Spirali di Maristella Angeli

“Poesie lunari quindi, ma anche poesie esistenziali, oniriche, intime e profondamente coinvolgenti. Davvero una raccolta particolare e originale. Davvero una silloge magica, che lascia un segno indelebile in chi la legge.” Sandro Orlandi

Anteprima del libro

Quell’aria della sera

Perturbare del fato
ingenuo il rigirar dei giorni
attesa da una finestra chiusa
orizzonte lunare
si affaccia lontano
resto a rimirare i monti
a respirare quell’aria
della sera
che empie l’animo
di stelle

***

Alla luce delle stelle

Spicchio di luna
brillante
piccole briciole di cielo
miriadi di stelle
scendono nei pensieri
tintinnando ai vetri
conducono i desideri sopiti
riafferrati da mano di angelo
donati nella notte
a chi non ha speranze
illuminando il sorriso
dei sogni più belli

***

Il manto della notte

Ammanta la notte
velato il pianto
ascoltano le stelle
accarezzano speranze
l’amaca eterna
culla
ristora i viandanti
e i sogni sospesi

***

Splendidi pensieri

M’immergo nell’aria
m’avvolge il Maestrale
scompigliati capelli
un refluo denso
sollevo i pensieri
al peso del giorno
pongo i piedi all’insù
inverto il consueto andare
prendo all’amo
le buone intenzioni
pesco il buon senso
e la bontà
ne faccio pioggia
di splendidi pensieri

***

Sorrido

Volare
in spazi sconfinati
senza più pene
distesa
sui sogni di ieri
ricoperta
dei petali più rari
afferro l’aria
come conchiglia
ascolto suoni
assetata
di sospensioni erranti
sorrido

***

Nell’attesa del mattino

Rimirare il giorno
che appare soave
la vita che sveglia
tintinna ai vetri
la sera giungerà
a quietare lo sguardo
nel suo cercare
ancora luce
è solo un sonno lieve
che arpe accompagnano
un riposo quieto
nell’attesa del mattino

Spirali
di Maristella Angeli
2016, 116 p.
Antipodes

Maristella Angeli

Maristella Angeli è nata a Foligno (PG) nel 1957, risiede a Macerata (MC) fin dall’età di quattro anni. Le Marche, regione dalla quale ha assorbito conoscenze e l’essenza del vivere.
Poetessa, scrittrice fantasy e pittrice ha da sempre sentito la necessità di esprimersi nelle diverse forme artistiche. Dopo aver conseguito il Diploma ISEF a Perugia, ha insegnato Scienze Motorie acquisendo, previo corso biennale, la Specializzazione Polivalente, e ha prestato servizio per molti anni come docente di Sostegno. Ha frequentato corsi di mimo e la Scuola di Recitazione Sangallo a Tolentino (MC) conseguendo, previo corso regionale biennale, l’attestato di «Animatrice attrice teatrale e sociale». È stata una componente di un Gruppo Teatrale Amatoriale ed ha partecipato a rappresentazioni nazionali, internazionali e al IX Festival Mondiale Principato di Monaco (Montecarlo). Ha condotto corsi di recitazione per adulti, ha coordinato progetti a favore dell’integrazione sociale dei soggetti diversamente abili, basati sulla “Globalità dei linguaggi”. Ha pubblicato otto raccolte poetiche: Gocce di vita (Albatros Il Filo Editore, Roma 2008), Tocchi di pennello (MEF L’Autore Libri Firenze, 2008), In ascolto (MEF L’Autore libri Firenze, 2010), Specchi dell’anima (Edizioni Progetto Cultura, Roma 2010), Il mondo sottosopra (Rupe Mutevole Edizioni Bedonia (PR) 2010), Trottole di vento (Edizioni Tracce, Pescara, 2012, – con prefazione di Ninnj Di Stefano Busà), Profumo di tigli in fiore (Rupe Mutevole Edizioni, Bedonia (PR), 2012) e Spirali (Antipodes Edizioni, Palermo, 2016). Ha pubblicato due romanzi fantasy: Il portagioie misterioso, “Azan e la spada di Dityan” (Antipodes Edizioni, Palermo, 2013). Ha conseguito primi premi in vari concorsi: «T. Campanella» (Roma, 1982), per il libro edito; Premio Internazionale «Una terra di leggende» Parco dei Castelli Romani (RM). il Diploma di merito per l’Opera Gocce di vita e per la silloge Tocchi di pennello conferiti al Premio Nazionale AlberoAndronico (Roma, rispettivamente negli anni 2008 e 2009). La sua raccolta poetica «Specchi dell’anima», è stata inserita tra le iniziative per il 5 giugno Giornata Mondiale Ambiente e sul sito della Regione Marche, Cultura Marche. La silloge In ascolto è giunta 2ª al Premio Nazionale Leandro Polverini 2011. Ha ricevuto Menzioni d’onore ed è giunta finalista in numerosi concorsi letterari nazionali e internazionali. Sue poesie figurano in numerose antologie tra le quali si segnalano Il rifugio dell’aria, Poeti delle Marche, sezione Marginazioni ed emersioni (Edizioni Progetto Cultura, Roma, 2010). É stata inserita, nel primo volume dell’antologia marchigiana Convivio in versi. Mappatura democratica della poesia marchigiana, PoetiKanten Edizioni, a cura di Lorenzo Spurio. Un servizio a lei dedicato, è stato pubblicato su Le mie Marche Il Magazine (2011), un suo profilo è sulla rivista digitale Io Come. Selezionata, per l’Italia, con il monologo «L’unico naufrago», al concorso internazionale The Colour of Saying, Il colore dei Dire – Dylan Thomas Creative Writing Competition 2014, con pubblicazione sul web sito. La sua poesia «Cavalcami senza sella» e l’intervista, rilasciata a Maurizio Costanzo, è stata letta e nella trasmissione «L’uomo della notte» su Radio Rai 1; ha rilasciato un’intervista per radio San Marino RTV e alcune sue poesie sono state lette nella trasmissione “L’isola che non c’è” Radio Italia 1. Ideatrice, curatrice e componente di giuria del Concorso Letterario Internazionale “Giuliana Angeli” (in ricordo di sua madre).
Ha partecipato a “Notti d’estate” 2016, a Belforte del Chienti(MC), a cura del Museo Internazionale Dinamico di Arte Contemporanea, leggendo le sue poesie ed interpretando il monologo da lei scritto. Sulla sua produzione hanno scritto vari scrittori, poeti e critici tra cui: C. Contilli, S. Orlandi, E. Ranfoni, M. Rocco, M.P. Sambusseti, M. Roncaccia, Tinti Baldini, Lulù Turco, Enzo Calcaterra, Stefania Diamanti, Rosella Rapa, Maria Rosaria Ferrara, Emanuele Marcuccio, Roberta Bagnoli, Alessia Mocci, Tito Cauchi, Ninnj Di Stefano Busà.

Guarda tutti gli articoli

9 Commenti

  1. “Spirali” di emozioni mi sono state trasmesse dalle poesie che fanno da anteprima all’intero volume. La prova che non servono mille parole per esprimere i moti dell’anima! Davvero molto belle e mi piacerebbe poterle leggere tutte.

    • Grazie, Valentina!
      La più grande soddisfazione per un poeta sta proprio nel sapere che, quanto ha desiderato trasmettere, sia arrivato toccando le corde dei sentimenti. Qualcosa di intangibile resta sempre, anche se non ce ne rendiamo pienamente conto, dopo la lettura di poesie in cui riusciamo ad entrare come in un viaggio dell’anima.
      Spero che tu possa leggere l’intera silloge!

      • Gentile Maristella,
        sono contenta che il mio commento Le sia piaciuto e di aver capito subito dall’anteprima. Ogni volta che leggo un libro ne traggo un prezioso insegnamento e sento di aver acquisito qualcosa di nuovo.
        La ringrazio, sarei onorata di poterla leggere e esprimere la mia opinione.

  2. Ho letto con molto piacere l’anteprima di queste poesie, delle poesie sofisticate e delicate che raccontano un universo di ciò che viviamo. Mi ha colpito la metafora della poesia “Splendidi pensieri” delle emozioni alla pesca del buon senso.
    Mi è piaciuta anche la poesia “Sorrido” perché descrive una realtà come qualcosa di prezioso.

    Complimenti..

    • Grazie, Maddy!
      Spero che tu possa leggere l’intera silloge.
      Le poesie che scrivo, in genere sono brevi, poichè ogniparola racchiude un mondo intero di sentimenti, di emozioni, di storia di vita e di pensiero. Chi riesce a cogliere tutto questo è evidentemente una persona profonda, sensibile che si pone “in ascolto” di ogni sussurro, di ogni palpito del cuore, dei tumulti dell’anima.
      Un abbraccio!

  3. Nessuno può sottrarsi alla “spirale” di sensibilità racchiusa in ogni piccola poesia…non si può restare indifferenti, perchè chi scrive sente amplificato in lei quello che per tanti altri è un dettaglio insignificante delle proprie giornate….complimenti, spero di poter leggere il libro

    • Grazie, Stefano!
      Scuotere le menti, lasciando un segno, creare un sussulto, un pensiero intimo ed intenso, così da condividere l’essenza del sentire e percepire, questo è davvero ciò che dona al poeta soddisfazione.
      Spero tu possa leggere l’intera silloge.
      Felice Natale, Stefano!

  4. Maristella Angeli con ” Spirali “, non di fumo ma cultura, aggancia il mondo fantastico a quello reale per dare a quest’ ultimo un’ ispirazione preziosa.
    Infatti è dai poeti che il mondo vien migliorato, perché costoro, come l’ Autrice, sanno scrutare le profondità del sentimento che è inaccessibile per i comuni mortali.

    • Grazie, Gaetano!
      La poesia è comprensibile a chi ha una elevata sensibilità ed è come un velo, che si apre permettendo di entrare in una dimensione del sentimento profondo, di un non tempo di una dimensione che non ha confini.
      Grazie, per esserci entrato ed di aver compreso.
      Attendo molti altri!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

* L'asterisco indica che i dati da inserire sono obbligatori. Il tuo indirizzo email sarà visto solo dalla Redazione e, in determinati periodi, dagli autori dei libri che hai commentato.