domenica, 3 Marzo 2024
HomeNarrativaAutori italianiTornare dal bosco di Maddalena Vaglio Tanet

Tornare dal bosco di Maddalena Vaglio Tanet

-

Tornare dal bosco di Maddalena Vaglio Tanet

Tornare dal bosco di Maddalena Vaglio Tanet, edito da Marsilio, è candidato al Premio Strega 2023, presentato da Lia Levi

Tornare dal bosco di Maddalena Vaglio Tanet, una storia con un finale che “non risolverà del tutto i tratti misteriosi di certi inestricabili comportamenti umani” (Lia Levi)

Il bosco è il bosco, la montagna è la montagna, il paese è il paese e la maestra Silvia è la maestra Silvia, ma è scomparsa. In una piccola comunità, agitata dal vento della Storia che soffia su tutta l’Italia all’inizio degli anni Settanta, una maestra, esce di casa una mattina, ma anziché dirigersi a scuola, s’immerge nella fitta vegetazione del bosco. La ragione, o forse il fattore scatenante, è il suicidio di una delle sue studentesse. La comunità la cerca disperatamente, ma teme che sia troppo tardi per trovarla o per salvarla, e in qualche modo sente che queste due morti sono una sorta di maledizione. Si tratta di un paese montano, in cui le paure e i sentimenti, per quanto evidenti, non possono essere negati né menzionati. Il paese teme il contagio di una violenza tutta umana e mai sopita, una violenza che dopo due guerre mondiali si è trasformata in una guerra civile, politica. Silvia però non si trova e il paese, per continuare a vivere e convivere con il lutto e l’incertezza, si distrae. In questa distrazione, Martino, il bambino che non è nato nel paese e nemmeno è stato accolto, tagliando per il bosco incrocia un capanno abbandonato, e nel capanno, color della muffa e dorata come il cappello di un fungo, sta la maestra. Il bambino non dice di averla trovata, e la maestra non parla. Ma il bambino torna e la maestra, in fondo, lo aspetta. A partire da fatti reali e racconti di famiglia, articoli di giornali, dicerie e mitologie, Maddalena Vaglio Tanet racconta una storia di possibilità e di fantasmi, di esseri viventi che inciampano in vicende più grandi di loro, e di bambini dei quali – come scriveva Simona Vinci, al suo esordio – non si sa niente, se non che sono gli unici a conoscere quanta realtà ci sia nelle fiabe, quanto amore stia nella paura, e quante sorprese restino nascoste nel bosco.

L’autrice

Maddalena Vaglio Tanet (1985) ha studiato letteratura all’Università di Pisa e alla Scuola Normale. Si è poi trasferita a New York per un dottorato alla Columbia University. Adesso abita a Maastricht e lavora come scout letteraria. Ha pubblicato poesie in italiano e tedesco, oltre ai libri illustrati Il cavolo di Troia e altri miti sbagliati (Rizzoli 2020, finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi – Migliore libro d’esordio 2021) e Casa musica (come un papero innamorato), (Raum Italic 2022).

Leggi anteprima nella libreria Amazon

Tornare dal bosco
di Maddalena Vaglio Tanet
Editore: ‎Marsilio (28 febbraio 2023)
Copertina flessibile: ‎256 pagine

FIERA DEI LIBRI ON LINE

LIBRI IN OMAGGIO! Per ricevere copie omaggio dei libri che commenti iscriviti alla Newsletter dei Lettori inserendo il tuo indirizzo postale completo di nome e cognome del destinatario.

25 Commenti

0 0 votes
Rating Articolo
Notifiche
Notificami
guest

25 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Marilena
Marilena
1 mese fa

Tornare dal Bosco” si distingue come un’opera narrativa che affonda le radici nella realtà e nella memoria, intrecciando fatti reali, racconti di famiglia e mitologie locali. La prosa è ricca di suggestioni e atmosfere, creando un intreccio in cui le realtà si sovrappongono alle leggende, e i confini tra ciò che è tangibile e ciò che è immaginato diventano labili. Il bosco diventa un luogo simbolico, ricco di possibilità e fantasmi, dove i personaggi si scontrano con vicende che trascendono la loro comprensione. Si presenta come una narrazione avvincente che esplora la complessità delle relazioni umane, la memoria collettiva e… Leggi il resto »

Sara
Sara
3 mesi fa

Un libro ricco di ricordi…suggerimenti…sguardi…che meritano di essere assaporati ed approfonditi in ogni loro minima parte
Spero di avere la fortuna di leggerlo presto

Sara
Sara
7 mesi fa

Amo la natura e i suoi misteri…
Ancor più se narrano di avventure nel bosco…
Spero di poterlo leggere

Chiara
Chiara
7 mesi fa

Tra fiaba e la realtà di un paesino di montagna,in cui magari tutti sanno tutto ma nessuno parla, l’innocenza degli occhi di un bambino magari farà scoprire altre strade.
Mi ispira e incuriosisce molto,da leggere tutto.

Valeria
8 mesi fa

Una trama che mi incuriosisce sospesa tra realtà e fiaba, allora spero di poterla conoscere leggendo il romanzo.

Caterina
Caterina
8 mesi fa

Questo libro mi ha attirato in primo luogo per la copertina e poi leggendo l’estratto mi ha incuriosito per il ruolo che ha il bambino in questa storia. Sicuramente avrà un ruolo fondamentale, un bambino che è estraneo al modo di pensare e di agire degli abitanti di questo luogo . La storia mi attira molto e sarei molto curiosa di leggere cosa succede e come si evolve .

Silvia
Silvia
8 mesi fa

Questa copertina con il foliage autunnale del bosco, attrae con effetto immediato l’attenzione. La voglia di leggere e saperne di più su questa storia, suscita un’alta aspettativa! Ed ecco che il bosco da sempre ritenuto un luogo affascinante, ma al tempo stesso misterioso, ti spinge oltre a sapere cosa accadrà. Mi piacerebbe ricevere questo libro, deve essere coinvolgente e ricco di mistero.

Anna Maria Refano
8 mesi fa

Guardo e riguardo la bellissima copertina del libro e ci vedo dentro tutte le risposte che la maestra forse stava cercando…ed anche quel senso di pace che il bosco, la natura, riescono a darci anche solo per poco…anche solo immergendosi quel poco che serve, anima e corpo tra la meravigliosa pace che vi si trova dentro…

chiara
chiara
9 mesi fa

wow…un bosco fitto di trame e suspance! non resta che leggerlo per riuscire a trovare la “via d’uscita” …ma credo forse questa volta sia più interessante “perdersi” nel bosco…intendevo dire nella lettura!!!

Davide
Davide
9 mesi fa

Libro ambientato in un contesto storico particolare come quello degli anni settanta.
Dalla trama sembra molto interessante.
Spero di leggerlo

ELENA B.
ELENA B.
10 mesi fa

Il bosco è un luogo tanto affascinante, quanto misterioso. Ed il titolo di questo libro ha attratto da subito la mia attenzione, grazie anche alla bella copertina.
L’incipit non ha deluso le mie aspettative: conosco il mistero che esercita il bosco e da quanto ho potuto leggere, l’autrice ha sapientemente saputo collocare e costruire una storia avvincente. Ovviamente desidererei leggere questo libro!

Paola De Cinti
Paola De Cinti
10 mesi fa

Già con questa anteprima ho il fiato in gola. Spero di poterlo recuperare leggendolo fino alla fine.

Leone Giulia
10 mesi fa

Un giallo appassionante che mi piacerebbe leggere e approfondire quwsto racconto che mi ha rubato il cuore già dall’anteprima

Valentina
Valentina
10 mesi fa

Uno spaccato di vite sconvolte da eventi avversi, la gente che mormora raccontando quello che sa inventando anche qualcosa di nuovo e il bosco, non un semplice scenario dove tutto ruota ma forse il vero protagonista della storia. Positivo o negativo lo si potrà scoprire solo grazie alla lettura di questo libro dove, già grazie all’anteprima, si evince che la psiche e il pathos la fanno da padrone.

Francesco De Filippi
Francesco De Filippi
10 mesi fa

Libro bellissimo

Maria
Maria
10 mesi fa

Gli anni settanta sono un periodo particolare nella storia italiana. Ci sono ancora gli effetti del boom del dopoguerra ma si entra in un periodo molto complesso, dal punto di vista politico e sociale. Un mistero che ha a che fare con le passioni e le paure umane si inserisce molto bene in questo contesto. Mi piace, poi, che un bambino sia un personaggio importante nella storia perché solo i bambini hanno la sensibilità per entrare in empatia con gli animi che soffrono. Molto coinvolgente come storia.

Flavia Bellagamba
10 mesi fa

Un mistero da risolvere con tanti risvolti, tra cui la follia umana che fa più male che bene! Il bosco sarà il posto della pace o della fine….tenero il rapporto che si instaurerà tra maestra e bambino..le anime pure sono quelle capaci di guarire anche i cuori più malandati

Anna Maria Refano
10 mesi fa

Sono rimasta subito colpita dalla copertina del libro. Un immagine che mi trasmette calma e tranquillità, come a voler evadere dalle preoccupazioni, dalle paure, dalle difficoltà che circondano ogni persona… è come se ci suggerisce che immergendoci nell’immensità del bosco, qualsiasi cosa ci faccia soffrire, poi svanirà…o comunque, svanisce nel momento in cui ci si fa avvolgere da alberi, foglie e terra… è questo che fa la maestra? Si rifugia nel bosco per lasciare andare le sue debolezze, la sua preoccupazione, il suo senso di impotenza…magari non troverà una soluzione, ma avrà comunque trovato se stessa…

Anna
Anna
10 mesi fa

Questo romanzo mi ispira! Già dall’ambientazione mi piace molto, amo la montagna

Roberta Buonomo
Risposta a  Anna
10 mesi fa

Solo leggendo la trama questo libro mi ha stregata! Sembra davvero affascinante, in particolar modo l’ambientazione in cui può davvero succedere di tutto. Non vedo proprio l’ora di leggerlo e farmi un’idea su una storia che sembra promettere bene!

Alberto Duso
Alberto Duso
10 mesi fa

“Tornando dal bosco” ecco il mio luogo dove preferisci stare e il bosco ,leggendo la trama da subito mi sono immaginato , i luoghi un piccolo paese in montagna circondato da boschi una storia ricca di movimento e agitata e con molte complicanze e misteri di certi comportamenti umani che non si risolvono completamente alla fine del romanzo. Un racconto da scoprire e leggere.

Maria
10 mesi fa

Amo questo tipo di ambientazioni, il bosco, la piccola comunità dove ci si conosce e la maestra è ancora un punto di riferimento… Un romanzo che mi sembra intenso e coinvolgente, ma soprattutto che va a indagare l’animo umano. Mi piacerebbe molto leggerlo.

Fatima
10 mesi fa

Questo romanzo mi ha colpita molto, la trama è interessante e sicuramente piena di colpi di scena. Spero tanto di poterlo leggere per sapere come andrà a finire

Vanessa.Dt
10 mesi fa

Una storia forte e coinvolgente quella di Silvia ma soprattuto cosa sia accaduto..uno sfondo pieno di mistero e intrighi, molto curiosa di scoprirne di più. Spero di poter approfondire.

ANNA NENCI
10 mesi fa

una trama intrigante e misteriosa, mi incuriosisce molto.Mi piacerebbe andare avanti con la lettura di questo romanzo

Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE

25
0
Libri in omaggio per chi commenta!x