domenica, 5 Febbraio 2023
HomePoesiaPoesia - Autori italianiL'arido arpeggio di Lucrezia Maggi e Francesco Maggi

L’arido arpeggio di Lucrezia Maggi e Francesco Maggi

-

L'arido arpeggio di Lucrezia Maggi e Francesco Maggi

L’arido arpeggio di Lucrezia Maggi e Francesco Maggi, la nuova silloge della scrittrice e poetessa tarantina composta a quattro mani con il cugino poeta e musicista

L’arido arpeggio di Lucrezia Maggi e Francesco Maggi, due sensibilità si confrontano in una silloge polifonica

Scrivere un libro a quattro mani non è cosa semplice. Scrivere un libro di poesie a quattro mani è un tentativo titanico. Due sensibilità a confronto. La gestione del verso come uso personalissimo della parola. Il rendere esplicito un mondo interiore che ti cresce dentro, si deforma, incistisce nella carne e poi spira fuori come un serpente fatto di nuvola…
Lucrezia e Francesco Maggi, poetessa e scrittrice l’una e poeta e musicista l’altro, cugini, per la prima volta insieme in un’opera letteraria, hanno messo su carta questo esperimento rischioso, di liriche che scorrono le une sulle altre determinando il ritmo di questo libro. Assonanze? Sì, tante. Dissonanze? Altrettante che però vanno a integrarsi. Francesco sporge l’occhio oltre il cespuglio, si guarda intorno, coglie il dettaglio e lo rivela a chi legge le sue parole. Lucrezia, attraverso i suoi versi, rivolge l’attenzione al suo mondo interiore. Lo fa da anni, da sempre. Scruta con ossessione le pieghe dell’anima e le restituisce con fascinosa eleganza.

Leggi anteprima

Veleno

Aggrappato
all’urlo di esistere
che non tace,
ti agiti
tremulo respiro
incespichi,
rotoli.
Pace e angoscia,
vita e morte,
teso l’orecchio alla storia
di un mondo canceroso
di umani segreti
scorre la penna
e io,
immobile.
Inchiostro scuro,
cola
come veleno,
sul tempo che passa.

L.M

***

I

Ci alzavamo tutti
con il grembiule e il fiocco
seri in quei ginocchi freddi
fino alla campanella
quando urlando
ritornavano bambini
anche quelli un po’ più grandi.
Dal corridoio in quel cortile
a perdifiato in quelle storie
oltre quei muri in un vociare d’ali.
Col timbro più deciso
oggi dove siamo?

F.M

***

II

Pensavo allora
di prendere per la coda
una cometa,
volevo un altro mondo,
per me un altro pianeta.
E ancora oggi
le immagino alla fine
come frange della notte
ed io ancora bambino
sull’ultimo gradino
che scelgo il mio aquilone
liberando nel cielo
il sole.

F.M

***

Di sbarre e di nuove gabbie

Ho nella gola ciò che sono stata,
ciò che forse sono ancora,
è un fiato corto che sputo fuori
oltre le sbarre
della mia nuova gabbia.
Come in quei giorni
in cui la luce non c’era,
non cadono ad illuminarmi le stelle,
sono l’alunna del primo banco,
la prima della classe,
quella con gli occhi grandi,
i capelli lisci e corti,
quella silenziosa, malinconica, sottile,
lasciata lì in mezzo,
sola,
china sull’incauta illusione
dai sensi
e
dal cuore invocata.

L.M

***

L’arido arpeggio
di Lucrezia Maggi e
Francesco Maggi
Editore: ‎CTL (Livorno) (2 settembre 2022)
Copertina flessibile: ‎56 pagine

Lucrezia Maggi
Lucrezia Maggi

Lucrezia Maggi, poetessa e narratrice tarantina, dal 2007 ad oggi, ha al suo attivo numerose pubblicazioni, di poesia e di narrativa. Suoi versi sono presenti in numerose antologie e riviste letterarie italiane. È presidente e fondatrice dell’Associazione Culturale “Le Muse Project”, ideatrice e organizzatrice del Premio Letterario Nazionale “Città di Taranto”, giunto ad oggi alla tredicesima edizione. Tra le numerose attestazioni letterarie ricevute, nel 2011, le viene conferito, per la Sezione Cultura, il Premio “Donna Dei Due Mari 2011”, riconoscimento alle “eccellenze territoriali”, con le seguenti motivazioni: “Per l’attività di effettiva promozione culturale e di riscoperta generazionale resa a favore della nobile e distinta Arte della Poesia”. Il 2013 è l’anno che vedrà accadere gli eventi narrati nel pamphlet “Prima che il tempo ne cancelli le orme”, che l’autrice scrive a seguito della morte di sua madre per malasanità. “Come affrontare quanto accaduto, come dare giustizia alla nostra storia e fare in modo che non capiti ad altri?” queste le domande che si è subito posta Lucrezia, nel corso e in conseguenza al drammatico sviluppo degli eventi. Chiedere un risarcimento? Sporgere denuncia? Il dubbio – o già un’amara certezza – era quello di rimanere inascoltati e ignorati, fino al punto in cui sarebbe stato troppo tardi per agire. Il modo migliore era metterci la propria voce e il proprio volto, portando di persona la storia all’attenzione di altre città e di altre persone e personalità. Lucrezia darà così il via ad un tour di divulgazione, in cui il libro, edito a novembre del 2013, sarà portato in numerose città italiane quali Taranto e la sua provincia, Bari, Avellino, Napoli, Salerno, Catania, Roma, Milano. Numerosi gli incontri realizzati con il prezioso supporto di relatori del calibro degli scrittori Andrea G. Pinketts e Cosimo Argentina, del dott. Santino Mirabella, magistrato catanese, di Alessandro Salvatore, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, del giornalista campano Alfonso Bottone, direttore organizzativo della Fiera del Libro in Mediterraneo che, hanno portato la vicenda dinanzi all’attenzione di un pubblico crescente e sempre più partecipe in quei coinvolgenti momenti di dibattito e dialogo che sono stati, ogni volta, le presentazioni di questo pamphlet. Nell’aprile del 2015 l’autrice pubblica, per la casa editrice Opposto Edizioni, realtà editoriale indipendente capitolina, “Come solo le parole”, una raffinata raccolta di 17 racconti brevi. Nel dicembre 2016, la seconda edizione di “Prima che il tempo ne cancelli le orme” e il monologo teatrale ad esso ispirato interpretato dall’attore Sergio Mari con le musiche originali del musicista/compositore Filippo D’Eliso. A gennaio del 2018 l’autrice torna in libreria con la silloge “Indelebile-cose di noi e sanguinamenti sparsi” edito da Controluna/Il Seme Bianco. “Come nel ventre di una madre”, il titolo del suo ultimo romanzo edito daScatole Parlanti (Gruppo Utterson).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

spot_img
Fiera dei Libri on line
Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE