ad abbandonare il buio per la luce. Mariliana

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Mariliana
1 mese fa

Ciao Mariliana, sono felice che l’anteprima ti sia piaciuta. È vero si parla di scheletri nell’armadio in questo libro, che talvolta se non si affrontano fanno soffrire di più… E Matteo ne dovrà affrontare più di uno… Spero che tu abbia la possibilità di leggere il libro e farmi sapere cosa ne pensi. Grazie per il commento! Ilario.

Mariliana
Mariliana
Risposta a  Ilario Giannini
1 mese fa

La ringrazio molto

Salvatore Cicero
Salvatore Cicero
2 mesi fa

thriller psicologico poliziesco molto interessante.
La storia del protagonista Matteo, un ispettore di polizia, mi intriga molto. Spero di leggerlo presto

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Salvatore Cicero
2 mesi fa

Ciao Salvatore, grazie per il commento! Se ti piacciono i thriller psicologici sono sicuro che apprezzerai il mio libro. Una storia in cui l’indagine di polizia si intreccia in modo sempre più stretto e a un ritmo sempre più serrato con l’indagine psicologica nella mente dei protagonisti e in cui non si può risolvere la prima indagine se non affrontando l’altra fino in fondo, per quanto possa essere difficile e doloroso… E soprattutto sorprendente. Spero tu possa leggerlo e farmi sapere cosa ne pensi! Grazie e un caro saluto, Ilario.

Nicole
2 mesi fa

Amo i libri di questo genere anche se me ne approccio a pochi, amo i nodi che si sciolgono nel corso della lettura, che ti fanno appassionare così tanto ai personaggi che quando richiudi il libro vorresti prendere un caffe con loro perchè li senti vicini.
Mi incuriosisce molto il vagar nelle scatole della mente di un poliziotto. Mi piacerebbe leggerne di più. Complimenti.

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Nicole
2 mesi fa

Grazie Nicole, per il tuo commento. Spero che ti aggiudichi una delle copie del libro a disposizione, perché sento che è proprio il tipo di storia che rispecchia i tuoi gusti, con i personaggi che si svelano nella loro interiorità piano piano, come degli amici con cui a poco a poco ti accordano fiducia e ti fanno entrare in confidenza, raccontandoti le proprie storie e le proprie emozioni più profonde. Sono sicuro che alla fine ti piacerebbe ritrovarti a prendere un caffé con Matteo, Serena Alessandro! E verrei volentieri anch’io! Un caro saluto, Ilario.

Rossana
Rossana
2 mesi fa

Mi incuriosisce molto il percorso di Matteo, riuscirà ad aprire le porte della sua memoria?

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Rossana
2 mesi fa

Ciao Rossana, grazie per il tuo commento! Sì Matteo sarà costretto a recuperare, scatola dopo scatola, i suoi ricordi perduti, che aveva più o meno inconsciamente sepolto. E sarà una serie di sorprese e colpi di scena sconvolgenti… Un caro saluto, Ilario.

chiara
chiara
2 mesi fa

Sarà che Firenze ce l’ho nel cuore per averla attraversata in lungo e largo negli anni di università…sarà che di avvocati ne ho alcuni “intorno”…ma soprattutto è perchè trovo avvincente ed interessante questa anteprima, che vorrei farne una lettura completa per trovarmi coinvolta appieno in ciò che sembra essere davvero intrigante.
Complimenti

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  chiara
2 mesi fa

Grazie Chiara! Sono felice che tu abbia apprezzato l’anteprima! Sì, anche Firenze, con suo fascino senza tempo, ci mette del suo in questa storia… Spero che tu possa aggiudicarti una delle copie del libro a disposizione (e vedremo di aumentarle!) e che la storia poi non ti deluda!!! Grazie ancora e un caro saluto, Ilario.

Jessica
2 mesi fa

Ano i thriller, polizieschi e soprattutto amo Firenze. Credo mi possa piacere molto questo libro

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Jessica
2 mesi fa

Ciao Jessica, grazie del commento. Sì Firenze fa da bellissimo scenario ad alcuni dei momenti più coinvolgenti di questa storia… Mi piace scrivere e raccontare i luoghi che conosco bene e Firenze, specialmente di notte, è davvero stupefacente, quasi fuori dal tempo.. Grazie! I più cari saluti! Ilario.

Maria Rosa Guzzetti
Maria Rosa Guzzetti
2 mesi fa

Molto bella la prefazione- sono una appassionata di thriller- mi piacerebbe moltissimo poter scoprire se Matteo riesce poi a ricordare quello che gli è successo veramente – mi ha incuriosito molto – mi farebbe moltissimo piacere continuare la lettura di questo libro

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Maria Rosa Guzzetti
2 mesi fa

Grazie Maria Rosa, spero che ti possa aggiudicare una delle copie disponibili e… Sì Matteo sarà costretto a recuperare, scatola dopo scatola, i suoi ricordi perduti, che aveva più o meno inconsciamente sepolto. E sarà una serie di sorprese e colpi di scena sconvolgenti… Un caro saluto, Ilario.

Anna Maria Refano
2 mesi fa

Un’ anteprima molto coinvolgente che cattura subito interesse incuriosendo sul seguito! Sarebbe molto interessante poter scoprire, insieme a Matteo le scatole della sua vita e capirne il suo vissuto…mi piacerebbe molto…

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Anna Maria Refano
2 mesi fa

Grazie per il commento! Spero tu possa scoprire la storia di Matteo, mentre affronta i suoi ricordi, aprendo le scatole durante le sedute nello studio della dottoressa Doria. Anche lei, un personaggio fondamentale. Spero che tu possa ricevere una delle copie! Un caro saluto, Ilario.

Keep Calm & Drink Coffee
2 mesi fa

Molto molto intrigante.
Due diversi piani di buio che si sovrappongono.
E poi luce su qualcosa di apparentemente sconosciuto che probabilmente si svelerà come in un gioco di scatole: una dentro l’altra, come i traumi di Matteo.
Complimenti davvero!

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Keep Calm & Drink Coffee
2 mesi fa

Grazie! Bellissimo commento che coglie nel segno! È una storia di crimini e di traumi. Al fianco di Matteo un ruolo importante lo ha la dottoressa Doria, sempre lì per lui, pronta ad aiutarlo; poi c’è un misterioso ragazzo… Mi piacerebbe molto avere un tuo giudizio se leggerai il libro! Grazie!

Valentina Pisano
Valentina Pisano
2 mesi fa

Certamente Matteo, riuscirà a catturare tutta l’attenzione del lettore… e grazie alle prime impressioni su questa anteprima, ci rende curiosi di approfondire questo thriller psicologico che promette una storia avvincente! Spero di poterlo leggere presto!

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Valentina Pisano
2 mesi fa

Grazie Valentina! Sono felice che l’anteprima ti abbia incuriosito… Ed è solo l’inizio di un in intreccio sempre più stretto e pressante tra le indagini di polizia che svolge Matteo e le indagini nella psiche del protagonista svolte dalla dottoressa Doria. In un crescendo di mistero, azione e colpi di scena… Spero che potrai ricevere una delle copie in palio! Un caro saluto, Ilario.

Maria Guidi
2 mesi fa

Sto leggendo e apprezzando “La cura del male” di Giannini e devo dire che anche questo mi sembra altrettanto promettente!

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Maria Guidi
2 mesi fa

Ciao Maria! Grazie di cuore per il tuo commento! Spero che “La cura dal male” non ti deluda! E che ti possa aggiudicare anche “L’uomo delle scatole”. Un caro saluto, Ilario.

Teresa
Teresa
2 mesi fa

Davvero avvincente questa anteprima! Mi sono appassionata molto nel leggere questa breve anteprima. Mi piacerebbe molto approfondire la storia di Matteo e scoprire così l’evolversi della sua storia.

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Teresa
2 mesi fa

Salve Teresa, grazie di cuore per i tuoi apprezzamenti! Spero che ti aggiudichi una delle copie a disposizione e che continui a leggere la storia di Matteo, che riserva di sicuro molte sorprese e molti colpi di scena inattesi. Un caro saluto, Ilario.

Maria
Maria
2 mesi fa

Ho letto l’anteprima e mi è piaciuta molto, infatti leggo volentieri i thriller psicologici perché mi permettono di seguire l’evoluzione dei personaggi. Matteo mi sembra un personaggio che vale la pena di approfondire e mi piacerebbe scoprire i segreti del suo passato. Queste poche righe incuriosiscono tanto.

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Maria
2 mesi fa

Grazie Maria! Grazie per il commento positivo sull’anteprima. Spero tu abbia la possibilità di conoscere la storia di Matteo. Io sono un po’ di parte… Ma è un gran bel personaggio. Molto incasinato, non perfetto, non un eroe, ma… Non dico altro! Ma penso che scoprire il suo passato sarà molto coinvolgente! Spero ti aggiudichi una copia! Un caro saluto! Ilario.

Paola De Cinti
Paola De Cinti
2 mesi fa

Adoro i thriller e sopratutto i thriller psicologici. Sono sempre alla ricerca di questo genere e vorrei poter avere l opportunità di leggere anche questo! Grazie in anticopo, se sarò tra i privilegiati!!

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Paola De Cinti
2 mesi fa

Grazie Paola! Se ti piacciono i thriller psicologici, sono sicuro che non resterai delusa! Spero ti aggiudichi una delle copie! Così poi mi fai sapere il tuo parere sulla mia storia (a quella di questo libro mi sento attaccato e coinvolto più che alle altre…). Un caro saluto, Ilario.

Caterina
Caterina
2 mesi fa

Woww, dalle prime pagine che ho letto mi sembra una storia ricca d’azione . Sembra interessante, mi piacerebbe leggerlo tutto per capire cosa succede e se alla fine verrà fuori la verità.

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Caterina
2 mesi fa

Ciao Caterina, grazie per il tuo commento! Troverai senz’altro azione, mistero e colpi di scena, ma anche tanta introspezione. E alla fine si scopre la verità. Tutta. Tette. Anche una verità sul passato meno recente del protagonista (che poi quella parte è anche esperienza reale dell’autore: una scatola di ricordi mia che, nella storia, ho affidato a Matteo…). Un caro saluto, Ilario.

Anna Nenci
Anna Nenci
2 mesi fa

Adoro il thriller psicologico, una scarica di adrenalina.
Mi piacerebbe approfondire la lettura

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Anna Nenci
2 mesi fa

Grazie del tuo commento Anna! Con “L’uomo delle scatole” troverai adrenalina, tensione, mistero e colpi di scena! Spero ti possa aggiudicare una copia! Così mi fai sapere come ti è sembrato! Un caro saluto, Ilario.

Vanessa.Dt
2 mesi fa

Ho ricevuto La Cura dal male, ed è stata una lettura del tutto travolgente. Ho adorato lo stile, la scrittura ma soprattutto la storia. Adesso con questo nuovo libro, vorrei scoprire ancora di più la vita di Matteo Viani, le peripezie, i fatti e gli avvenimenti accaduti nella sua vita. Spero di poter leggere tale libro ed essere trasportata nelle indagini che si snodano tra presente e passato, tra ricordi e sensi di colpa.

Ilario Giannini
Ilario Giannini
Risposta a  Vanessa.Dt
2 mesi fa

Vanessa! Grazie infinite! Sono felicissimo che ti sia piaciuto “La cura dal male”! Questo nuovo romanzo è ancora più intenso, dal punto di vista del coinvolgimento psicologico… Perché credo che ognuno di noi abbia nel magazzino dei propri ricordi qualche scatola oscura che preferisce tenere sepolta e dimenticata… Matteo, l’uomo delle scatole, ne ha più di una (una gliela ho passata io, era mia in realtà…): dovrà imparare a convivere con i ricordi scomodi del passato. Spero che tu riceva una delle copie anche di questo libro! Mi farà piacere sapere cosa ne pensi.

Fatima
3 mesi fa

Sono un amante dei thriller psicologici. Mi piacerebbe molto addentrarmi in un’avventura con l’ispettore Matteo Viani e tentare di risolvere i vari casi con lui, non solo in ambito poliziesco ma anche sugli aspetti privati della sua vita. Intrecciare vita privata col lavoro, cercando di separarli, è proprio ciò che fa al caso mio. Spero di poterlo leggere e complimenti all’autore per il suo modo di raccontare che ho già avuto l’occasione di testare

ILARIO GIANNINI
Risposta a  Fatima
2 mesi fa

Grazie mille Fatima! Grazie per le tue belle parole. In questo libro si intrecciano strettamente, con ritmo sempre più serrato e colpi di scena davvero inattesi l’indagine poliziesca condotta dall’ispettore Matteo Viani e l’indagine psicologica condotta dalla psicologa Serena Doria. E il vissuto più recente, ma anche i traumi più risalenti nel tempo che Matteo deve riaffrontare dopo averlo solo apparentemente superato saranno davvero di forte impatto… E devo ammettere una delle scatole dei ricordi che ho costretto Matteo ad aprire e affrontare con non poco dolore, è in realtà una scatola mia. C’è molto di me, in questo libro,… Leggi il resto »

Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE

41
0
Libri in omaggio per chi commenta!x