Se io fossi un giovane giornalista che sta iniziando la carriera, magari in un giornale di carta o in un redazione, mi porrei il problema di un futuro professionale che deve durare qualche decina di anni, con un mestiere che nel frattempo cambierà continuamente.
E cambierà a una velocità che non ha precedenti nella storia.
Se la immaginiamo nei prossimi 30 o 40 anni, non è forse la carriera più sicura da fare. Anzi.
Ma quando gli scenari cambiano, si aprono anche delle opportunità. Così, se dovessi esercitarmi a fare un ragionamento speculativo, probabilmente mi darei questi consigli.
Che non pretendono di essere esaustivi, né i migliori possibili. Ma mi valgono come appunti…

Continua a leggere questo articolo nel Blog di Giuseppe Granieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -