martedì, 1 Dicembre 2020
Home Narrativa Bestseller I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead

I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead

-

I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead

I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead, romanzo ambientato nella Tallahassee degli anni ’60 vincitore del Premio Pulitzer 2020.

I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead, quando la scuola può trasformarsi in un vero inferno

Il movimento per i diritti civili sta prendendo piede anche nell’enclave nera di Frenchtown (Tallahassee) ed Elwood Curtis, un ragazzino abbandonato dai genitori e cresciuto dalla nonna, assimila tutte le massime e gli insegnamenti di Martin Luther King. Pieno di talento e molto coscienzioso, sta per iniziare a frequentare il college del posto, quando incautamente accetta un passaggio in auto. Ma per un ragazzo nero dei primi anni Sessanta, anche l’errore più innocente può rivelarsi fatale. Elwood viene spedito in un riformatorio chiamato Nickel Academy, la cui missione è provvedere a un’educazione fisica, intellettuale e morale così che il piccolo delinquente possa diventare un uomo onesto e rispettabile. Questo sulla carta. Perché nei fatti la Nickel Academy è un vero e proprio labirinto degli orrori.
Dopo La ferrovia sotterranea, il capolavoro letterario che gli è valso il Pulitzer e il National Book Award, Colson Whitehead scrive un altro romanzo magistrale facendo luce ancora una volta su un angolo buio di storia americana.

La storia vera a cui si ispira I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead

La storia de I ragazzi della Nickel è ispirata a quella vera della Arthur G. Dozier School for Boys di Marianna, in Florida, un istituto di correzione chiuso nel 2011 e luogo di abusi e violenze scoperti solo anni più tardi grazie agli studi che scienziati hanno condotto sui terreni intorno alla scuola. La ricostruzione dell’autore, fedele e potente, conduce il lettore al tempo delle leggi razziste di Jim Crow.
Il romanzo ci fa interrogare su un capitolo problematico della storia americana e sull’eredità che questo ha avuto sull’America di oggi e sulla definizione dell’identità nera, per troppo tempo schiacciata.
Un tema molto attuale non solo nella letteratura, ma anche nell’intrattenimento, come dimostra il successo della serie Netflix When they see us che racconta un’altra storia vera che ha sconvolto gli Stati Uniti.

L’Autore

Colson Whitehead (New York, 1969) è uno scrittore statunitense, vincitore con i suoi libri di numerosi premi. Il suo romanzo, La ferrovia sotterranea (2016), si è aggiudicato sia il premio Pulitzer sia il National Book Award ed è stato un successo mondiale.

Leggi anteprima nella libreria Amazon

4 Commenti

  1. In questo romanzo sin affronta un tema sempre verde : la discriminazione. Qui quella di un tempo, anni 60 in America, ma forse attualissima, tra bianchi e neri. La trama è semplice : Il protagonista Elwood , un giovane afroamericano condannato a scontare una pena detentiva nel riformatorio giovanile di Eleanor, la Nickel Academy, con l’accusa di aver guidato una macchina rubata. Alla Nickel, Elwood diventa amico del pessimista Jack Turner e tenta di scontare la propria pena senza incidenti. .ma sarà possibile non farsi notare o finire in qualche guaio?
    Ala base del romanzo c’è senza dubbio il coraggio di esporsi e dire la propria opinione anche se scomoda. Tema attualissimo.
    Elwood spinto dalle parole di Martin Luther king vuole essere libero, uguale, ma scoprirà che tutto ciò non è possibile.
    Una cosa però è uguale per tutti in questo romanzo, il luogo dove scontare la pena.
    “I ragazzi erano legati insieme dalla stessa catena ed erano diretti verso la stessa direzione”
    Il luogo chiamato riformatorio per il protagonista è anche meglio di ciò che pensava visto che non c’erano mura o celle ma che si poteva studiare, ma non è oro tutto ciò che luccica e Elwood lo capirà presto.
    “I criminali violenti facevano tuti parte del personale”
    Ispirato ad un luogo realmente esistito la scuola Dozier, in Florida inizò le sue attività il 1° gennaio 1900 e cambiò nome varie volte nel corso di oltre un secolo di attività. Florida State Reform School, Florida Industrial School for Boys, Florida School for Boys e, nel 1967, Arthur G. Dozier School for Boys. E così lo scrittore fa emergere tutta la scioccante verità di quel riformatorio.
    Una scrittura asciutta ma spesso fin troppo distaccata, resti scioccato per il fatto che quel postob è realmente esistito ma non per le sue parole,a volte troppo prolisso. personaggi creati ad hoc, sicuramente tutto ciò grazie allo studio dei luoghi be delle testimonianze che lo scrittore ha ben studiato prima.

  2. Contesto storico affascinante, ambientazione da mettere i brividi e una storia tutta da scoprire. Sono davvero emozionata all’idea di potermi immergere in questo romanzo che si presenta davvero in modo impeccabile. La trama mi sembra unica, un ragazzo risucchiato dagli errori di un’epoca e di generazioni. Vorrei davvero poterne sapere di più e avere un’opinione finale abbastanza completa da poter scrivere una recensione: mi interessa davvero moltissimo!!

  3. AMMIRO chi ha il coraggio di scrivere dei libri sulle vicende realmente accadute e'”bello” sapere delle realtà brutte che chissà per quanto tempo sono rimaste nascoste. Peccato che la trama dice ben poco mi sarebbe piaciuto saperne di più.

  4. Un romanzo forte, che fa riflettere. Un libro che ripercorre le vicende accadute nei primi anni Sessanta negli Stati Uniti e che purtroppo sono ancora molto attuali come dimostrano gli eventi più recenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Commenti recenti

FIERA DEI LIBRI ON LINE

La mulatta. Il riscatto di Corrado Leoni

L’avventura di una giovane etiope, la quale viene in Italia dietro la promessa di un lavoro dignitoso, motivata anche dalla speranza e dal desiderio di incontrare parenti del bisnonno italiano. Trova invece una realtà ben diversa e finisce sulla strada.

Il suono del vento di Cristina Origone

Il suono del vento di Cristina Origone, una storia giallo-rosa che si svolge in tempi e atmosfere diverse e che emoziona e coinvolge.

Le infinite vie del cuore di Alba Venditti

Le infinite vie del cuore di Alba Venditti, poesie con cui l'autrice esorta tutti ad aprire le proprie vie del cuore per rinascere ed aiutare il prossimo.

Quando il lavoro fa male di Federico Fontana

Quando il lavoro fa male di Federico Fontana si presenta insomma come un vero è proprio must, uno strumento indispensabile non solo per manager di aziende pubbliche e private ma anche per lavoratori che desiderano essere consapevoli su questo tema.

Il reale e l’immaginario di Daniela Quieti

"L’autrice ci accompagna attraverso i suoi versi raffinati ma incisivi in un viaggio senza filtri, prima come un novello Virgilio nell’Inferno e nel Purgatorio in terra e poi nel Paradiso di Beatrice".

Le favole di Nina di Nina Miselli

Le favole di Nina di Nina Miselli, fiabe e favole dolci e delicate, da leggere o da farsi leggere, per crescere divertendosi insieme a Fili il ranocchio, a Kili la rondine, ai folletti…

La voce del maestrale di Nunzio Russo

La voce del maestrale di Nunzio Russo, la saga di una antica dinastia di pastai siciliani sullo sfondo del novecento. Memorabile romanzo di esordio.

Spietata verità di Alessandra Perilli

Spietata verità di Alessandra Perilli, è l'avvincente romanzo thriller di esordio della scrittrice romana che ha meritato già molti riconoscimenti

Il quarantacinquesimo parallelo di Laura Buizza

Il quarantacinquesimo parallelo di Laura Buizza, tra giallo e mistero una pericolosa corsa ambientata ai giorni nostri per arrestare l'avvento di una profezia biblica.

Frammenti di Norma Giumelli

Frammenti di Norma Giumelli è una sorta di zibaldone sentimentale in cui trovano espressione pensieri, ricordi ed emozioni dell'autrice.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI