sabato, Luglio 4, 2020
Home Narrativa Autori italiani La più amata di Teresa Ciabatti

La più amata di Teresa Ciabatti

-

La più amata di Teresa Ciabatti

La più amata di Teresa Ciabatti: un’autofiction sincera, feroce, perturbante, che nasce dall’urgenza di fare i conti con un’infanzia felice bruscamente interrotta

“Mi chiamo Teresa Ciabatti, ho quattro anni, e sono la figlia, la gioia, l’orgoglio, l’amore del Professore.” Il Professore – un inchino in segno di gratitudine e rispetto – è Lorenzo Ciabatti, primario dell’ospedale di Orbetello. Lo è diventato presto, dopo un tirocinio in America, rinunciando a incarichi più prestigiosi, perché è pieno di talento ma modesto, un benefattore, qualcuno dice, un santo. Tutti lo amano, tutti lo temono, e Teresa è la sua figlia adorata. È lei la bambina speciale che fa il bagno nella smisurata piscina della villa al Pozzarello, che costruisce un castello d’oro per le sue Barbie coi 23 lingotti trovati in uno dei cassetti del padre. Teresa: l’unica a cui il Professore consente di indossare l’anello con lo zaffiro da cui non si separa mai. L’anello dell’Università Americana, dice lui. L’anello del potere, bisbigliano alcuni – medici, infermieri e gente del paese: il Professore è un uomo potente. Teresa che dall’infanzia scivola nell’adolescenza, e si rende conto che la benevolenza che il mondo le riserva è un effetto collaterale del servilismo nei confronti del padre. La bambina bella e coccolata è diventata una ragazzina fiera e arrogante, indisponente e disarmante. Ingrassa, piange, è irascibile, manipolatrice, è totalmente impreparata alla vita. Chi è Lorenzo Ciabatti? Il medico benefattore che ama i poveri o un uomo calcolatore, violento? Un potente che forse ha avuto un ruolo in alcuni degli eventi più bui della storia recente? Ormai adulta, Teresa decide di scoprirlo, e si ritrova immersa nel liquido amniotico dolce e velenoso che la sua infanzia è stata: domande mai fatte, risposte evasive. Tutto, nei racconti famigliari, è riadattato, trasformato. E questa stessa contrarietà della verità a mostrare un solo volto Teresa la ritrova quando si mette a scrivere, ossessivamente prova a capire, ad aggrapparsi a un bandolo e risalire alle risposte. Esagerazione, mitomania, oppure semplici constatazioni? Con una scrittura densa, nervosa, lacerante, che affonda nella materia incandescente del vissuto e la restituisce con autenticità illuminandone gli aspetti più ambigui, Teresa Ciabatti ricostruisce la storia di una famiglia e, con essa, le vicende di un’intera epoca. Un’autofiction sincera, feroce, perturbante, che nasce dall’urgenza di fare i conti con un’infanzia felice bruscamente interrotta.

Cinquina Premio Strega 2017

La più amata
di Teresa Ciabatti
Copertina flessibile: 218 pagine
Editore: Mondadori (28 febbraio 2017)
Collana: Scrittori italiani e stranieri

Leggi l’estratto nella libreria Amazon

4 Commenti

  1. L’esperimento dell’autofiction è davvero interessante. Conosco poco questo tipo di scrittura ma mi incuriosisce molto. Sarei proprio curiosa di vedere fin dove si è spinta l’autrice.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

FIERA DEI LIBRI ON LINE

Per non morire di Adalgisa Licastro

Per non morire di Adalgisa Licastro, storia di un amore perduto e del riscatto dal dolore. La vita, talora crudele, non si cura del pianto disperato di chi, immerso nel dolore, implora pietà.

Finalmente ci siamo di Angelo Grassia

Dopo il grande successo ottenuto con "Il mistero del libro", tradotto in inglese, francese, russo spagnolo e tedesco, Angelo Grassia ritorna con il suo secondo libro, una storia ancora una volta piena di mistero, di amore e sentimenti.

Change di Federica De Franco

In un futuro dove l'umanità teme il passato che ha infettato il futuro, Jane, Seth e Thomas torneranno nel passato per risolvere la situazione. Riusciranno nel loro intento?

Una favola per sognare di Angela Angolano

Una favola per sognare di Angela Angolano, apri il cuore al mondo delle favole e ai suoi personaggi. Dedicato ai Bambini della scuola dell'infanzia "Tigli".

Anche te verrò a salvare di Giovanni Minio

Anche te verrò a salvare di Giovanni Minio, una raccolta di poesie intense, ironiche, riflessive, uniche. L’autore ci apre il suo mondo, e ne viene fuori un artista eclettico, enigmatico e sorprendente.

Angeli Rosa di Rosanna Rivas

Angeli Rosa di Rosanna Rivas, un libro in cui l'autrice, dopo "Urlo Rosa", pubblicato nel 2017, riprende tutti i temi tipici della violenza di genere e li amplia.

La cripta di Nina Miselli

La cripta di Nina Miselli, l'ultimo libro della prolifica scrittrice campana, organizzatrice di eventi e premi letterari.

Individuo Società Lavoro Capitale di Corrado Leoni

Individuo Società Lavoro Capitale di Corrado Leoni: un saggio quanto mai attuale su temi sociali ed economici su cui tutto il mondo dovrà confrontarsi per uscire prima possibile dalle secche della crisi che stiamo vivendo.

Petali Rossi di Robert del Blog Manuale di Mari

Una raccolta di poesie e seducenti racconti d’amore che racchiude l’unico incanto e la vera magia del cuore in un rincorrersi di emozioni e sensazioni.

L’amore vero è per sempre di Nicla Morletti

Il nuovo libro dell'ideatrice e Presidente del Premio Letterario Internazionale Il Molinello nonché direttore onorario del Portale letterario Manuale di Mari.

NEWSLETTER MANUALE DI MARI

WhatsApp chat