[youtube id=”BpbI7CI9Lek” autoplay=”yes”]

In questo florilegio di poesie c’è tutta l’anima di Adalgisa Licastro, poetessa completa, a trecentosessanta gradi. Il cerchio si apre con un dolce saluto al sole nascente e si chiude con  persuadente e sublime poesia ed amore per il tutto. Toccante la poesia dal titolo “Madre”: “Non languide parole,/né accenti tristi e muti,/or che ti passo accanto e non mi vedi…”
In queste liriche la Licastro si rivela poetessa autentica che non scrive per intima soddisfazione, ma per donare un messaggio al lettore, per sviluppare un profondo discorso intellettuale, impegnata a dissolvere il dissidio tra disfacimento storico – temporale e dilagante ansia razionale. Una poesia mirabilmente valida, soprattutto quando tocca problemi umani d’interesse universale che, per la modernità del dinamismo espressivo, la forza della parola e per l’ecletticità epigrammatica della creazione, si colloca tra le voci più intonate della poesia contemporanea. Nicla Morletti

Anteprima del libro

Salve

Salve sole nascente
che nel giorno splendente
inondi il piano;
salve sole morente
che la terra saluti con dardeggiante fuoco;
salve notte
tra mille stelle avvolte di mistero!
E salve a te, uomo
che l’uno e l’altra accogli
così come la vita.
Nella luce del giorno,
nel buio della notte,
emulo di un ciclico destino,
ritrovi il tuo percorso che,
acceso insieme al sole,
lento s’adagia nel buio della notte,
quando il riposo è premio
al cammino del giorno.

***

Madre

Tutto ciò che ho amato ed ho vissuto
risplenderà di luce
quando nel tuo pensiero,
ritornerò fanciulla,
e del dolor che ha roso la mia vita,
sarà dissolto il segno.

Ho perpetrato in te ogni mia cura
e, pura come candida corolla,
l’anima mia ho trasfuso
nel primo tuo vagito;
con la mia carne
ho plasmato il tuo cuore
e di te ho fatto un uomo.

Non languide parole,
né accenti tristi e muti,
or che ti passo accanto e non mi vedi:
solo l’orgoglio d’avermi avuto “madre”,
solo la gioia di chiamarti ‘figlio”.

***

Fugacità del tempo

L’albeggiare d’un giorno
è speranza di vita,
è luce del mattino,
è promessa di sole,
è “divenire”,
è attesa che si muta in realtà!
E’ oggi il tuo domani,
quando progetti e speri
che ciò che pensi
si realizzerà.
Odore di caffè e pane fresco,
si mischiano nell’aria
un po’ frizzante,
e spii dalle persiane
la qualità del cielo
per scoprir dalle nuvole se forse pioverà
Pure t’appare limpido
quel che di notte è cupo:
fugate l’ombre,
dissolto ogni fantasma,
si placa il cuore
e più non ha paura!
Ma quando s’alza il sole,
sfuma tra le comuni cose
la magia di un momento.
Non più protagonista del tuo giorno,
inglobato nel tempo,
da passegger veloce
scorri con esso,
particella fugace
di un’eterna realtà!

***

Naufragio

L’ultima nave partiva alle diciotto
piena di passeggeri infreddoliti,
di sogni e di speranze ormai nutriti.

Alzato il bavero sotto il paltò sdrucito,
lo sguardo perso verso l’infinito,
seguiva ognuno un proprio pensiero
e sognava per sé un mondo vero!

Onda su onda,
in una calma piatta,
s’allontanava quella vecchia chiatta…

“Vento di tramontana, non soffiare:
vogliamo insieme il mare attraversare”
pregava Rugantina un po’ smarrita,
e sfiorava il rosario con le dita…

Nessuna stella nel firmamento,
ma una randagia nuvola nel vento!
Ma proprio quella nuvola rabbiosa,
presto mutò ogni cosa:
l’onda si sollevò con gran sgomento,
e fu l’inferno in un solo momento.

“Aiuto, aiuto!”
Si sentì gridare
“moriremo tutti infondo al mare”
Silente il cielo stava ad osservare
e Rugantina continuava a pregare!

***

Tra luci ed ombre di Adalgisa Licastro

Tra Luci ed Ombre
di Adalgisa Licastro
Ismecalibri, 2014 pag. 109

Adalgisa Licastro

Adalgisa Licastro è nata a Messina e vive a Bari.
Insegnante, Senatore dell’Accademia Internazionale dei Micenei, Accademico per meriti letterari (Il Convivio), ha iniziato il suo percorso letterario con la poesia per la quale annovera numerosi riconoscimenti, in piano nazionale ed internazionale. Pari apprezzamenti le sono stati attribuiti per la pubblicazione dei romanzi: “Piccola blu” (Albatros il Filo 2008); “Profumo d’aranci”- “Lacrime nere” – “Il silenzio dell’anima” (Il Convivio 2010) – “La siepe del biancospino” (Albatros 2010) – “Note senza fine”(Albatros 2011) – “Le due facce della luna” (Il Convivio 2012) – “Sapore d’antico” (Il Convivio 2013) qualificatisi primi in numerosi concorsi italiani ed europei.
Ultimi, ma non meno importanti per l’impegno culturale, il messaggio sociale, la passione e le emozioni suscitati nei lettori, i romanzi: “Maria Mai più come una volta”(Il Convivio 2012) – “La casa dai mattoni rossi” (WIP 2013) 1° Premio in assoluto Autori Affermati “Tra le parole e l’infinito” 2014 – “Tra luci ed ombre” raccolta di poesie (Ismecalibri Editrice 2014) Premio Speciale “Porta dei Leoni”-2015 – “Gocce nell’oceano” raccolta di racconti (Ed. Carta e Penna 2015) 1° Premio 16° Concorso Internazionale Poetico Internazionale Poetico Musicale 2016 – “Un desiderio nel cuore”(Leone Editore 2016) Premio Speciale Emotion Associazione Culturale Pegasus Città di Cattolica 2017 – Premio Speciale della giuria dei lettori “Un libro amico per l’inverno 2017” – Diploma d’onore per alti meriti culturali “Gran Prix Carmela Rocco 2017”.
Nella XIV Edizione del Premio Letterario Internazionale di poesia “Tra le parole e l’infinito”2013, le è stato conferito il Riconoscimento alla Carriera “Labore Civitatis”, nonché il titolo di Benemerito Culturale d’Onore nella XVIII Edizione 2017 Poesia Inedita.
La delegazione Provinciale di Lecce Poeti nella Società 17° Concorso Internazionale Poetico Internazionale Poetico Musicale 2017, le ha conferito il 3° Premio per il Saggio “Tra il concreto e l’astratto”.
Risulta al 1° Posto nel percorso “Strade di Poesia” Associazione Culturale Beniamino Joppolo.
Numerosi suoi racconti sono pubblicati su importanti riviste culturali.
E’ presente nell’Antologia ‘900 “I grandi classici della poesia italiana” 2013; nel “Dizionario degli Autori Siciliani” 2012/2013; nell’Enciclopedia Palatina (Symposiacus 2014).
Collabora per la recensione di romanzi e fa parte della giuria di numerosi concorsi letterari.

Sito web dell'autore
Guarda tutti gli articoli

3 Commenti

  1. Ho iniziato a leggere e nel contempo, il mio vicino inizia a suonar il suo pianoforte; nell’attimo esatto in cui mi appresto a leggere “Naufragio”, il suo suonare diviene triste e malinconico, quasi una coincidenza… inutile dire le sensazioni ed emozioni provate in questo preciso istante…

  2. E’ splendida anche la copertina di ” Tra luci ed ombre “. A prefare, per cosi dire, un contenuto da fuoriclasse.
    Adalgisa Licastro non si smentisce e ci regala ancora una volta poesie stupende. Da meditare. Da assimilare. Da godere. Certe persone dovrebbero esser – sulla terra – immortali, tanto e’ il loro valore ( e non solo letterario).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -