SPECIALE MOLINELLO 2008

Da sinistra - Dacia Maraini, Corrado Augias, Nicla Morletti, Marina ComoPremio Letterario Il Molinello, ideato da Nicla Morletti.
La cultura protagonista nella promozione dello sviluppo del territorio.

I VINCITORI DELLA XII EDIZIONE
di Nicla Morletti

 CERIMONIA DI PREMIAZIONE 2007

 MOLINELLO GIOVANI 2007 

 

LETTERATURA AL BORGO di Veruska Anconitano (*)

A dodici anni dalla prima edizione, torna nella splendida cornice di Rapolano Terme, antico borgo medioevale in provincia di Siena, il premio letterario Il Molinello, ideato dalla scrittrice Nicla Morletti. Promosso dal Comune di Rapolano Terme con il patrocinio della Provincia di Siena e della Regione Toscana, Il Molinello rende omaggio al grande poeta Mario Luzi, che a Rapolano visse. Insignito del ruolo di Presidente onorario del premio, oggi ad honorem, Mario Luzi, scomparso nel febbraio 2005, era particolarmente legato al suo territorio. Considerato uno dei maggiori poeti italiani del 1900, venne nominato Senatore a vita dall’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
Una delle particolarità de Il Molinello è quella di garantire uguale visibilità agli autori noti quanto ai giovani e agli esordienti e per questo si articola nelle sezioni Inedito, Edito e Giovani. Per questo motivo, ogni anno sono previste due cerimonie di premiazione: la prima, per i giovani dai 6 ai 18 anni, si svolge la mattina, con la proclamazione del vincitore e delle migliori opere che verranno inserite nell’antologia "Dove volano gli aquiloni". La cerimonia di premiazione serale coinvolge invece gli autori di poesie e racconti inediti, le cui creazioni sono annualmente raccolte nell’antologia "Voci dell’anima", e la proclamazione del vincitore della sezione narrativa edita.
Ogni anno, a testimonianza dell’interesse degli organizzatori del premio nei confronti dell’attualità e della cultura del nostro Paese, vengono consegnati premi alla carriera a personaggi illustri che hanno rappresentato o rappresentano con onore la letteratura italiana ed il giornalismo. Considerato uno dei premi più interessanti e importanti nel panorama letterario italiano, Il Molinello nel corso degli anni ha premiato nomi illustri della letteratura e del giornalismo: Giorgio Saviane, lndro Montanelli, Vincenzo Cerami, Giorgio Albertazzi, Piero Angela, Luciano De Crescenzo, Alberto Ronchey, Enzo Biagi sono solo alcuni dei protagonisti della cultura italiana che si sono avvicendati sul palco del Molinello. Nell’ultima edizione, fra gli altri, hanno ricevuto il premio Lidia Ravera, Franco Cardini e Khaled Fouad Allam.
Quest’anno la premiazione si terrà il 15 marzo 2008 alle ore 17 presso il Teatro del Popolo di Rapolano, mentre la premiazione della sezione Giovani avverrà lo stesso giorno alle 10 presso l’Auditorium Comunale della scuola media Simone Martini.
La serata di premiazione del Molinello è anche occasione per visitare il piccolo comune di Rapolano Terme che sorge nell’incantevole zona delle Crete Senesi. Oltre al caratteristico centro storico di origine medioevale, a Serre di Rapolano merita una visita la Grancia con l’annesso museo: si tratta dell’antico deposito di grano restaurato che ospita al suo interno il Museo dell’olio, in cui si trovano attrezzature e macchinari utilizzati anticamente per produrre l’olio. Quando si pensa a Rapolano, si pensa automaticamente anche alle acque termali e quindi al benessere. Non a caso Rapolano Terme è un’apprezzata località termale, conosciuta fin dall’epoca dei Romani: due sono i centri in funzione, le Terme di san Giovanni e il centro termale dell’Antica Querciolaia. Le Terme di San Giovanni sono situate a 2 Km da Rapolano e, conosciute fin dal IV-V secolo, si caratterizzano per la presenza di una moderna e funzionale struttura termale con acque a 39°. Nei pressi delle Terme di San Giovanni si possono visitare le zone archeologiche di Campo Muri e la Necropoli Etrusca, i cui reperti più importanti sono oggi conservati al Museo etrusco di Asciano. Lo stabilimento dell’Antica Querciolaia risale all’800 ed è stato recentemente ristrutturato e ampliato per offrire l’accesso a tre piscine termali e ad una palestra. Nei dintorni di Rapolano Terme sorgono anche antichi e preziosi borghi abitati come lo splendido Armaiolo, con le caratteristiche rughe (i vicoli), castelli e fortificazioni (Modanella, Poggio Santa Cecilia) e tracce di insediamenti etrusco – romani. Da Rapolano Terme è possibile partire alla scoperta delle Crete Senesi, un territorio argilloso e percorso da dune sul quale sorgono, spesso in posizione defilata, borghi medioevali, pievi, castelli, rocche fortificate e antichi poderi che testimoniano di un passato ricco e florido.

(*) Articolo tratto da "Mete d’Elite", magazine distribuito con il quotidiano nazionale "Il Giornale"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -