sabato, 17 Aprile 2021
HomeLibriNarrativaAlmarina di Valeria Parrella

Almarina di Valeria Parrella

-

Almarina di Valeria Parrella
Almarina
di Valeria Parrella è candidato al Premio Strega 2020, proposto da Nicola Lagioia

Almarina di Valeria Parrella: un’accoglienza calorosa per il nuovo, attesissimo, romanzo

«Tutto ciò che scegliamo si rivelerà sbagliato se saremo tristi, e giusto se saremo felici»

Può una prigione rendere libero chi vi entra? Elisabetta insegna matematica nel carcere minorile di Nisida. Ogni mattina la sbarra si alza, la borsa finisce in un armadietto chiuso a chiave insieme a tutti i pensieri e inizia un tempo sospeso, un’isola nell’isola dove le colpe possono finalmente sciogliersi e sparire. Almarina è un’allieva nuova, ce la mette tutta ma i conti non le tornano: in quell’aula, se alzi gli occhi vedi l’orizzonte ma dalla porta non ti lasciano uscire. La libertà di due solitudini raccontata da una voce calda, intima, politica, capace di schiudere la testa e il cuore.

Esiste un’isola nel Mediterraneo dove i ragazzi non scendono mai a mare. Ormeggiata come un vascello, Nisida è un carcere sull’acqua, ed è lì che Elisabetta Maiorano insegna matematica a un gruppo di giovani detenuti. Ha cinquant’anni, vive sola, e ogni giorno una guardia le apre il cancello chiudendo Napoli alle spalle: in quella piccola aula senza sbarre lei prova a imbastire il futuro. Ma in classe un giorno arriva Almarina, allora la luce cambia e illumina un nuovo orizzonte. Il labirinto inestricabile della burocrazia, i lutti inaspettati, le notti insonni, rivelano l’altra loro possibilità: essere un punto di partenza. Nella speranza che un giorno, quando questi ragazzi avranno scontato la loro pena, ci siano nuove pagine da riempire, bianche «come il bucato steso alle terrazze». Questo romanzo limpido e intenso forse è una piccola storia d’amore, forse una grande lezione sulla possibilità di non fermarsi. Di espiare, dimenticare, ricominciare. «Vederli andare via è la cosa più difficile, perché: dove andranno. Sono ancora così piccoli, e torneranno da dove sono venuti, e dove sono venuti è il motivo per cui stanno qui».

Valeria Parrella

Valeria Parrella è nata nel 1974, vive a Napoli. Per minimum fax ha pubblicato le raccolte di racconti mosca piú balena (2003) e Per grazia ricevuta (2005). Per Einaudi ha pubblicato i romanzi Lo spazio bianco (2008, 2010 e 2018), da cui Francesca Comencini ha tratto l’omonimo film, Lettera di dimissioni (2011), Tempo di imparare (2014), la raccolta di racconti Troppa importanza all’amore (2015), Enciclopedia della donna. Aggiornamento (2017) e Almarina (2019). Per Rizzoli ha pubblicato Ma quale amore (2010), ripubblicato da Einaudi nei Super ET nel 2014. È autrice dei testi teatrali Il verdetto (Bompiani 2007), Tre terzi (Einaudi 2009, insieme a Diego De Silva e Antonio Pascale), Ciao maschio (Bompiani 2009) e Antigone (Einaudi 2012). Per Ricordi, in apertura della stagione sinfonica al Teatro San Carlo, ha firmato nel 2011 il libretto Terra su musica di Luca Francesconi. Ha inoltre curato la riedizione italiana de Il Fiume di Rumer Godden (Bompiani 2012). Da anni si occupa della rubrica dei libri di «Grazia» e collabora con «Repubblica».

Almarina
di Valeria Parrella
Copertina rigida: 123 pagine
Editore: Einaudi (2 aprile 2019)

Leggi anteprima nella libreria Amazon

Avatar
Redazionehttps://www.manualedimari.it

Manuale di Mari è il Portale letterario fondato nel 2007 da Robert, uno dei primi blogger italiani, creatore del Blog Manuale di Mari e del Blog degli Autori, e Nicla Morletti, giornalista, scrittrice e Presidente del Premio Letterario Internazionale Il Molinello.

Dal 2009 il Portale letterario Manuale di Mari organizza la Fiera dei Libri on line, mostra dei libri presentati da Manuale di Mari che si svolge completamente on line durante tutto l’anno attraverso quattro sessioni:

  • MANUALE DI MARI IN FIERA – Sessione primaverile
  • FIERA DEL LIBRO PER L’ESTATE – Sessione estiva
  • D’AUTUNNO, LIBRI IN FIERA – Sessione autunnale
  • LIBRI SOTTO L’ALBERO – Sessione invernale

Per maggiori informazioni sulla Fiera dei Libri on line clicca qui

9 Commenti

  1. La copertina attrae subito, la trama è insolita e interessante, personalmente mi attrae molto l’ambientazione del carcere ma soprattutto mi piace il messaggio di speranza, perché questi ragazzi, uscendo dal carcere possano trovare una strada diversa, anche nella consapevolezza che probabilmente torneranno nello stesso ambiente che li ha portati al carcere, mi piacerebbe molto continuare la lettura.

  2. Un libro che ci invita una volta voltata pagina, a ricominciare, a scrivere da zero la nostra vita, riempiendola di colori.
    Un libro dall’anteprima molto interessante, una storia originale che ispira a una bella lettura

  3. Un libro sincero, moderno, che racconta di storie reali, di problemi che ancora oggi esistono. Un romanzo vero, toccante e che promette davvero molto bene per la trama.
    Ho moltissima voglia di conoscerne i personaggi e scoprire cosa potrò imparare da una storia così appassionante e unica nel suo genere.
    Spero me sarà data presto l’opportunità perché davvero non vedo l’ora e sono super entusiasta!!

    • Dalla trama sembra promettere veramente bene. Tra l’altro conosco l’isolotto di Nisida dato che vivo in un comune a pochi chilometri. Spero di avere la possibilità di leggerlo.

  4. Un libro che ti tiene incollato fin dalla prima parola. Intrigante e ben scritto credo che possa essere utile anche per una crescita personale. Mi piacerebbe davvero molto riceverlo.

  5. conosco la scrittrice e che dire, sempre una sicurezza.
    Già dalla trama e dall’estratto il libro non delude!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE