giovedì, 23 Settembre 2021
HomeSaggi e altri generiCritica letterariaUn libro per guarire di Anna Ferrari

Un libro per guarire di Anna Ferrari

-

Un libro per guarire di Anna Ferrari

Un libro per guarire di Anna Ferrari: dall’autrice del romanzo Insondabile destino un libro per scoprire altri libri

Un libro per guarire di Anna Ferrari, quando leggere cura l’anima

All’inizio scrivevo queste note per me sola. Era un momento difficile della mia vita, stavo rinascendo dopo un periodo di buio, dove avevo perso contatto con la realtà a tal punto che non riuscivo più a pensare, né a leggere, attività che era, ed è, il cardine della mia vita: non decifravo i simboli sulla pagina, avevano perduto senso, non ricordavo, tutto era stato ingoiato nel ventre della sofferenza, e più ci provavo, più fallivo, fino ad avere terrore di prendere in mano un libro; ogni giorno il malessere mi precipitava più a fondo. È stato agghiacciante, triste, tormentoso. Poi ho incontrato una specialista che, come una fata buona, mi ha riportato in superficie con amore e intelligenza; la prima cosa che ho fatto appena mi sono sentita meglio è stata leggere. Per provare a me stessa che la mia testa funzionava di nuovo, alla fine di ogni romanzo scrivevo, dapprima con disperazione, poi con sempre maggior piacere, i miei commenti per vedere se finalmente riuscivo a capire e ricordare quello che leggevo. Ho due interi blocchi fitti di questi commenti, scritti di getto, senza nessun altra preoccupazione che parlare a me stessa e rassicurarmi. Ero e sono una lettrice accanita, ho lavorato con i libri tutta la vita, per questo morte e rinascita sono passate attraverso le parole. Qualche anno dopo quel periodo, ho riletto quei commenti e vi ho trovato sia scritti frettolosi, quasi ansiosi, sia altri più stimolanti. Col tempo, mi hanno rivelato un potere insito in loro; commentando quei libri, commentavo me stessa, la me stessa che si ritrovava ora in questo, ora in quel racconto o romanzo. È in quest’ottica che le analisi contenute in Un libro per guarire sono speciali: non sono i soliti consigli di lettura, buttati giù magari per necessità editoriali, sono molto di più, sono confessioni e quindi sinceri apprezzamenti oppure stroncature di quei libri che hanno segnato il mio cammino verso la guarigione. Questo loro carattere eccezionale rivela al lettore un buon libro da leggere, e segna anche la strada che si può percorrere in momenti difficili della vita, perché noi siamo ciò che diciamo, e ciò che leggiamo penetra nel nostro profondo e lì rimane fino a dare i suoi frutti che nutrono la speranza e la voglia di farcela. Chiunque dunque può ripercorrere la mia strada, e in seguito potrà anche aggiungerne una sua. In questo modo è nato Un libro per guarire, la cui origine è dunque un atto d’amore, e con amore sono state scritte le parole che lo compongono. Pure il titolo è scaturito gradualmente dai sentimenti che provavo nel rielaborare questi testi, e l’ho subito adottato appena è comparso. All’interno del volume troverete una sezione in inglese, risultato di un’altra nascita. Un po’ come in tutti, dentro di me convivono diverse personalità: Anna, la scrittrice, la Prof, l’insegnante, e così via. Qualche anno fa ne è nata un’altra: Aileen, che pensa, parla e scrive in inglese. In questa veste la scrittura diventa in un certo qual modo più libera, proteggendo i sentimenti e le paure di Aileen con un idioma straniero. Antonia S. Byatt, Jane Austen, Clarice Lispector, Nicola Lagioia sono alcuni degli autori di cui parlo, ognuno di loro mi ha con delicatezza mostrato un aspetto insolito e sorprendente della vita, mi ha fatto apprendere che essa non si esaurisce mai, ma è sempre foriera di sorprese e rivelazioni. In conclusione, quella fase della mia vita, che mi ha donato Un libro per guarire, mi ha insegnato che niente più di un libro ci può restituire l’amore per noi stessi e per il mondo, niente più di un libro ci aiuta a costruire la nostra strada e quindi la nostra vita.

Leggi anteprima nella libreria Amazon

Un libro per guarire.
Quando leggere cura l’anima
di Anna Ferrari
Editore: ‎Independently published (16 maggio 2020)
Copertina flessibile: ‎223 pagine

Anna Ferrari

Anna Ferrari già durante gli anni universitari comincia a frequentare l’editoria, aprendo uno studio con una disegnatrice e collaborando a molte pubblicazioni per il “Corriere dei Piccoli”.
Laureatasi in Lingue e letterature straniere magna cum laude, specializzandosi in russo e inglese, inizia a insegnare e prende parte a corsi di specializzazione all’estero, a Mosca e Londra. Da queste esperienze nasce la sua inesauribile passione per la letteratura tutta, ma, in particolar modo, quelle di cui conosce a fondo la lingua.
La sua curiosità e la sete di esperienze nuove, la porta ai lavori di correttore di bozze e redattore esterno per Zanichelli, traduce dal russo e dall’inglese, prosegue diventando la curatrice di una collana di narrativa per Le Monnier per circa 5 anni, periodo in cui si è nutrita di storie, ma soprattutto ha conosciuto da vicino il mondo dei lettori. Collabora poi con Mondadori, scrive testi scolastici, e pubblica anche un romanzo per ragazzi La casa nel nocciolo.
Nel 2018 pubblica il suo romanzo Insondabile destino per Booksprint Edizioni, che una lettrice definisce così: “È un libro sensazionale, coinvolgente sotto ogni punto di vista…Una storia struggente e emozionante in ogni pagina…Mi è piaciuto in modo indescrivibile…”.
Anna Ferrari legge accanitamente in tutti i momenti che strappa alla scrittura, la sua linfa vitale. Adora i romanzi, soprattutto quelli dell’Ottocento, i racconti di R. Carver, Flannery O’ Connol, Alice Munro, i gialli del mistero, primo fra tutti E. A. Poe. Conosce a menadito la cultura celtica, ed è specialista in mitologie e fiabe, alle quali si è avvicinata tramite i testi di V. Propp.
Trova estremamente rilassante circondarsi di piante e averne cura; non potrebbe vivere senza Hazel e Tilly, i suoi “angeli pelosi” che da quando sono entrati nella sua vita, se ne sono appropriati e sono le sue Muse ispiratrici, quando si incammina senza meta nel parco.

Pubblicazioni:
Commenti a margine. Scritti su Jane Austen, Paul Auster, A. S. Byatt, C. Lispector, N. Lagioia e altri,  Streetlib
Voci, Neftasia 2010 (secondo classificato al Premio Kafka Italia)
Donne dal cielo, Marietti 2008
Miti e leggende d’Europa, Mursia, 2004
Nuove fiabe d’Europa, Mursia 2001
Miti del Nord Europa, Mursia 1997
La vera storia della befana, Mursia 1996
Autori Vari, Figure di donna. Racconti dell’800 russo, Mursia, 1996
La casa nel nocciolo, Mursia 1996 (2° classificato al premio “Giovan Battista Basile”, finalista al premio Letteratura per ragazzi della Città di Asola, selezione “Bancarellino”)
Fiabe d’Europa, Mursia 1993 (finalista al premio “Lunigiana”, terzo classificato al premio “Valdenesi”)
Puskin, Fiabe, Mursia 1995
Cechov A., La steppa e altri racconti sui bambini, Mursia 1995

8 Commenti

  1. Ho avuto il piacere di leggere “Insondabile destino” e posso dire che stimo molto l’autrice per la sua bravura. Sono certa che questo libro sia una ulteriore conferma a queste mie parole, l’argomento è molto interessante e mi tocca da vicino. Sarei curiosissima anche di scoprire la parte scritta in inglese per cogliere ulteriori sfumature della scrittura di Anna Ferrari.

  2. Bellissimo,parole, emozioni, sentite che ti entrano nell’anima e ti aiutano a trovare o meglio a intravedere una via d’uscita.Amo questa scrittrice dotata di una sensibilità fuori dal comune e i suoi libri ti permettono di entrare in una dimensione nuova quella dell’anima.Auguri vivissimi spero poterlo
    leggere presto per tuffarmi nel mare di queste emozioni Mariliana.

  3. Ho sempre pensato che i libri fossero cibo per l’anima, non li avevo mai pensati come anche guaritori di ferite di vario tipo grazie alle emozioni provate e agli insegnamenti imparati.
    Sono una lettrice accanita che trova nei libri la risposta a tutto: dubbi, incertezze e decisioni da prendere. Trovo sempre qualcosa di mio in quello che leggo e con piacere noto che anche io come l’autrice ho l’abitudine a buttare giù quando possibile i miei pensieri.
    Credo proprio che questo libro libro possa fare al caso mio quando sembra che la luce non ci debba mai essere nell’oscurità.

  4. Leggendo mi sono molto rispecchiata, sto vivendo un periodo molto buio da sola, ho bisogno un luogo dove rifugiarmi e sentirmi capita… e credo che questa lettura faccio tutto ciò

  5. I libri anno infiniti poteri: sono in grado di istruirci, di divertirci, di farci sognare e, anche, di guarire. Sono molto commossa da questo approccio dell’autrice, perchè anche a me, in periodi bui, i libri sono stati un salvagente. Le parole hanno davvero un potere curativo, le storie che esse compongono sono in grado di aiutare la nostra mente a non perdersi. Ovviamente, io non ho mai messo su carta i miei pensieri, perchè sono più brava a leggere che a scrivere, per questo i piacerebbe molto leggere questi pensieri.

  6. Niente più di un libro può.
    Son parole tue autrice, parole che comprendo e condivido.
    Io Anna, mangiatrice di libri da quando ho cominciato a leggere. Le tue parole, i tuoi pensieri mi han scioccata, sai perché? Perché anche io ho l’abitudine di scrivere un pensiero dopo aver letto l’ultima pagina e dopo molto tempo mi rendo conto di quanto i miei pensieri e le cose sono cambiati.
    Grazie per il dono che ci offri, con il tuo cuore ci hai aperto quella porta che quasi nessuno vuol mostrare, con semplicità e molta forza dentro.
    Anche io spesso ho trovato nei momenti più bui, le parole di un libro.
    Sento che il tuo libro mi impressionerà, ogni volta che prendo in mano un libro e inizio a leggere, ho la sensazione di leggere me stessa.
    Un abbraccio Anna da un’altra Anna.

  7. Un libro per guarire, un libro che ci regalerà tanto amore e tante emozioni, un libro che ci farà credere in noi stessi, un libro che come dice l’autrice ci aiuterà a trovare la strada giusta, a costruirla e quindi ci aiuterà a prendere in mano la nostra vita. Un libro interessante, molto particolare, molto curiosa e interessante l’anteprima e le parole dell’autrice che lo descrivono.

  8. Morire e Rinascere più forte più intenzionata alle emozioni a scoprire i valori della vita…perché quando si ha una seconda possibilità bisogna sfruttarla ogni minimo istante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Metti la spunta se vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento.

- Aggiungi una immagine -

Fiera dei Libri on line

LIBRI IN PRIMO PIANO

FIERA DEI LIBRI ON LINE